Corpo Forestale

Arrestato dirigente Azienda foreste demaniali Enna

Un dirigente dell’Ufficio provinciale di Enna dell’Azienda foreste demaniali è stato arrestato dalla Guardia di finanza per concussione e peculato. Secondo quanto accertato, abusando della sua qualità e dei suoi poteri, avrebbe indotto un imprenditore a versare una tangente di circa 20.000 euro per ottenere l’aggiudicazione di un appalto per conto del suo ufficio. I militari del Comando provinciale di Enna hanno eseguito un’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari. Nell’indagine, denominata “Soldi facili”, sono indagate complessivamente quattro persone, tutte operanti in seno alla stessa amministrazione. Le indagini sono state coordinate dal Procuratore della Repubblica Massimo Palmeri e condotte dal Dott. Francesco Rio Sostituto Procuratore Francesco Rio. L’attività investigativa svolta dalla Tenenza di Nicosia è iniziata nel 2015. Perquisizioni e accertamenti bancari hanno consentito agli investigatori di individuare i capitali illeciti frutto di episodi di concussione e peculato. Le indagini hanno anche consentito di far luce sulla circostanza per cui il dipendente pubblico investigato si era nel corso del tempo appropriato anche di buoni carburante nella sua disponibilità per un valore di circa 11.000 euro.

Leggi tutto
polizia-4

baby gang aggredisce nel Siracusano, una denunci

La Polizia di Stato ha denunciato alla Procura per i Minorenni di Catania un 16enne che a Noto (Siracusa) avrebbe istigato un altro minorenne ad aggredire un coetaneo dopo averlo avvicinato con la scusa di una sigaretta. Le vittima sarebbe stata presa a schiaffi in viso e sulle spalle ma le percosse non hanno richiesto cure mediche. I fatti risalgono al 30 gennaio scorso. Gli agenti sono intervenuti nel centro storico. Il 16enne deve rispondere di istigazione a delinquere. Il minorenne che sarebbe stato istigato all’aggressione non è imputabile.

Leggi tutto
Ospedale corsia

Donna con meningococco C ricoverata a Caltagirone

Una donna di 36 anni è stata ricoverata nell’Uoc di Malattie Infettive dell’ospedale ‘Gravina’ di Caltagirone (Catania) per una meningite da meningococco C. La donna è giunta ieri pomeriggio nel Pronto Soccorso dell’ospedale accusando febbre e cefalea. Lo ha reso noto l’Asp di Catania, sottolineando che non c’è “nessun pericolo per la popolazione”. La paziente è stata condotta in condizioni di isolamento e immediatamente trattata con terapia idonea e secondo le procedure previste. L’Asp precisa che le condizioni della paziente “sono stabili” aggiungendo che “non è possibile al momento sciogliere la prognosi, che resta riservata, così come dettato dalle linee guida in materia, nelle prime 24 ore”. L’Asp ha reso anche noto che è stata contestualmente avviata la profilassi del personale e dei pazienti presenti ieri nel Pronto Soccorso e che l’Unità Operativa di Igiene pubblica di Caltagirone sta completando in queste ore la profilassi dei contatti stretti della paziente.

Leggi tutto
incendio ct ok

Incendiati 4 Tir nel Ragusano: imprenditore, mai avuto minacce

“E’ da tre giorni che mi faccio la stessa domanda: perché? E non so trovare una risposta perché io non ho ricevuto una telefonata, un messaggio, una minaccia”. Giuseppe Biundo è il presidente del Consorzio Caair di Vittoria, dove nell’area parcheggio attigua al mercato ortofrutticolo, sono stati bruciati quattro Tir e un autista che dormiva all’interno della cabina è rimasto ustionato ed ora è ricoverato nell’ospedale Cannizzaro di Catania al Centro Grandi ustioni. “E’ da trent’anni – aggiunge Biundo – che ho avviato quest’attività, ho trenta operai tutti in regola. Ha dato fastidio forse quest’azienda così virtuosa? Oggi al presidente della Regione siciliana, Crocetta che domenica mi ha chiamato esprimendomi la sua solidarietà e che viene qui a Vittoria per rendersi conto della situazione dirò che le Istituzioni ci stiano vicine e che ci aiutino a capire”.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica