stagione teatrale

Attesa per il Macbeth alla Fondazione Teatro Garibaldi di Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – La Fondazione Teatro Garibaldi di Modica firma uno degli appuntamenti di punta della stagione musicale, sotto la direzione artistica di Giovanni Cultrera, sovrintendente Tonino Cannata. Un’eccezionale produzione che infiammerà di pathos, emozione e sentimento la scena del teatro modicano con l’imperdibile Macbeth di William Shakespeare, nella versione operistica di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave. Venerdì 26 aprile, alle ore 21.00, le vicende di Macbeth e della sua sanguinosa ascesa al trono di Scozia conquisteranno il pubblico in un teatro che già si preannuncia in sold out con pochissimi biglietti ancora a disposizione. Diretti dalla magistrale regia di Ezio Donato, sul palco si alterneranno Carmelo Corrado Caruso, nel ruolo del protagonista, Daniela Schillaci nelle vesti di Lady Macbeth, Max Jota nel ruolo di Macduff e Gaetano Triscari in quello di Banco. Completano il cast Mariagrazia Caruso che sarà Dama, Riccardo Palazzo nelle vesti di Malcolm, Riccardo Bosco in quelle del medico, Matteo Siculo nel ruolo del sicario e domestico, Francesca Rollo e Giulia Currenti. I movimenti scenici sono a cura di Donatella Capraro.
Lo spettacolo vedrà anche la prestigiosissima presenza del Coro Lirico Siciliano, diretto dal maestro Francesco Costa, e dell’ottima Filarmonica Orchestra Teatro Garibaldi Modica, egregiamente diretta dal maestro Gaetano Costa. Importante anche la collaborazione del Liceo artistico di Modica che curerà scenografie e costumi, mentre la Fondazione Garibaldi cura l’allestimento dell’opera. Il Macbeth è la sesta produzione del Teatro Garibaldi, dopo i grandissimi successi delle precedenti opere prodotte che hanno conquistato pubblico e critica per la qualità del lavoro finale complessivo e la precisione dei dettagli.
Leggi tutto
POLIZIA_QUESTURA

Ragusa: minaccia madre e nipoti, arrestato dalla polizia

RAGUSA (Giulia Di Martino) – La polizia arresta stalker che minacciava la madre ed i fratelli di morte per soddisfare i propri vizi. La Mobile ricevuta la denuncia dava avvio ad un’intensa attività d’indagine che permetteva di provare la gravità del comportamento dell’uomo. Dipendente dalla cocaina, minacciava di morte e di torturare i congiunti asserendo di avere amici napoletani della camorra che lo avrebbero aiutato a farli fuori se non gli avessero consegnato il denaro. La polizia arresta un uomo ragusano di anni 46 anni per estorsione e stalking ai danni della madre e dei fratelli. La procura, due mesi fa, ha delegato la mobile per accertare quanto denunciato dai familiari. Terrorizzati dalla impressionante escalation di minacce e richieste estorsive commesse dal congiunto, le vittime hanno consegnato decine di migliaia di euro. A seguito delle indagini, la Procura ha richiesto ed ottenuto al GIP la misura cautelare in carcere per l’indagato, proprio per la pericolosità e violenza manifestate dal soggetto. Da più di un anno l’uomo aveva interrotto ogni rapporto con i familiari con cui gestiva un’attività imprenditoriale. I rapporti sono stati interrotti di comune accordo ma l’uomo non accettava in alcun modo le decisioni maturate insieme pretendendo più soldi di quelli dovuti; questa era solo una scusa per estorcere del denaro al fine di acquistare droga. La madre ed un fratello, al fine di aiutarlo, lo foraggiavano spontaneamente fino a quando non hanno compreso che il denaro servisse per acquistare droga pertanto decidevano di non assecondarlo più. Non appena i congiunti decidevano di non soddisfare più le richieste, l’indagato ha dato inizio ad un comportamento criminale sempre più grave. Prima la persecuzione con centinaia di messaggi, telefonate ed email, poi le minacce ed insulti di ogni tipo, alla fine l’escalation criminale è giunta fino all’ estorsione. L’uomo pretendeva denaro altrimenti avrebbe ucciso e torturato tutti, compresa la madre ed i nipoti, vantandosi di avere amici camorristi. La denuncia presentata dai familiari con grande fatica è stata l’ultima cosa che avrebbero voluto fare ma di sicuro la cosa più giusta; forse adesso il loro congiunto potrà rendersi conto della gravità di quanto fatto e seguendo un percorso riabilitativo tornare a poter vivere una vita priva da dipendenze. La polizia di Stato è stata accanto alla famiglia durante le indagini, per raccogliere quante più fonti di prova a carico dell’indagato che ha dimostrato una pericolosità sociale inaudita. Al termine, è arrivato il provvedimento di cattura in altra regione grazie alla collaborazione dei colleghi del posto. L’uomo è in carcere

 

 

Leggi tutto
madonna-vasa-vasa-2

Modica: la Pasqua negli Iblei, 5 ore in diretta Vr

SCICLI  (Giulia Di Martino) – Anche quest’anno la Pasqua negli iblei ha registrato la presenza di tanta gente nonostante le condizioni meteo avverse condizionate dal forte vento che in alcuni comuni iblei ha costretto il cambio di programma soprattutto per quanto riguarda le rappresentazioni sacre all’aperto. Ed anche quest’anno Video regione ha seguito la Pasqua negli iblei con oltre 5 ore di diretta televisiva e su Fb per raccontare le emozioni delle rappresentazioni sacre della terra iblea. Modica, Comiso e Comiso sono stati i momenti  raccontati dalla nostra redazione  Dalle 9.30 in collegamento da Modica abbiamo seguito tutte le fasi della Madonna Vasa Vasa con la trasmissione in diretta   della Santa Messa dalla Chiesa di Santa Maria di Betlemme per poi seguire i simulacri della Madonna e del Cristo Risorto che si cercano per le vie della città fino a   quando a Mezzogiorno c’è  l’emozionante incontro in piazza Monumento dove si celebra il momento più atteso: a vasata,  il simbolico abbraccio tra la Madre e il Figlio risorto. Abbiamo anche seguito la Paci di Comiso, in questo caso, a causa del forte vento sono saltate  le processioni all’esterno rimandate probabilmente alla prossima domenica. Tutto si è svolto all’interno della Basilica Maria Santissima dell’Annunziata. Una decisione presa pochi minuti prima l’inizio delle processioni dopo una specifica ordinanza del Sindaco Schembari  che ha convinto la parrocchia della basilica dell’Annunziata e il comitato organizzatore della Pasqua a desistere. Quindi introno alle 13 il racconto da Scicli del Gioia, In questo caso, nonostante il vento, tutto è proseguito come da programma. abbiamo seguito in diretta la processione più importante della giornata  quella  che si svolge dalle 13 alle 15.30 quando avviene la traslazione del Cristo Risorto  dal santuario di Santa  Maria La Nova  alla chiesa del Carmine.Il percorso  che compiono i portatori non è definito ed è improvvisato  con repentini cambi di rotta. Momento molto atteso è  quando il Gioia  viene portato fin sotto la chiesa dlela Consulazione per ricevere il lancio di petali dai fedeli, in particolare da Donna Stella. Tra luci, colori e fuochi d’artificio l’Uomo vivo ha fatto rientro nel santuario di Santa Maria la Nova  intorno alle 15.30 l’Uomo vivo rientra nel santuario di Santa Maria La Nova per uscire nuovamente nel pomeriggio fino a tarda notte.

 

Leggi tutto
foto consulta

Si è riunita la commissione giovanile di Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Si è riunita la commissione giovanile di Modica, composta dai rappresentanti degli studenti appartenenti agli istituti superiori della città. Un incontro molto importante e tutti i rappresentanti hanno partecipato attivamente con tante proposte, idee e format molto interessanti. La commissione ha già iniziato a lavorare per la “Giornata dell’arte”, evento molto sentito tra gli studenti, considerato che per l’occasione avranno la possibilità di mettere in atto ciò che amano fare di più ed esprimere la loro vena artistica. Durante l’incontro, si è anche parlato del “#Fridayforfuture” previsto a maggio, in cui gli studenti si attiveranno con un evento importante, per cercare di responsabilizzare il comportamento dei cittadini affinché questi possano influire sulle decisioni politiche. “Sono molto soddisfatto – ha dichiarato il delegato per le politiche giovanili del Comune di Modica, Samuele Cannizzaro – perché non mi aspettavo l’adesione di tutti gli istituti. Ho visto grande partecipazione e anche una forte sinergia, penso che si lavorerà bene grazie a tutti i ragazzi che sono davvero attivi e amano questa città”. Alla riunione, ha partecipato anche il consigliere Alessio Ruffino.
Sono contento – ha commentato il Sindaco Abbate – per come si sta muovendo il mio delegato alle politiche giovanile, molto attivo su tutti i fronti e in sintonia con gli altri rappresentanti di altri Comuni.
Leggi tutto
cioccolato24

Consegna dei contrassegni IGP per il Cioccolato di Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Tre milioni i primi contrassegni che nei prossimi giorni saranno distribuite alle 16 imprese del Consorzio che avendo superato già superato il vaglio del CSQA, l’Organismo di Controllo scelto per assicurare che il prodotto a marchio IGP sia conforme ai dettami del Disciplinare di produzione, ne hanno già fatto richiesta.
Per il cioccolato di Modica, la cui tecnica di lavorazione settecentesca rappresenta un patrimonio culturale immateriale collettivo, un altro primato: sarà il primo prodotto ad essere dotato di un “passaporto digitale”.
Frutto della collaborazione con IPZS, CSQA e Qualività, il prossimo 6/8 ottobre a Milano nell’ambito di Tutto Food, il “passaporto digitale” sarà presentato al grande pubblico; il primo sistema in grado di assicurare: l’autenticità del prodotto, la tracciabilità degli ingredienti impiegati, oltre a bloccare sul nascere ogni tentativo di contraffazione, attraverso un codice univoco ed un codice di controllo.
Sara una APP gratuita Trust Your Food, che permetterà di accedere al Passaporto Digitale del Cioccolato di Modica consentendo ai consumatori di verificare in modo semplice l’autenticità dei dati e accedere alle informazioni di filiera; ai produttori di attivare iniziative di promozione e comunicazione diretta produttore/consumatore.
Il Cda del Consorzio, nella riunione del 18 aprile scorso, anche aderendo all’invito del Sindaco di Modica Ignazio Abbate, ha dato incarico al Direttore Generale Nino Scivoletto di invitare tutte le imprese esterne, già autorizzate da CSQA, a aderire al Consorzio potendo così beneficiare del contrassegno del Poligrafico dello Stato e di tutte le attività di promozione e tutela quotidianamente assicurate dal Consorzio.
Decisa anche la realizzazione della pianta di Modica Città del Cioccolato uno strumento utile per i turisti in visita in città, nella quale saranno localizzati sia i produttori di cioccolato di Modica IGP, che i rivenditori autorizzati. La pianta sarà prima proposta in versione cartacea subito dopo mediante una App innovativa.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica