sequestro droga nave 1

Ragusa, sono circa 1.600 gli assuntori di cocaina in provincia

RAGUSA  ( di Giulia Di Martino) – Gli italiani sono terzi in Europa per consumo di cannabis e quarti per cocaina. Dati allarmanti che si riflettono e si spalmano su tutti il territorio nazionale. Su questa traccia anche la provincia di Ragusa non è esente dal notevole consumo di cocaina. Su questo fronte l’impegno del SeRT dell’Asp di Ragusa, è fondamentale perché l’aumento dei cocainomani in provincia è preoccupante, come ci spiega il dirigente del servizio tossicodipendenza Pippo Mustile. Preoccupante è anche la fascia d’età che vede i giovani principali assuntori della “polvere bianca”, preferita di gran lunga all’eroina. Sballo, potere, riconoscimento della propria identità. Questi i motivi principali che inducono i ‘deboli’ a fare uso di cocaina

 

 

Leggi tutto
fattura elettronica

Ragusa: normative per l’uso della elettronica

RAGUSA (Di Giulia Di Martino) – C’è tanta curiosità e voglia di capire come funzionerà la fattura elettronica nel mondo del commercio, obbligatoria già dallo scorso 1 settembre. Le istruzioni operative sono state discusse. Nel corso di un convegno organizzato dalla ConfCommercio di Ragusa, nella sede dell’ordine provinciale dei dottori commercialisti. L’obbligo di fattura elettronica era stato introdotto per gli acquisti tax free a partire dal 1° gennaio, salvo poi la successiva proroga al 1° settembre 2018.Interessati alle nuove regole saranno tutte le cessioni di beni ad uso personale o familiare effettuate a soggetti appartenenti a Paesi extra UE di importo superiore a 155 euro al lordo dell’imposta: per tali vendite e per i beni trasportati nei propri bagagli non sarà necessario il pagamento dell’IVA. Le due determinazioni pubblicate il 23 maggio 2018, la n. 54088/RU e la n. 54505/RU, Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Dogane hanno fornito le regole e le disposizioni operative per le fatture elettroniche tax free shopping.

 

 

Leggi tutto
sagra-del-mosto

Rosolini: presentata la 23esima edizione della sagra del mosto

ROSOLINI  (Di Giulia Di Marino) – A Rosolini la  23esima sagra del mosto;  dopo due anni di assenza la manifestazione torna alla ribalta e si proietta su  scala regionale. Infatti per l’edizione 2018 la sagra ha ottenuto il contributo dell’Attività  produttive in termini logistici e di comunicazione.  Una tre giorni ricchi di appuntamenti. Il calendario è stato presentato nella sala Barone Cartia nel corso della conferenza stampa. Un percorso del gusto con degli eventi collaterali come la presenza di un raduno bandistico una tra tutte la fanfara dei bersaglieri che nella giornata di domenica animeranno il centro storico della città.
Ideata 23 anni fa dall’associazione delle famiglie Green un gruppo di 60 famiglie che insieme lavorano perche con passione ed impegno ha voluto portare avanti le tradizioni di un territorio eh rappresenta la sua identità. La manifestazione verrà allestita nel parco verde a valle, all’ingresso della città. Protagonisti anche le scuole, in particolare l’istituto agrario e l’alberghiero. 

 

 

Leggi tutto
Maltempo

Maltempo a Modica, approvata delibera per riconoscimento stato di calamità

MODICA (di Elisa Montagno) – La Giunta Municipale di Modica con procedura d’urgenza ha approvato questo pomeriggio la delibera con la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale a motivo dei danni che si sono verificati nella notte tra il 14 e il 15 ottobre.
La delibera approvata con annessa relazione dei danni presunti che sono quantificati in euro 1.750.000,00.
Nel particolare € 1.200.000,00 per il rirpristino delle condizioni di sicurezza del patrimonio stradale; €400.000,00 per i danni al patrimonio degli edifici pubblici; €100.00,00 per i danni alla rete fognaria; le opere eseguite in somma urgenza nell’immediatezza per rimozioni e smaltimenti € 50.000,00.
Sono queste quantificazioni di massima in attesa che saranno definitivamente formalizzate a seguito di accurati accertamenti in fase di esecuzione.
Nel quadro complessivo dei danni non sono compresi quelli subiti dalle strutture private in corso di acquisizione e che saranno successivamente quantizzate e inoltrate.
La delibera sarà inoltrata al Dipartimento regionale di Protezione Civile e quindi su proposta della Regione Sicilia alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’emanazione del relativo decreto.
Leggi tutto
CIOCCOLATO

Pubblicato il regolamento di esecuzione per il Cioccolato di Modica IGP

MODICA (di Elisa Montagno) – Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 15 ottobre 2018 il regolamento di esecuzione (UE) 2018/1529 della commissione dell’8 ottobre 2018 recante iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette «Cioccolato di Modica» IGP.
La Commissione Europea, visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea, visto il regolamento (UE) n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 novembre 2012, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari , in particolare l’articolo 52, paragrafo 2, considerando quanto segue:
A norma dell’articolo 50, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (UE) n. 1151/2012, la domanda di registrazione della denominazione «Cioccolato di Modica» presentata dall’Italia è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.
Poiché alla Commissione non è stata notificata alcuna dichiarazione di opposizione ai sensi dell’articolo 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012, la denominazione «Cioccolato di Modica» deve essere registrata,
HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:
Articolo 1: La denominazione «Cioccolato di Modica» (IGP) è registrata.
La denominazione di cui al primo comma identifica un prodotto della classe 2.2. Cioccolato e prodotti derivati dell’allegato XI del regolamento di esecuzione (UE) n. 668/2014 della Commissione.
Articolo 2: Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.
Soddisfazione del Consorzio per la Tutela del Cioccolato di Modica.
Leggi tutto

Antonio Modica confermato segretario generale della FILCAMS CGIL di Ragusa

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Il congresso provinciale della FILCAMS CGIL (Federazione italiana lavoratori commercio, albergo, mensa e servizi) ha confermato Antonio Modica, segretario generale della categoria. L’elezione al termine dell’assise dei quarantuno delegati che ha eletto il nuovo direttivo composto da diciotto membri.
Nella breve ma efficace relazione introduttiva, Antonio Modica, ha focalizzato alcuni temi che sono peculiari alla piattaforma vertenziale della categoria: precariato nel lavoro e nei diritti, lo stato di crisi delle aziende che intaccano i livelli occupazionali, la battaglia contro la totale liberalizzazione degli orari e delle aperture nel commercio introdotta dal Governo Monti. Su questo bisogna attivare un tavolo, richiesto da tempo, che renda possibile la contrattazione decentrata utile a chiudere le attività commerciali nei giorni festivi , riconsegnare alle istituzioni locali la competenza, per poter definire quante e quali domeniche e con quali orari aprire.
Da rivedere poi il sistema degli appalti che vengono rinnovati con il criterio del massimo ribasso che inficia non solo la qualità del lavoro ma tutti a danno del suo costo. In mezzo ci sono gli utenti e i consumatori verso i quali sono indirizzati i servizi: pulizie o sanificazioni negli ospedali, negli uffici pubblici o nelle mense scolastiche, aziendali e servizi agli anziani.
“La provincia di Ragusa, afferma Salvo Leonardi segretario generale della FILCAMS CGIL Sicilia, è la prima in Sicilia per la formazione ma si caratterizza per il governo dell’Ente Bilaterale afflitto da poltronite acuta in cui Confcommercio e Fisascat CISL si sono impossessati di un giocatolino che ha diviso il sindacato a detrimento delle funzioni e degli scopi per i quali è nato l’Ente Bilaterale.”
Secondo il segretario generale della CGIL di Ragusa Peppe Scifo mancano alcune precondizioni per il rilancio del settore come la l’assenza delle infrastrutture che tarpa le ali al turismo (Autostrada non completata dove incombono le indagini delle magistratura, la Ragusa – Catania nel totale silenzio delle istituzioni, l’incertezza che aleggia sull’aeroporto di Comiso).
Necessario avere un ambiente pulito, a cominciare dal funzionamento dei depuratori e della gestione dei rifiuti, che è il motivo aggiunto per il quale regioni con la Basilicata e la Puglia riescono a fare del turismo un volano delle loro economie.
A Ragusa si prevedono, nonostante tutto, buone prospettive a cominciare dall’apertura prossima della nuova facoltà di Beni Culturali e Scienze del Turismo nei cui lavori preparatori è stata coinvolta la CGIL di Ragusa. Tema dolente è quello degli appalti. La CGIL ha denunciato il caso del servizio di trasporto bus al Comune di Ragusa facendo emergere il fatto che un servizio che dura otto mesi all’anno e in presenza di un contratto a tempo indeterminato fa solo gli interesse dell’azienda, in termini di sgravi fiscali, e non dei lavoratori che non possono chiedere le coperture necessarie alle loro tutele come la mancata attivazione degli ammortizzatori sociali una volta che il servizio verrà sospeso. Su questo versante la battaglia continua.
Dure critiche allo Jobs Act che introduce il voucher nel settore sei servizi, la riduzione della cassa integrazione straordinaria e le leggi che hanno compresso i diritti, determinato minore occupazione e lavoro nero. Questa l’analisi, a conclusione dei lavori, di Luciana Mastrocola del FILCAMS CGIL nazionale che valuta come gli investimenti pubblici in infrastrutture e manutenzioni del patrimonio storico culturale e artistico del nostro Paese possono creare condizioni reali per la crescita del turismo e dell’occupazione nel settore.
Leggi tutto
francesco Galletti

Pozzallo, inaugurazione della mostra personale del maestro messinese Francesco Galletti

POZZALLO (di Elisa Montagno) – Si inaugura lunedì 15 ottobre alle ore 18.30, nella splendida cornice di Villa Barone Alfieri di Pozzallo, la mostra personale di Francesco Galletti (Messina, 1991). Nella mostra d’esordio il giovane artista messinese presenta un gruppo di ventotto olii su tela e dieci opere grafiche contraddistinte da un vigoroso segno nutrito da un coerente ricerca intorno alla gestualità e le possibilità della materia – pittura. Dopo un lungo e strutturato apprendistato, l’artista incontra il pubblico con questa esposizione dove sarà possibile ammirare le sue opere, tra cui spiccano le tele di grande formato in cui l’energia pittorica di Galletti dispiega il suo potenziale in composizioni complesse dominate da un costante senso del ritmo e del contrappunto. All’inaugurazione sarà presente l’autore il cui lavoro verrà introdotto dal critico d’arte Mosè Previti. Catalogo in mostra.
Su ampi e variegati campi cromatici, i segni di Galletti disputano battaglie d’avanguardia, retrocedendo o innestandosi in danze vorticose dove il segno minaccia di travolgere anche i limiti dell’opera. La tensione gestuale qui trova il metodo di un’ingegneria espressiva che scompone continuamente lo spazio e fa scontrare i segni in una tensione senza soluzione di continuità. D’altra parte, l’artista ha deciso di assegnare ai quattro elementi del mondo, Terra, Acqua, Aria e Fuoco la paternità della sua mostra d’esordio. Un battesimo ideale nelle forze costitutive della realtà e coerente con l’impeto creativo di Francesco Galletti che con questo interessante ciclo di lavori inizia la sua avventura nel mondo dell’arte. Mosè Previti, dal testo in catalogo.
Biografia di Francesco Galletti
Francesco Galletti è nato a Messina nel 1991, città dove oggi vive e lavora. Dopo il diploma al Liceo Artistico, nel 2018 si laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti Kandiskij di Messina. Nell’agosto dello stesso anno, partecipa al XXVII concorso di pittura nazionale del Castello di Spadafora (Messina) conseguendo il secondo premio della critica.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica