MARQUEZ BEFFA QUARTARARO E VINCE A MISANO, 4^ ROSSI

MISANO ADRIATICO (ITALPRESS) – Marc Marquez si prende Misano. Il pilota della Repsol Honda, sorpassando Fabio Quartararo a poche curve dal traguardo, vince il Gran Premio di San Marino, 13esima prova del Mondiale MotoGp 2019 disputata sul circuito di Misano Adriatico. A completare il podio e’ il poleman Maverick Vinales, con la prima delle due Yamaha ufficiali, mentre il compagno di squadra Valentino Rossi deve accontentarsi anche stavolta del quarto posto. Alle sue spalle Franco Morbidelli e Andrea Dovizioso, che chiude con un sesto posto il difficile weekend delle Ducati. Il Cabroncito e’ sempre piu’ padrone del Mondiale: sono gia’ 93 i punti di vantaggio sugli inseguitori. “Sapevo che non era necessario vincere perche’ Rins era fuori e Dovizioso era lontano – racconta Marquez – Ma ieri ho avuto una spinta in piu’ per la gara, oggi sono stato sempre li’ e ho deciso di provarci”.

Tentativo andato a buon fine. “Quartararo era molto veloce nel settore tre e ho cercato di superarlo prima – continua – Ho chiuso tutte le curve e ho cercato di essere intelligente alla fine. E’ molto bello vincere in Italia e avere 93 punti di vantaggio in campionato”.

(ITALPRESS).

glb/red

15-Set-19 15:05

Fonte: Italpress

Leggi tutto

ZAPATA ALL’ULTIMO RESPIRO, L’ATALANTA PASSA A MARASSI CONTRO IL GENOA

GENOVA (ITALPRESS) – Sorprendente fino all’ultimo istante la sfida tra Genoa e Atalanta allo stadio Ferraris. I bergamaschi riescono a vincere 2-1 grazie all’eurogol di Zapata al 95′.

Dopo un buon avvio del Genoa, la Dea cresce e mette in difficolta’ i padroni di casa che pure tengono botta. Anche l’avvio di secondo tempo e’ di marca rossoblu’ ma l’inserimento di Muriel da’ la scossa all’Atalanta. Al 61′ Duvan Zapata viene sgambettato in area dal cugino Cristian, l’arbitro Fabbri lascia inizialmente correre poi viene richiamato dal Var per rivedere il contatto: assegna calcio di rigore in favore dell’Atalanta, dal dischetto va Muriel che al 64′ sigla lo 0-1. Il Genoa non smette di crederci e recupera il risultato nel recupero, trovando l’1-1 ancora dal dischetto. Djimsiti atterra Kouame’ in area, l’arbitro Fabbri non ha dubbi e dagli 11 metri Criscito non fallisce al 91′. La gara sembra chiusa ma non e’ cosi’, perche’ al 95′ Zapata inventa un gol da cineteca dal limite dell’area che, a pochi istanti dal triplice fischio, regala la vittoria e i tre punti all’Atalanta che puo’ vantare il merito di non aver mollato fino all’ultimo.

(ITALPRESS).

glb/red

15-Set-19 14:46

Fonte: Italpress

Leggi tutto

FRANCESCHINI “RIDICOLA STORIA SEPARAZIONE CONSENSUALE NEL PD”

CORTONA (AREZZO) (ITALPRESS) – “Lo dico a Renzi: non farlo. Il Pd e’ la casa di tutti, e’ casa tua e casa nostra”. Cosi’, in merito al rischio scissione, il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, a Cortona, nel corso del suo intervento di chiusura della tre giorni organizzata da Areadem.

“Il popolo della Leopolda – aggiunge – e’ parte del grande popolo del Pd. Non separiamo questo popolo, non indeboliamoci spaccando il partito di fronte a questa destra pericolosa”.

“L’unita’ del Pd – sottolinea Franceschini – e’ indispensabile. La nascita del governo e’ passata anche dalle interviste di Renzi e di Bettini, non si era mai visto un voto unanime in direzione. Per questo non voglio credere a questa storia della scissione o quel che ho letto sui giornali, questa storia ridicola della separazione consensuale. Quando spacchi un partito e’ sempre traumatico, come si fa a pensare che sia consensuale?”.

(ITALPRESS).

col/vbo/r

15-Set-19 13:49

Fonte: Italpress

Leggi tutto

LETTA “UNA SCISSIONE DEL PD A FREDDO NON AVREBBE SENSO”

ROMA (ITALPRESS) – “Una scissione a freddo non avrebbe senso, visto anche il modo intelligente e inclusivo in cui Zingaretti ha gestito questa fase”. Cosi’ l’ex premier Enrico Letta, in un’intervista al Corriere della Sera.

“Non vedo su cosa dovrebbe fare la scissione”, aggiunge, in riferimento a Matteo Renzi. “Invito tutti a lasciar perdere il politichese e a discutere dei problemi del Paese – dice -. Se il governo non dura e’ una catastrofe e vince Salvini”.

Il governo Conte bis e’ nato per via “dell’errore di Salvini e ora ha un nemico e un’opposizione forte. Ora bisogna che un governo contro si traduca in un governo per”, sottolinea Letta, facendo notare che l’esecutivo “e’ partito bene e ha davanti un tempo potenzialmente lungo, tre anni e mezzo sono un’eternita’. Ora deve lavorare ed essere coeso”. Per Letta i concetti chiave sono tre: “la gestione delle migrazioni, il Nord da recuperare e la necessita’ di unita’ e di umilta’. Per non lasciare praterie a Salvini, il governo deve parlare al Nord con soluzioni economiche.

Competitivita’, sburocratizzazione, infrastrutture, investimenti e meno tasse sul lavoro”. Ed in merito al rapporto tra Pd e M5S, commenta: “Penso sia ora di ragionare su un’intesa politica, non solo di governo. Ha fatto bene Conte a parlare di progetto politico, sono d’accordo con lui. Deve essere il motore esterno che spinge i tre partiti a presentarsi insieme alle Regionali e a scommettere su un progetto comune”.

(ITALPRESS).

vbo/r

15-Set-19 11:43

Fonte: Italpress

Leggi tutto

MATTARELLA A COMUNITA’ EBRAICA “PREVALGA DIALOGO E RISPETTO”

ROMA (ITALPRESS) – “In occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica desidero rivolgere il mio saluto piu’ cordiale all’Unione delle Comunita’ Ebraiche, che organizza da vent’anni questo rilevante evento culturale”. E’ quanto si legge nel messaggio che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato alla Presidente della Unione Comunita’ Ebraiche Italiane, Noemi Di Segni.

“Il tema scelto per l’edizione 2019 e’: ‘I sogni, una scala verso il cielo'”, sottolinea il Capo dello Stato, aggiungendo: “‘Il sogno e’ lo specchio dell’ebreo’, ha scritto di recente il Rav Roberto Colombo. Chi sogna desidera. E chi desidera progetta, costruisce il futuro. Non possiamo prevedere compiutamente, oggi, quali contorni assumeranno il mondo e la societa’ di domani. Ma sappiamo che il futuro avra’ un volto migliore se a prevalere saranno il dialogo, il confronto, l’apertura, nel pieno rispetto e nella valorizzazione della diversita’, delle tradizioni e delle radici”.

“La cultura ebraica, con la sua specificita’ e le sue peculiari caratteristiche, e’ parte integrante della storia, della coscienza, della vita italiana – evidenzia Mattarella -. E’ un patrimonio di grande valore, che merita di essere preservato, diffuso e approfondito. Rivolgo pertanto ai promotori e a tutti i partecipanti alle iniziative organizzate in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica gli auguri di buon lavoro, sicuro che l’impegno profuso sara’ coronato, anche quest’anno, da un grande successo”.

(ITALPRESS).

vbo/com

15-Set-19 11:59

Fonte: Italpress

Leggi tutto

PALERMO RICORDA PADRE PINO PUGLISI, PRETE ANTIMAFIA

PALERMO (ITALPRESS) – Ricorre oggi il 26esimo anniversario della morte di padre Pino Puglisi, ucciso da Cosa nostra il 15 settembre 1993 a Palermo. Fitto il programma delle iniziative promosse per ricordare il prete antimafia, fondatore del centro di accoglienza Padre Nostro.

Ieri sera, alle 21, una fiaccolata si e’ tenuta per le vie di Brancaccio, dalla parrocchia San Gaetano in via Brancaccio, fino alla piazzetta in cui il sacerdote venne assassinato dai killer.

Alla libreria Feltrinelli e’ stato allestito il banco dei desideri, per raccogliere prodotti dedicati ai servizi alla prima infanzia. E lunedi’ prossimo, alle 10, nell’aula consiliare di via San Ciro 15, la convocazione straordinaria del consiglio della Seconda circoscrizione. Attesa anche la deposizione dei fiori sulla tomba di Puglisi, in Cattedrale, martedi’ alle 10. Il 18 settembre alle 16, alla Casa-museo, la presentazione del racconto a fumetti realizzato dai detenuti di Torre del Gallo di Pavia e alle 17 l’inaugurazione della fontana monumentale nella piazzetta.

Spazio anche per l’ambiente, il 20 settembre, con “La pizza del sorriso di 3P”, che prevede la pulizia di un tratto della costa sud, della piazzetta Puglisi e il laboratorio di preparazione della piazza al centro polivalente sportivo. Il 24 settembre, alle 10, una performance teatrale al carcere di Pagliarelli; il 21 ottobre, alle 16, all’oratorio Santissimo Salvatore di corso Vittorio Emanuele, la presentazione del libro “Padre Puglisi e Movimento Presenza del Vangelo” di Mario Agostino e il 26 ottobre, una giornata ricordo al Comune di Piraino nel Messinese.

(ITALPRESS).

vbo/c/r

15-Set-19 11:37

Fonte: Italpress

Leggi tutto

DI MAIO IN VISTA REGIONALI “UN PATTO CIVICO PER L’UMBRIA”

ROMA (ITALPRESS) – “A breve ci saranno le elezioni regionali in Umbria e i cittadini saranno chiamati a scegliere un progetto e una persona per guidare la Regione nei prossimi 5 anni. E’ un appuntamento importante anche perche’ si arriva in anticipo a questa data in seguito a uno scandalo che ha coinvolto direttamente la giunta uscente, ma che, soprattutto, ha colpito i cittadini che si affidavano a una sanita’ travolta da uno scandalo di corruzione”. Cosi’, in una lettera a La Nazione, il leader del M5s Luigi Di Maio, che lancia “un patto civico per l’Umbria” in vista delle elezioni regionali.

“Va da se’ che la fiducia nelle istituzioni da parte dei cittadini sia crollata aggiunge -. E questo crea una ulteriore emergenza in questa regione. Dobbiamo trovare un nuovo modo d’immaginare la politica al servizio dei cittadini. Non sono un cittadino umbro e con molta umilta’ ho cercato di ascoltare con attenzione le proposte delle forze politiche e le richieste degli umbri. Tutte queste forze sono legittimamente impegnate a formare coalizioni, programmi e a trovare candidati. Ma non sembra sia ben chiara la gravita’ del momento che sta attraversando questa regione”.

“Io credo – sottolinea Di Maio – che questa terra in passato abbia sempre dimostrato di avere gli anticorpi per fermare questo genere di pratiche. Se quegli anticorpi, anche nella gentilissima Umbria, sono venuti meno, evidentemente e’ ora di cambiare il modo d’intendere la politica. E per rigenerare il patto di fiducia cittadini-istituzioni, secondo me c’e’ bisogno che tutte le forze politiche di buon senso facciano un passo indietro e lascino spazio a una giunta civica, che noi saremmo disposti a sostenere esclusivamente con la nostra presenza in consiglio regionale, senza pretese di assessorati o altri incarichi. Ovviamente ci aspettiamo che tutti gli altri facciano lo stesso. Qualcuno parlera’ di alleanze o coalizioni, ma non si tratta di questo.

Ognuno correra’ con il proprio simbolo in sostegno di un presidente civico e con un programma comune. Ma senza pretendere nulla sulla composizione della giunta e sulle dinamiche del governo regionale. Le forze politiche saranno solo in consiglio regionale con i propri gruppi”. “Il nostro candidato alla presidenza della Regione del 2015, Andrea Liberati – aggiunge Di Maio -, e’ al secondo mandato. Si e’ speso tanto in questi 4 anni, pur sapendo di non potersi ricandidare per le regole del Movimento”. “Questo spirito di servizio, che Andrea ha saputo dimostrare con i fatti ogni giorno – evidenzia Di Maio -, vorrei potesse essere il punto di partenza di un patto innovativo per il bene comune dell’Umbria, come quando, con le marce Perugia-Assisi, stringemmo proprio qui un patto per il bene dell’Italia contro poverta’ e mancanza di lavoro, fenomeni crescenti in questa regione. Un patto civico, che veda un candidato presidente fuori dalle appartenenze partitiche e che possa mettere al centro un programma innovativo, di punti veri e realizzabili. Un programma che possa ispirare serieta’, fiducia e competenza. Credo sia ora di dare una sterzata e cambiare del tutto le persone chiamate a gestire questa Regione. Vorrei essere piu’ chiaro. Tutte le forze che credono nel bene comune di questa regione facciano un passo indietro, rinunciando ai propri candidati presidente, e mettano fuori dalle liste quei candidati che hanno avuto a che fare con il passato di questa regione e gli impresentabili. Chiediamo che sottoscrivano insieme a noi un appello ai cittadini, proponendo alle migliori risorse di questa regione di farsi avanti. Queste risorse ci sono. Chiedendo a una personalita’ all’altezza di proporsi come candidato presidente. Sosteniamolo e diamogli autonomia piena per formare una squadra di super-competenti, senza interferenze della vecchia politica. Noi svolgeremo il nostro ruolo in Consiglio regionale”, conclude il leader del M5s.

(ITALPRESS).

vbo/com

15-Set-19 09:13

Fonte: Italpress

Leggi tutto

OCEAN VIKING, SBARCATI A LAMPEDUSA 82 MIGRANTI

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) (ITALPRESS) – Sono sbarcati a Lampedusa gli 82 migranti della Ocean Viking, dopo che l’Italia ha assegnato quello dell’isola come porto sicuro alla nave di Sos Mediterranea e Medici Senza Frontiere.

In Italia rimarranno 24 profugli degli 82 a bordo, gli altri andranno in Germania, Francia, Portogallo e Lussemburgo.

La nave non e’ entrata in porto ed e’ rimasta in rada. I migranti sono stati presi a bordo di motovedette della Guardia costiera e condotti sul molo Favaloro, per essere poi trasferiti all’hotspot dell’isola.

(ITALPRESS).

vbo/r

15-Set-19 08:10

Fonte: Italpress

Leggi tutto

DECIDE SENSI, L’INTER BATTE 1-0 L’UDINESE E RESTA IMBATTUTA

MILANO (ITALPRESS) – Termina 1-0 tra Inter e Udinese in occasione dell’anticipo della terza giornata di Serie A a San Siro. Decide una rete di Sensi nel primo tempo. In vista della partita contro lo Slavia Praga in Champions League, Antonio Conte non ricorre al turn over ma concede spazio a Politano dal 1′ in coppia con Lukaku sul fronte offensivo. E l’inizio dei nerazzurri e’ incoraggiante proprio con l’ex Sassuolo subito pericoloso con un palo colpito dalla distanza. Ritmi bassi ed equilibrio nei primi trenta minuti ma al 37′ c’e’ l’episodio che cambia il volto della gara: De Paul colpisce al volto Candreva e l’arbitro estrae il cartellino rosso che lascia in dieci uomini l’Udinese. L’Inter vuole sfruttare l’inferiorita’ numerica degli avversari e il vantaggio arriva al 44′: Godin crossa in area per la testa di Sensi, autore dell’1-0 dopo un inserimento in area. La reazione dell’Udinese si registra al 50′ con una conclusione di Lasagna dopo aver cercato la profondita’ alle spalle di Godin: Handanovic devia in angolo con una grande parata. All’81’ c’e’ spazio per l’ingresso in campo di Sanchez subito vicino al gol con una conclusione a botta sicura da due passi deviata d’istinto da Musso che difende l’1-0 definitivo che permette ai nerazzurri di restare in testa alla classifica a punteggio pieno.

(ITALPRESS).

spf/mc/gm/red

14-Set-19 22:58

Fonte: Italpress

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica