Lions

Studenti stranieri presenti a Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Conoscere altre culture e favorire la comprensione fra i popoli è tra gli scopi del Lions Clubs International che unisce oltre 48.000 clubs diffusi in tutto il mondo. E a tal fine il Lions Club ed il Leo Club di Modica dal 7 al 14 luglio 2018 stanno ospitando dei giovani studenti tra i 16 ed i 20 anni provenienti da quattro nazioni: Alyse dall’Australia, Steven e dalla Bulgaria, Deniz dalla Turchia e Caterine dal Belgio. La delegazione dei quattro ragazzi è stata accolta a Palazzo San Domenico per un saluto di benvenuto dal sindaco di Modica Ignazio Abbate. E’ seguita una cerimonia in cui il presidente del Lions Club di Modica Luigi Giarratana e la presidente del Leo Club Modica Diletta Ciarcià hanno consegnato ad Alyse, Deniz, Caterine e Steven dei guidoncini del Lions di Modica ed una cartolina commemorativa dell’evento. Nel corso della permanenza a Modica i quattro ragazzi stranieri hanno seguito una dimostrazione della preparazione della cioccolata di Modica presso l’Antica Dolceria Bonajuto, accompagnati dal titolare Pierpaolo Ruta, e visitato il patrimonio monumentale della città anche con una dettagliata visita del Duomo di San Giorgio dove ha suscitato particolare interesse la meridiana del Bernini. La delegazione dei quattro ragazzi ospiti a Modica il 14 luglio si unirà ad altri sessanta ragazzi provenienti da ventidue nazioni per un giro della Sicilia che si concluderà il 21 luglio a Petrosino in provincia di Trapani.
Leggi tutto
nino-minardo

Minardo: proposta di legge per il recupero e la valorizzazione dei centri storici

MODICA (di Elisa Montagno) – Contributi attraverso un fondo per l’accesso al credito per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa e per vari interventi di riqualificazione dei centri storici, in particolare quelli patrimonio Unesco, da parte dei comuni.
Una proposta di legge dell’on. Nino Minardo che ha finalità economico-sociali di rilievo.
“L’intervento economico, sottolinea Minardo, contribuisce alla valorizzazione dei nostri centri storici e favorisce la ripresa economica dell’artigianato locale e delle cose piccole e medie imprese incentivandone l’utilizzo di prodotti e materiali tipici dei luoghi, mentre l’intervento sociale è relativo alla creazione di condizioni favorevoli per tante famiglie e per giovani coppie che vogliono avere una casa di proprietà (prima casa) e per coloro che vogliono investire in strutture turistiche attraverso l’incentivazione e l’agevolazione per il recupero del patrimonio immobiliare.
La proposta di legge mira a garantire, conclude l’on. Minardo, il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini puntando all’innalzamento dello standard qualitativo del tessuto dei nuclei abitativi riqualificando i nostri centri storici che sono stati abbandonati negli ultimi anni ed impedisce il degrado di un patrimonio di grande valore”.
Leggi tutto
Veduta_pozzallo_1

Trofeo del Mare, fervono i preparativi a Pozzallo

POZZALLO (di Elisa Montagno) – Il Comune di Pozzallo accende i riflettori sulla 18esima edizione del Trofeo del Mare. Il sindaco Roberto Ammatuna e Luigi Tussellino, consigliere nazionale Lega navale italiana, presentano con soddisfazione il programma di una 4 giorni ricca di eventi culturali di livello internazionale.
Una rotta lungo un sogno. E’ il claim di questa edizione che torna a Pozzallo dal 26 al 29 luglio. E’ l’edizione della maggiore età, quella in cui saranno raccontate le storie, i respiri, le attese, le ansie e i cambiamenti profondi avvenuti dal 1918 al 2018 in tutti i campi delle conoscenze del cammino civile degli uomini e delle donne del Novecento.
Grande attesa, oltre che dei rappresentanti delle istituzioni, anche da parte di tutti gli uomini del mare, dai vertici nazionali della Lega Navale Italiana alla Marina militare, dalla Guardia costiera a tutti i corpi militari che operano in mare per non parlare del pubblico.
Il premio internazionale “Trofeo del mare Uomini e storie” sarà consegnato sabato 28 luglio a Pozzallo in piazza Municipio. Tutti non vedono l’ora di conoscere i personaggi di ampio spessore che saranno insigniti del premio ad insindacabile giudizio della giuria presieduta dall’archeologo Sebastiano Tusa, oggi anche assessore regionale ai Beni culturali della Sicilia.
Il Trofeo del Mare ha premiato, nel corso degli anni, personalità che si sono distinte per il loro impegno e la loro dedizione nel contesto marinaro e marittimo, ricoprendo diversi ruoli e profondendosi in attività poliedriche e di notevole livello.
Quest’anno gli organizzatori hanno voluto dedicare una giornata a un tema di sicuro interesse: Le donne dei naviganti. Donne che hanno scritto pagine importanti, piene di coraggio e di amore.
La ricerca scientifica condotta da Lucia Trombadore, direttore artistico dell’evento, consentirà di avere chiaro il quadro su chi sono le mogli, le fidanzate, le figlie, le madri, le nipoti dei marittimi, tutte accomunate da saluti troppo brevi, da telefonate dai minuti contati e da cuori poggiati sulla chiglia di una nave.
La magica cornice di piazza Municipio antistante Palazzo La Pira e la scenografia marinara ideata da Davide Savasta con il suo staff di giovani garantirà sicure emozioni.
Il trofeo del mare è il frutto di un percorso di compenetrazione ideale sul “Grande fratello blu” così come voluto dall’ideatore del prestigioso evento, Mimmo Pedriglieri, che grazie al Comune di Pozzallo, alla Lega Navale Italiana e alla Soprintendenza del Mare ha fatto diventare il premio un evento di rilievo nazionale. Basti pensare che, proprio a livello italiano, è uno dei cinque appuntamenti di rilievo della stagione di eventi della Lega Navale Italiana.
A sostenere il premio, dunque, il Comune di Pozzallo, la Lega Navale Italiana, la Regione Siciliana, la Soprintendenza del Mare, la Camera di Commercio del Sud Est, la Confcommercio di Ragusa, oltre a numerosi sponsor.
Leggi tutto
Provincia Ragusa

Più di 1 milione di euro per l’edilizia scolastica

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Un milione e 776 mila euro da parte della Regione siciliana per la verifica antisismica degli edifici scolastici di competenza del Libero Consorzio Comunale di Ragusa.
E’ stata pubblicata la graduatoria provvisoria per l’assegnazione dei contributi per l’esecuzione di indagini diagnostiche e effettuazione delle verifiche sismiche degli edifici scolastici a valere sull’azione 10.7.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020.
Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa aveva detto presentato numerose istanze di finanziamento e dall’esame della graduatoria risultano ammesse tutt’e 48 quelle presentate) per un ammontare complessivo di euro 1.776.225,00. Ad essere interessati da questo finanziamento sono nella quasi totalità tutti gli edifici scolastici di competenza dell’Ente ma il maggiore finanziamento riguarda l’Istituto ‘Galileo Ferraris’ di Ragusa per una somma di 82 mila 756 euro, seguito dall’Istituto Tecnico ‘Fermi’ di Vittoria per 75 mila e 639 euro nonché dall’Istituto Professionale Archimede di Modica per una somma di 62 mila e 505 euro. Ma le indagini diagnostiche e l’effettuazione delle verifiche sismiche interesseranno quasi tutti gli edifici principali degli istituti scolastici e le sezioni staccate.
“Appena verranno notificati gli esiti definitivi dell’approvazione dei progetti – dice il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza – saranno firmate le convenzioni con la Regione siciliana per l’attuazione della misura. Le verifiche interesseranno la stragrande maggioranza degli edifici scolastici di competenza e sarà l’occasione per verificare lo stato di salute dei nostri edifici scolastici, oltre la possibilità di programmare gli interventi necessari per l’adeguamento sismico degli stessi. E’ un primo passo verso la mappatura del rischio sismico e la relativa programmazione finalizzata alla riduzione dello stesso, rendendo più sicure le strutture scolastiche di competenza. Il fatto che su 48 istanze presentate ne sono state finanziate altrettante questo va di sicuro a merito del settore ‘Lavori pubblici e infrastrutture’ diretto dall’ingegnere Carlo Sinatra che ha prodotto questo corposo lotto di progetti”.
Leggi tutto
strisce-blu-625x350

A Scicli nuovi orari strisce blu fino al 31 agosto

SCICLI (di Elisa Montagno) – Da domenica 1 luglio e fino al 31 agosto i giorni e orari di vigenza delle zone blu a Scicli sono modificati, come disposto con delibera della C S. N. 49/2016 (tutti i giorni festivi compresi; orari fino alle 24).
Dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 24,00, compreso i festivi, 50 centesimi per la prima mezzora o frazione, tariffa oraria 0,80 euro. Possibilità di acquisire il diritto di sosta dalle 9,00 alle 20,00 alla tariffa complessiva di 4 euro, e dalle 9,00 alle 24,00 alla tariffa complessiva di 5 euro.
Riduzione del 50% per permessi annuali a tariffa agevolata per titolari e dipendenti di attività commerciali e professionali ubicate nella zona.
Leggi tutto
grest modica

Iniziato il Grest a ‘Crisci Ranni’

MODICA (di Elisa Montagno) – Colori, musica, sorrisi. Parole che aiutano a crescere, abbracci che insegnano a vivere da fratelli. È iniziato, a Crisci ranni, il Grest che si concluderà il 31 luglio. Un centinaio di animatori, quasi 250 i bambini e ragazzi che partecipano ogni giorno alle attività. “Il sogno che guida l’estate a Crisci ranni – spiega Cristian Modica, uno degli animatori di Crisci ranni e coordinatore della rete di condivisione della Caritas diocesana – è rappresentato dalla speranza di crescere insieme nella gioia, nella spensieratezza, nella condivisione delle diversità di ciascuno”. In uno dei luoghi della città che rischiava di rimanere un simbolo di degrado, e che da alcuni anni, grazie a Crisci ranni è esempio di rigenerazione, con tutte le difficoltà che un lavoro come queste richiede, risuona un «canto» di speranza e di futuro. “Obiettivo primario – dice Cristian – è quello di elevare a patrimonio comune di tutti il sorriso dei bambini, gli abbracci con gli adulti, i colori che sprigionano la voglia di estate dopo un anno di fatiche scolastiche. I have a dream…#unacomunitàchecondivide è il tema di quest’anno che richiama il 50° anniversario della morte di Martin Luther King e anche il sogno della nostra vita. Sogno inteso come pensare in grande, realizzare la felicità di ciascuno, contribuire a rendere il mondo più bello e accogliente per tutti. #unacomunitàchecondivide richiama il sussidio pastorale che la diocesi di Noto ha voluto proporre a tutti gli operatori (presbiteri, catechisti, ministri straordinari) legato al passo evangelico della condivisione dei pani e dei pesci del Vangelo di Marco 6, 30-44. Ogni giorno vengono messi in comune il poco di ciascuno (5 pani e 2 pesci) perché possano diventare quel tanto che basta a soddisfare la fame di tutti”. A fine maggio è iniziato il cammino di conoscenza e formazione con più di 100 giovani animatori, che prestano il loro servizio per i piccoli per ‘colorare’ le strade della Vignazza. Sono adolescenti e giovani, tra i 15 e i 20 anni, provenienti da tutte le parti di Modica e hanno deciso di impegnare il proprio tempo per metterlo a disposizione degli altri. Molti sono stati seguiti durante l’anno scolastico attraverso le attività che Crisci ranni e la Caritas hanno proposto loro. Padre Gianni Treglia, Maurilio Assenza, Fra Francesco Bellaera, Emanuele Basile, Riccardo e Barbara, coppia della comunità di Fratel Biagio Conte, hanno condotto gli incontri offrendo ai giovani opportunità di confronto, dialogo e dibattito.
Leggi tutto
sanpietro

Grande festa a Modica per il patrono San Pietro

MODICA (di Elisa Montagno) – Una processione molto partecipata. Con numerosi fedeli e devoti a fare da cornice. E con il grande entusiasmo dei modicani emerso, ancora una volta, nei confronti del patrono. Ieri sera è stato il momento clou della festa di San Pietro apostolo con l’artistico simulacro del Civitelli che è uscito dalla chiesa Madre salutato dal giubilo di centinaia di persone che hanno voluto così sottolineare la propria attenzione nei confronti di una manifestazione religiosa che appartiene al senso di comunità dell’intera città di Modica. Anche quest’anno, poi, si è registrata la processione congiunta dei simulacri dei santi apostoli (ieri cadeva anche la solennità di San Paolo) che ha fornito all’evento un motivo di interesse in più. Già giovedì sera c’era stata la traslazione del simulacro di San Paolo. E ieri sera, subito dopo la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Corrado Lorefice, arcivescovo metropolita di Palermo, i due simulacri sono usciti dalla chiesa Madre ed è stato dato il via alla processione lungo corso Umberto, animata da migliaia di persone presenti in occasione del giorno di festa. La processione è proseguita per via Marchesa Tedeschi con una prima sosta a Santa Maria. Poi, ha fatto ritorno per corso Umberto verso piazza Matteotti e quindi la chiesa di San Paolo dove si è registrata un’altra sosta. La processione è stata accompagnata dalla civica filarmonica Città di Modica diretta dal maestro Francesco Di Pietro. Alla fine, quindi, lo spettacolo pirotecnico, molto apprezzato, e il rientro in chiesa Madre del simulacro di San Pietro che ha chiuso un’edizione dei festeggiamenti tra le più riuscite di questi ultimi anni. Quest’anno, insomma, la comune memoria dei due apostoli, Pietro e Paolo, esprime, anche nella festa, il cammino di unità delle comunità credenti, la cui sorgente resta l’unica mensa eucaristica. E’ stato questo il messaggio che i sacerdoti fra’ Antonello Abbate, parroco dell’arcipretura di San Pietro, don Rosario Rabbito, parroco di San Paolo, e fra’ Emanuele Cosentini hanno deciso di rivolgere alla comunità in occasione dei giorni dedicati alla festa del patrono di Modica caratterizzata da un programma liturgico ricco di contenuti. La partecipazione poi di mons. Lorefice ha reso l’appuntamento spirituale ancora più significativo. La solenne concelebrazione eucaristica, infatti, si è tenuta in una chiesa Madre gremita di fedeli.
Leggi tutto
Veduta_pozzallo_1

Furti con spaccata, Manenti: “Un’altra pronta risposta delle forze dell’ordine”

RAGUSA (di Elisa Montagno) – “Formuliamo i nostri migliori complimenti alle forze dell’ordine, nella fattispecie alla squadra mobile di Ragusa, per essere riusciti a sgominare la banda che, dopo avere dato vita a una sequela di furti con spaccata, aveva gettato nel panico l’intera classe dei commercianti della nostra provincia”. A dirlo è il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, dopo avere appreso degli esiti della nuova operazione portata a termine dalla polizia in queste ultime ore. “Avere assicurato alla Giustizia i presunti responsabili di questi pesanti e gravi episodi – prosegue Manenti – significa che, così come tra l’altro sollecitato da Confcommercio e da tutta la società civile che aveva animato l’iniziativa di sensibilizzazione a Pozzallo dopo il furto con spaccata consumato ai danni di una gioielleria in pieno centro nella notte tra il 7 e l’8 maggio scorsi, una risposta appropriata è arrivata da parte dello Stato. Adesso, naturalmente, auspichiamo che non debbano più ripetersi episodi del genere e che, anzi, i controlli delle forze dell’ordine possano essere orientati sempre di più ad assicurare risposte significative, anche in termini di prevenzione, all’intero territorio ibleo”.
Leggi tutto
MOMNTAGNO

“Mani di questa Terra”, scatti di Caccamo in mostra alla Fondazione Grimaldi

La mostra, affiancata da eventi collaterali che intendono promuovere l’identità territoriale e i suoi valori, è organizzata da Sava & Sava communication con il coordinamento di Salvatore Curcio e Concetto Iozzia e il patrocinio dell’Associazione culturale Franco Ruta.
All’inaugurazione, che si terrà giovedì 28 alle ore 20 (preview per i giornalisti alle ore 18), interverranno l’autore Giovanni Caccamo, il presidente della Fondazione Grimaldi Giuseppe Barone, la scrittrice Lucia Trombadore e Giuseppe Savarino direttore di Sava & Sava communication.
Caccamo ha iniziato la carriera di fotografo per l’agenzia Grazia Neri di Milano. In seguito si è dedicato alla regia di trasmissioni televisive di successo in onda in prima serata sui canali Rai e Mediaset. Regista di spot ed eventi per aziende automobilistiche, bancarie, tessili e di telecomunicazioni italiane ed estere, è autore di libri e mostre fotografiche in tutta Italia.
In “Mani di questa Terra” l’autore espone oltre trenta scatti in bianco e nero che immortalano mani di contadini e artigiani solcate da rughe, callose per la fatica del lavoro, impegnate in abili gesti tramandati da un’antica sapienza. Il suo intento, come scrive Lucia Trombadore nel testo che accompagna la mostra, non è tanto quello di rendere esplicito «il dato descrittivo dell’operazione artistica, cioè l’archiviazione memorialistica di mestieri perduti, di abilità in estinzione, di oblio della tradizione». Ma, piuttosto, quello di esprimere un «dato simbolico e ontologico»: le qualità e le capacità che si esprimono attraverso la manualità, cioè quella «speciale mistura di intelligenza e funzionalità, espressività e sensibilità, elaborazione ideale e manipolazione materiale, attraverso la quale il mondo umano […] si trasforma in un ambiente prodigiosamente plasmato dall’immaterialità dello spirito e dalla corporeità della mano».
Sono previsti, inoltre, quattro eventi (l’8, il 15, il 22 e il 29 luglio alle ore 20) dedicati all’importanza che saperi, mestieri e tradizioni iblee hanno avuto nel lavoro di talenti che onorano il nome di questa terra in tutto il mondo. La mostra potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20.
Leggi tutto
ars 2

Collegato alla Finanziaria, l’appello di Confcommercio alla deputazione iblea

RAGUSA (di Elisa Montagno) Il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, anche nella qualità di vicepresidente regionale dell’associazione di categoria, si unisce all’appello lanciato dal presidente regionale Confcommercio Francesco Picarella all’Ars affinché si possa trovare la giusta intesa sul disegno di legge del cosiddetto “collegato alla Finanziaria”. “Per quanto ci riguarda – sottolinea Manenti – sproniamo la deputazione dell’area iblea, oltre a quella delle altre province naturalmente, ad uscire dallo stallo in cui si trova ormai da troppo tempo. Riteniamo che la discussione ripresa ieri in Assemblea regionale per l’approvazione del “collegato alla finanziaria”, con un atto di responsabilità da parte della politica regionale, debba necessariamente procedere spedita, per fornire finalmente alle imprese siciliane quello strumento finanziario utile a trovare nuove prospettive di sviluppo e di crescita. Non è più il tempo dell’attesa, delle parole o degli annunci. C’è bisogno di strumenti concreti che garantiscano alle imprese di potere sperare nell’avvio di una nuova stagione di rilancio, sotto tutti i punti di vista”.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica