carabinieri005

Arrestato insegnante per tentato omicidio

ACIREALE (Ct) – I carabinieri hanno arrestato a Guardia Mangano, frazione di Acireale, un docente di filosofia di Genova di 47 anni per tentato omicidio e minacce aggravate. L’uomo in via Tonno ha colpito alla testa con una mazza da baseball un vicino di 67 anni al culmine di una lite per un diritto di servitù e poi ha minacciato, dopo essersi barricato in casa, i figli della vittima con un fucile. Sono stati i carabinieri ad ammanettare il 47enne che in casa deteneva legalmente 2 pistole e due fucili ad aria compressa, altre 3 pistole di foggia antica e una balestra. Adesso si trova nel carcere di piazza Lanza. Il ferito, affetto da grave forma di cardiopatia, invece all’ospedale di Acireale.

Leggi tutto
tribunale_palermo

Informazioni a pregiudicati, arrestato impiegato Tribunale

I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno eseguito un ordine di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Claudio Gangi, 56 anni, impiegato nel Tribunale di sorveglianza di Palermo, accusato di induzione indebita a dare o promettere utilità, accesso abusivo a un sistema informatico e millantato credito. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Bernardo Petralia e dal sostituto procuratore Francesca Mazzocco, sono scattate nell’agosto 2015: hanno documentato rapporti frequenti e confidenziali del dipendente con vari pregiudicati e con i relativi familiari, ai quali, in almeno due casi, avrebbe fornito informazioni acquisite dal sistema informatico del Tribunale dietro compenso. L’impiegato si sarebbe introdotto nel sistema informatico dell’anagrafe per carpire un indirizzo e millantando credito nei riguardi di un funzionario dell’Unep (ufficio notificazioni, esecuzioni e protesti) di Palermo si sarebbe fatto promettere del denaro dal titolare di una attività commerciale.

Leggi tutto
polizia9

Cittadinanza a stranieri, 7 misure cautelari nel siracusano

Gli agenti del commissariato di Augusta stanno eseguendo, dall’alba di oggi, sette misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, di aver favorito la concessione della cittadinanza italiana a stranieri che non avevano i requisiti richiesti dalla normativa vigente. Tra gli arrestati anche dipendenti dei comuni di Floridia e di Augusta. I particolari dell’operazione, denominata “Siracusao Meravigliao”, saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa alle 11 nel Tribunale di Siracusa dal procuratore capo Francesco Paolo Giordano, dal sostituto Tommaso Pagano e dalla dirigente del commissariato di Augusta Stefania Marletta.

Leggi tutto
comune pa

A Palermo 8 candidati sindaco e 20 liste

Sono 20 le liste di candidati per il rinnovo del Consiglio comunale depositate a Palermo e i candidati alla carica di sindaco sono otto dopo il deposito a sorpresa della lista che supporta Marco Lo Bue. I candidati sindaco – dice il Comune – con le rispettive liste collegate sono, in ordine di deposito delle liste: – Ciro Lo Monte Lista Siciliani Liberi – Salvatore Ugo Forello Lista Movimento 5 stelle – Fabrizio Ferrandelli Liste: Per Palermo con Fabrizio Palermo prima di tutto Coraggiosi Forza Palermo-Palermo al centro Forza Italia Udc Cantiere popolare – Nadia Spallitta Lista Spallitta-I verdi – Leoluca Orlando Liste: Democratici e Popolari Uniti per Palermo Movimento 139 Alleanza per Palermo Palermo 2022 Mosaico Palermo Sinistra in Comune – Francesco Messina Lista Centro Riformista – Marco Lo Bue Lista Cambiamo Palermo con i palermitani – Ismaele La Vardera Lista Centro Destra per Palermo.

Leggi tutto
Peschereccio

Libero l’equipaggio del motopesca fermato dalla Libia

Il motopesca “Ghibli Primo” fermato due giorni fa dai miliziani libici “può tornare in mare” ed “i membri dell’equipaggio dalle loro famiglie. Liberi”. Lo annuncia in un tweet il ministro degli esteri Angelino Alfano aggiungendo: “ancora un ottimo risultato”. Due giorni fa, intorno alle 9,30 del mattino, il moto pesca “Ghibli Primo”, iscritto al compartimento marittimo di Mazara del Vallo, era stato fermato da miliziani libici a circa 25 miglia nord nord-est dalla zona di Bomba, nell’area di Tobruk. Gli armatori Domenico Asaro e Luciano Giacalone, hanno da subito sostenuto che il loro mezzo stesse navigando in acque internazionali antistanti la Libia. A bordo dell’imbarcazione, di proprietà della società mazarese “Lumifa, si trovavano il comandante Faro Licavoli e altri sei membri dell’equipaggio (tre italiani e tre tunisini).

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica