Inflazione stabile allo 0,5% a gennaio

ROMA (ITALPRESS) – A gennaio l’Istat stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettivita’, al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,1% su base mensile e dello 0,5% su base annua (come nel mese di dicembre). La stima preliminare era +0,6%.

La stabilita’ dell’inflazione e’ effetto di andamenti opposti: da un lato accelerano i prezzi dei Beni energetici non regolamentati (da +1,6% a +3,2%) e dei Servizi relativi ai trasporti (da +1,1% a +2,6%); dall’altro si amplia la flessione dei Beni energetici regolamentati (da -7,8% a -9,6%) e rallentano la loro crescita i prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,3% a +0,9%).

L'”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici si portano entrambe a +0,8%, rispettivamente da +0,6% e da +0,7%.

Il lieve aumento congiunturale dell’indice generale e’ dovuto principalmente alla crescita dei prezzi dei Beni alimentari, sia nella componente lavorata (+1,0%) che non (+0,8%), in parte bilanciata dalla diminuzione dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (-0,4%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (-0,5%). L’inflazione accelera lievemente per i beni (da una variazione tendenziale nulla di dicembre a +0,1%), mentre rimane stabile la crescita dei prezzi dei servizi (+1,0%); il differenziale inflazionistico rimane positivo e pari a +0,9 punti percentuali (era +1 a dicembre).

L’inflazione acquisita per il 2020 e’ pari a zero per l’indice generale e per la componente di fondo.

(ITALPRESS).

sat/com

21-Feb-20 12:18

Fonte: Italpress

Leggi tutto

Da McDonald’s arrivano le spremute di arancia rossa siciliana

CATANIA (ITALPRESS) – Nei McDonald’s arrivano le spremute di Arancia rossa di Sicilia Igp. La multinazionale ha acquistato 500 tonnellate di Arancia Rossa dai produttori locali, grazie a una partnership con l’azienda catanese Oranfrizer, leader in Italia per la distribuzione di agrumi. Saranno piu’ di 700.000 le spremute che saranno servite nei McCafe’ di tutta Italia.

L’Arancia Rossa di Sicilia IGP e’ un frutto unico al mondo per colore e gusto. La leggenda vuole che sia il soffio dell’Etna a determinare le sue straordinarie caratteristiche. Il microclima tipico del territorio dove viene coltivata la rende cosi’ speciale. Alle pendici dell’Etna la forte escursione termica, assieme al freddo notturno, determinano la pigmentazione delle abbondanti antocianine che conferiscono il tipico colore rosso alla polpa. A questa arancia l’Europa ha riconosciuto l’Identificazione Geografica Protetta gia’ nel 1996.

“La scelta di McDonald’s di inserire all’interno dell’offerta di McCafe’ una vera eccellenza del Made in Italy come l’Arancia Rossa di Sicilia IGP rafforza il nostro legame con il territorio siciliano, e rientra nell’impegno dell’azienda per la promozione del comparto agroalimentare italiano. E’ una nuova e importante tappa del lungo percorso che abbiamo intrapreso oltre 10 anni fa con i Consorzi di Tutela delle materie prime DOP e IGP”, dice Giorgia Favaro, direttore Marketing di McDonald’s Italia.

“Siamo davvero orgogliosi della relazione che ci lega da oltre dieci anni a McDonald’s”, dice Nello Alba, amministratore Unico di Oranfrizer.

L’iniziativa e’ stata presentata a Catania. Tra gli ospiti la giovane ginnasta catanese Carlotta Ferlito.

Oltre che in Sicilia, McDonald’s collabora con i produttori locali in tutta Italia da oltre 10 anni, e solo quest’anno acquistera’ piu’ di 1.000 tonnellate di ingredienti DOP e IGP.

(ITALPRESS).

abr/com

20-Feb-20 15:07

Fonte: Italpress

Leggi tutto

Lavoro, nel 2019 trend occupazionale in decelerazione

ROMA (ITALPRESS) – Nel 2019, secondo i dati Inps, complessivamente le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, sono state 7.171.000. Rispetto al 2018 sono aumentati i contratti a tempo indeterminato, di apprendistato, stagionali e intermittenti; sono risultati invece in diminuzione i contratti a tempo determinato e quelli in somministrazione. Nel 2019 e’ proseguito il trend di incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato. Nel complesso del 2019 le trasformazioni da tempo determinato sono risultate 706.000 (+170.000 sul 2018, +31,8%). Le cessazioni nel complesso sono state 7.010.000, in diminuzione rispetto all’anno precedente: la riduzione ha riguardato le cessazioni di contratti in somministrazione e di rapporti a termine. Il saldo annualizzato risulta positivo e pari a +161.000, ma inferiore sia a quello registrato alla fine di novembre (+170.000) sia a quello registrato alla fine di dicembre 2018 (+375.000). Il trend occupazionale, pertanto, pur rimanendo tuttora positivo, risulta in decelerazione. La consistenza dei lavoratori impiegati con contratti di prestazione occasionale, a dicembre 2019 si attesta intorno alle 20.000 unita’ (in calo rispetto allo stesso mese del 2018); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 275 euro.

(ITALPRESS).

ads/com

20-Feb-20 12:23

Fonte: Italpress

Leggi tutto

Si e’ fermata l’emorragia di lettori dei giornali

ROMA (ITALPRESS) – Media a stampa ancora in crisi, ma sembra essersi fermata l’emorragia di lettori. Quelli dei quotidiani, che nel 2007 erano il 67,0% degli italiani, si sono ridotti al 37,3% nel 2019, praticamente gli stessi di un anno prima (il 37,4% nel 2018). Le edizioni online dei giornali si attestano a una quota di utenza pari al 26,4% (la stessa di un anno fa: +0,1%). Nel campo dei periodici, flettono leggermente i settimanali (il 30,1% di lettori, -0,7% in un anno) e tengono i mensili (il 27,4% di lettori: +0,9%). Gli aggregatori di notizie online e i portali web d’informazione sono consultati dal 51,6% degli italiani, con una crescita del 5,5% rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge dal 16° Rapporto sulla comunicazione del Censis, presentato oggi a Roma presso la sala Zuccari del Senato.

Anche i lettori di libri in Italia continuano a diminuire anno dopo anno. Se nel 2007 il 59,4% degli italiani aveva letto almeno un volume nel corso dell’anno, nel 2019, evidenzia il Censis, il dato e’ sceso al 41,9%, ma sembra essersi fermata la caduta, dal momento che il dato risulta stabile rispetto all’anno precedente (-0,1%). Ne’ gli e-book (letti solo dall’8,5% degli italiani, con una variazione nulla in un anno) hanno compensato la riduzione dei lettori.

(ITALPRESS).

fsc/com

20-Feb-20 11:56

Fonte: Italpress

Leggi tutto

Operazione contro abbonamenti pirata pay tv, Lega A e B soddisfatte

MILANO (ITALPRESS) – Le Leghe di serie A e B hanno espresso soddisfazione per il lavoro della Guardia di Finanza che ha portato all’identificazione e alla denuncia all’autorita’ giudiziaria di 223 persone, responsabili di aver acquistato abbonamenti pirata su internet che consentivano di vedere i contenuti delle principali piattaforme televisive a pagamento. Si tratta della prima volta in Italia e i “fruitori” rischiano otto anni di reclusione e una multa di 25.000 euro. “Sono assolutamente convinto che questa sia la strada da percorrere. Chi acquisisce immagini senza pagare diritti non solo fa un danno al sistema calcio, ma anche al Paese, perche’ commette un reato. E’ un segnale giusto, speriamo possa prevenire in futuro altre condotte anti-giuridiche di questa gravita’” le parole all’Italpress del presidente della Lega di serie B Mauro Balata. “Per fortuna viviamo in un Paese civile, in cui chi sbaglia paga. Complimenti alla Guardia di Finanza e all’Autorita’ giudiziaria per il grande risultato conseguito con questa operazione. Da mesi la Lega Serie A ha dichiarato guerra alla pirateria perche’ e’ un fenomeno criminale alimentato spesso da utenti inconsapevoli del reato che stanno commettendo e delle gravi conseguenze cui vanno incontro.

Per la prima volta sono stati denunciati oltre duecento consumatori finali, questo fatto rappresenta una svolta epocale nella lotta contro questa piaga, a tutela di tutti i club e dei tifosi che onestamente si abbonano per seguire le partite del nostro campionato” le parole dell’ad della Lega di serie A Luigi De Siervo.

(ITALPRESS).

gm/red

19-Feb-20 14:58

Fonte: Italpress

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica