In aumento la spesa dei turisti inglesi in Italia

ROMA (ITALPRESS) – Nel primo semestre 2019 la spesa dei viaggiatori dal Regno Unito in Italia e’ di 1,7 miliardi di euro, in crescita del 15,6% sullo stesso periodo del 2018. La spesa pro-capite a notte e’ di 106 euro. Si sceglie di restare in Italia almeno 5 giorni, in particolare al Sud per visitare Matera, la Sicilia e gustare le eccellenze enogastronomiche laziali, toscane, piemontesi e pugliesi. L’Italia va alla conquista di Londra: Enit-Agenzia Nazionale del Turismo “decora” la citta’ con la campagna massiva “Live the beauty, you are in Italy”, diffusa in tutti gli aeroporti internazionali e all’ExCeL Exhibition Centre.

Inoltre 170 taxi brandizzati “Italia” rilasceranno ricevute con il logo dello Stivale. Il circuito di Westmister, con quasi 40 display a Londra trasmettera’ in loop le immagini del Bel Paese che saranno visibili anche negli aeroporti di Luton, Gatwick ed ovviamente Heathrow.

Enit anticipa cosi’ parte dei festeggiamenti dei 100 anni dell’Agenzia Nazionale del Turismo che culmineranno a novembre in Italia. Ci saranno la Black Box Band di Daniele Davoli e Dj Albertino sul rooftop dello Sky Garden di Londra il 4 novembre prossimo in occasione della fiera Wtm (World Travel Market London), il principale evento mondiale per l’industria dei viaggi che mette in comunicazione i professionisti del settore attraverso una rete globale di opportunita’ personali e commerciali.

(ITALPRESS).

sat/com

21-Ott-19 11:11

Fonte: Italpress

Leggi tutto

SAVE THE CHILDREN, IN 10 ANNI TRIPLICATI MINORI POVERI

ROMA (ITALPRESS) – Negli ultimi dieci anni il numero dei minori che vivono in poverta’ assoluta, senza i beni indispensabili per condurre una vita accettabile, e’ piu’ che triplicato, passando dal 3,7% del 2008 al 12.5% del 2018. Oggi sono oltre 1,2 milioni.

Un record negativo che ha visto un netto peggioramento negli anni piu’ duri della crisi economica, tra il 2011 e il 2014, in cui il tasso di minori in condizioni di poverta’ e’ passato dal 5 al 10%, trasformando un fenomeno circoscritto in una vera e propria emergenza. Solo nel 2018, ben 453.000 bambini di eta’ inferiore ai 15 anni hanno dovuto beneficiare di pacchi alimentari. La poverta’ dei minori si riflette anche sulle difficili condizioni abitative in cui molti di loro sono costretti: in un paese in cui circa 2 milioni di appartamenti rimangono sfitti e inutilizzati, negli anni della crisi il 14% dei minori ha patito condizioni di grave disagio abitativo. Questi alcuni tra i dati messi in luce dal X Atlante dell’infanzia a rischio di Save the Children. La pubblicazione a cura di Giulio Cederna e dal titolo evocativo “Il tempo dei bambini”, fa il bilancio della condizione dei bambini e adolescenti in Italia negli ultimi dieci anni e viene presentata quest’anno contemporaneamente in dieci citta’ italiane (Roma, Milano, Torino, Udine, Ancona, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Catania e Sassari) in occasione della nuova edizione della campagna “Illuminiamo il futuro” per il contrasto alla poverta’ educativa.

L’Italia, secondo il rapporto, continua a non avere un Piano strategico per l’infanzia e l’adolescenza, investe risorse insufficienti in spesa sociale, alimentando gli squilibri esistenti nell’accesso ai servizi e alle prestazioni, condannando proprio i bambini e le famiglie piu’ in difficolta’ ad affrontare da sole, o quasi, gli effetti della crisi.

(ITALPRESS).

vbo/com

21-Ott-19 08:45

Fonte: Italpress

Leggi tutto

Caporalato: Catalfo, 85 milioni per combattere fenomeno

“Una delle prime azioni e’ stata quella di insediare il tavolo per il caporalato”

“Da ministro, una delle prime azioni e’ stata quella di insediare il tavolo per il caporalato e abbiamo stanziato gia’ 85 milioni di euro che vanno dall’aiuto per trovare un alloggio ai trasporti”. L’ha detto Nunzia Catalfo, ministro per il Lavoro e le politiche sociali, intervenuta alla Camera di Commercio di Messina al convegno dell’Ente bilaterale terziario (Ebt) su “Lavoro e opportunita’: dumping contrattuale e contrattazioni di secondo livello”.

Leggi tutto

Sanita’: cresce spesa in Sicilia, ma e’ la piu’ bassa del Paese

Tra il 2013 e il 2018, e’ cresciuta piu’ della media nazionale (+2% contro l’1,3%)

PALERMO – La spesa sanitaria in Sicilia, tra il 2013 e il 2018, e’ cresciuta piu’ della media nazionale (+2% contro l’1,3%) ma resta comunque al di sotto del sistema Paese. Nell’isola la spesa pro capite e’ pari a 1.848 euro, a fronte della madia nazionale che e’ di 1.922 euro.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica