Nuove strategie organizzative e nuovo rilancio per Confcommercio provinciale Ragusa

Conferenza stampa nella sede di via Roma

RAGUSA (di Elisa Montagno) – “A due anni dall’insediamento (luglio 2017) della nuova governance di Confcommercio provinciale Ragusa, il compito della nuova compagine dirigenziale nell’ambito dell’organizzazione non è stato tanto quello di delineare una piattaforma politica, bensì quello di finalizzare il mandato calandosi in una verifica su ciò che è stato realizzato e su come si è sviluppato il lavoro nella nostra provincia anche in attuazione degli indirizzi che l’associazione aveva individuato”.Lo ha detto questa mattina il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, presentando il nuovo percorso di rilancio dell’associazione datoriale di categoria.

Leggi tutto

Il sindaco David Apap Agius del borgo maltese Gharb in visita a Ragusa

E’ stato ricevuto a palazzo dell’Aquila dal sindaco Cassì

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Visita di cortesia al Comune di Ragusa di David Apap Agius, sindaco di Gharb, borgo dell’isola maltese di Gozo. L’ospite è in questi giorni a Ragusa in occasione della manifestazione di artisti di strada “Ibla Buskers”, molto conosciuta e particolarmente apprezzata anche nella vicina isola di Malta.

Leggi tutto

Il modicano Piergiogio Barone riceve il Premio Honos 2019

Nella sezione Letteratura e Ricerca

MODICA (di Elisa Montagno) – Venerdì sera nella splendida e barocca cornice del Consorzio Universitario per il Mediterraneo Orientale, Palazzo della cultura “Guavanti”, a Noto, organizzato dall’Associazione Culturale Honos, è stato conferito il “Premio Honos 2019” al modicano Piergiorgio Barone, nella sezione Letteratura e Ricerca, “per l’alto impegno, encomiabile nell’aver compiuto ricerche e studi sul valore poetico di Giorgio Pier Martorina…”.

Leggi tutto

Rifiuti: incendi nell’agrigentino. Il Sindaco di Canicattì : “C’è strategia criminale”

Appello Di Ventura, ‘Istituzioni e forze ordine ci aiutino, da soli non possiamo contrastare scempio’

CANICATTI’ -Dietro gli incendi che si susseguono all’interno degli impianti in cui vengono depositati i rifiuti a Canicattì, nell’Agrigentino, non c’è una “mera fatalità”, ma “una precisa strategia criminale”. Né è convinto il sindaco Ettore Di Ventura, che stamani ha inviato una lettera al governatore siciliano, Nello Musumeci; al prefetto di Agrigento, Dario Caputo; al presidente della commissione Territorio e ambiente dell’Assemblea regionale siciliana; Giusy Savarino; all’Arpa Sicilia per accendere i riflettori sui “preoccupanti incendi di rifiuti che da mesi si verificano in città e che stanno minando la salubrità dell’ambiente con gravi conseguenze per la comunità canicattinese e l’immagine di questa città”. L’ultimo rogo è divampato mercoledì scorso nel centro di contrada Calandra, già sottoposto a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria. “Tutto quello che è di competenza di questa Amministrazione – scrive il primo cittadino – è stato fatto, ma oggi più che mai urge la collaborazione di tutte le Istituzioni e di tutti gli Enti affinché si faccia chiarezza sui frequenti episodi di incendi nelle aree circostanti il nostro centro abitato”. Da mesi il Comune è impegnato a fronteggiare l’emergenza rifiuti causata “soprattutto dall’abbandono indiscriminato” dentro e fuori il centro abitato. Grazie al controllo effettuato da gruppi di lavoro costituiti da dipendenti comunali, operatori ecologici, vigili urbani, carabinieri, poliziotti, guardie ambientali e con l’ausilio delle telecamere, “possiamo constatare un rallentamento del fenomeno – spiega il sindaco -. Tuttavia nelle ultime settimane si assiste al diffuso fenomeno di incendi all’interno degli impianti dove vengono depositati frazioni e parti dei rifiuti raccolti.

FONTE: Adnkronos

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica