Torna a Modica la mostra fotografica “Donna iraniana racconta donna iraniana”

Dal 3 al 25 agosto saranno gli oltre 150 scatti di fotografe iraniane ad altrettante connazionali a donare agli spettatori uno sguardo diverso sul loro paese

MODICA (di Elisa Montagno) – Un viaggio nei colori dell’Iran, nella sua anima contraddittoria che affascina chi la osserva. Come affascina la mostra che racconta le sfumature di vita di una terra spesso non capita, passato e presente che lasciano intravedere un futuro sperato, ma ancora lontano. Dopo il grande successo dello scorso giugno, torna all’ex Convento del Carmine a Modica la mostra fotografica “Donna iraniana racconta donna iraniana”. Dal 3 al 25 agosto saranno gli oltre 150 scatti di fotografe iraniane ad altrettante connazionali a donare agli spettatori uno sguardo diverso sul loro paese: talvolta più crudo, ma certamente più veritiero.L’allestimento è organizzato dalla Fondazione Teatro Garibaldi, con il patrocinio del Comune di Modica, e curato da Najme Arshadi, dal prof. Paolo Nifosì, da Tonino Cannata, sovrintendente della Fondazione, e con la collaborazione di Hamid Tabaei e Stephanie Johnson.La donna, la sua femminilità, che in Iran ha tutta un’altra connotazione rispetto a quella a cui la cultura occidentale è avvezza, al centro di oltre 100 fotografie: ora la sposa, ora la moglie, ora la madre, ora la figlia, l’essenza dello spirito femminile è colta con autenticità e schiettezza, rivelando segreti, sogni, paure e timori di un’intera società.Una mostra da non perdere, che già nelle scorse settimane di esposizione sempre all’ex Convento del Carmine di Piazza Matteotti a Modica ha riscosso ampio apprezzamento di critica e di pubblico, con grande soddisfazione da parte di tutti i curatori, del direttore artistico delle stagioni di musica e prosa del Teatro Garibaldi Giovanni Cultrera e del presidente della Fondazione, il sindaco Ignazio Abbate.

Leggi tutto

Modica, presentato il Distretto del Cibo del Sud-Est

La nuova realtà è stata voluta dalla Camera di Commercio del Sud-Est  e curata dal Gal Terra Barocca

  MODICA (di Elisa Montagno) – E’ stato presentato in conferenza stampa il Distretto del Sud-Est Sicilia “Etna – Val di Noto”. La nuova realtà voluta dalla Camera di Commercio del Sud-Est e curata dal Gal Terra Barocca, presenta da subito numeri molto importanti che la candidano a leader tra i distretti creati in Italia.

Leggi tutto

“I Tesori di Modica Costa a Costa”: passeggiata a Modica

Iniziativa del Lions Club di Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Lions Club di Modica, per valorizzare il centro storico della Città di Modica, è lieto di invitarvi a “I Tesori di Modica edizione 2019: Costa a Costa”; una passeggiata alla scoperta del quartiere Costa, il più antico quartiere di Modica, situato alla destra del Duomo di San Giorgio.

Leggi tutto

Inquinamento costiero: il Sindaco di Modica chiede controlli

Il Primo Cittadino ha scritto una missiva al Direttore Generale dell’Asp e al Direttore del Laboratorio di Sanità Pubblica di Ragusa

MODICA (di Elisa Montagno) – In merito all’operazione effettuata qualche giorno fa da Legambiente con l’ausilio di Goletta Verde a largo della spiaggia di Arizza, interviene oggi il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate per chiedere che tali controlli vengano estesi al resto della zona costiera iblea.

Leggi tutto

Domenica sarà presentato il nuovo libro di Stefano Iannaccone “Sotto tiro”

Al Circolo velico “Anemos” di Scoglitti, 

SCOGLITTI (di Elisa Montagno) – Sensibilizzare l’opinione pubblica e i lettori sul fenomeno, sempre più diffuso, dell’utilizzo di armi in Italia. E’questo lo scopo di “Sotto tiro”, la nuova fatica editoriale di Stefano Iannaccone. Il libro sarà presentato direttamente dall’autore domenica 28 luglio alle ore 20 presso il Circolo velico “Anemos” di Scoglitti, nell’ambito di una iniziativa promossa dall’associazione “EvViva” con la collaborazione di “People”.

Leggi tutto
Andrea Camilleri

Il Sindaco di Scicli spiega cosa ha rappresentato Camilleri per la “Vigata televisiva”

Camilleri era stato insignito del premio Scicli

SCICLI ( di Elisa Montagno) – “Camilleri è la Sicilia”. Il sindaco di Scicli Enzo Giannone esordisce così a pochi minuti dalla notizia della morte di Andrea Camilleri. “La cultura italiana deve molto a Camilleri, per quanto certi ambienti lo abbiano snobbato come intellettuale e come scrittore. Camilleri è stato un stato un grande scrittore per una ragione semplice. Se un romanziere riesce, con la propria opera, a raggiungere milioni di persone, invogliandole a leggere, significa che ha raggiunto il suo scopo. Camilleri era stato insignito del premio Scicli, per quello che ha fatto per la nostra città. Camilleri è la Sicilia, la Sicilia che riesce ad avere un afflato europeo, perché la cultura riesce a elevare questa terra, che per molti aspetti è ancora una terra maledetta. Camilleri è riuscito a innalzare la Sicilia e a portarla ai livelli della sua tradizione millenaria”. Lo scrittore siciliano era stato insignito del Premio Scicli nella sua casa romana di via Asiago nell’ottobre del 2010, quando il sindaco pro tempore gli consegnò il Leone di Bronzo, simbolo della città. Alla delegazione sciclitana Camilleri spiegò di essere stato lui, fra gli altri, a suggerire, nel 1998, Scicli come location per il Commissario Montalbano, facendo diventare la cittadina barocca la Vigata televisiva. La ragione era semplice: Scicli è stata in gran parte preservata dalla cementificazione selvaggia degli anni Settanta, che tanta parte di Sicilia e di Italia ha trasformato rovinandola. L’altro legame con Scicli di Camilleri è con Piero Guccione, scomparso lo scorso ottobre. Una delle figlie di Camilleri veniva a Scicli in villeggiatura e portava i nipotini da Piero Guccione. “Ho chiesto a Piero Guccione di fare il nonno supplente per me in Sicilia”, raccontò Andrea.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica