giornata-mondiale-aids

Modica, Giornata mondiale contro l’Aids

MODICA (di Elisa Montagno) – Nella divisione di Malattie Infettive dell’Ospedale Maggiore di Modica, in occasione della Giornata Mondiale, il 1° dicembre, contro l’Aids apre le porte dell’ambulatorio del Reparto, dalle 10 alle 13, per informazioni, distribuzione di dépliant informativi e, eventualmente, per sottoporsi al test antiHiv per verificare la sieropositività.
«Oggi, grazie ai farmaci in commercio, si può curare la malattia con buoni risultati. Ricordo che il virus HIV non si trasmette nella normale vita di relazione: in piscina, in palestra, al bar o al cinema» ha sottolineato il dr. Antonio Davì.
La Giornata celebrativa ha lo scopo di far aumentare la coscienza e le informazioni intorno alla malattia causata dal virus HIV. L’idea di una Giornata mondiale ad hoc risale al 1988, durante il summit mondiale dei ministri della sanità sui programmi per la prevenzione dell’AIDS ed è stata adottata da governi, organizzazioni internazionali ed associazioni di tutto il mondo.
Leggi tutto
chiesa mondoi

Modica, il “rapporto Chiesa-mondo” apre il ciclo di conversazioni etiche

MODICA (di Elisa Montagno) – Si è aperto ieri sera a Modica presso la Parrocchia Madonna delle Lacrime, il ciclo di conversazioni su tematiche etiche per una formazione al sociale, guidato da Domenico Pisana, docente di Teologia morale e Vice Direttore dell’Ufficio IRC della Diocesi di Noto. La prima relazione ha avuto come tema “Il rapporto chiesa-mondo alla luce della Dottrina sociale della Chiesa”.
Dopo l’introduzione del parroco moderatore don Michele Fidone, l’intervento di Pisana ha avuto come nucleo centrale l’attenzione all’evoluzione storica del rapporto Chiesa mondo in 2000 anni di cristianesimo e alla nuova coscienza della propria identità e missione che la Chiesa ha sviluppato soprattutto con il Concilio Vaticano II per fare uscire la fede cristiana e la religione da una visione privatistica.
Il relatore ha evidenziato, in particolare, il concetto di Dottrina sociale della Chiesa a partire dalla Rerum Novarum di Leone XIII, per arrivare a Giovanni XXIII e al magistero di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI e al concetto di “Chiesa in uscita” dell’attuale Pontefice Francesco; si è altresì soffermato sul fatto che “la Chiesa non è estranea al mondo, non lo giudica da una posizione di superiorità, ma partecipa delle sue ansie e condivide i suoi problemi, atteso il fatto che l’esperienza di Dio nella Chiesa non deve mai avere una funzione narcotizzante o di disimpegno nei confronti delle risposte sociali e politiche”.
Gli intervenuti hanno animato la conversazione con le loro domande ed interventi, ponendo l’accento sul fatto che la comunità cristiana non deve mai perdere di vista lo scopo per cui Gesù ha istituito la Chiesa, che è quello di evangelizzare il mondo attraverso l’annuncio della Parola, la relazione con Cristo nella celebrazione della liturgia e la testimonianza della carità.
Il secondo appuntamento in programma sarà il 18 dicembre alle 19, sul tema: “La dimensione sociale dell’uomo e le diverse visioni antropologiche a confronto con l’esperienza di Cristo”.
Leggi tutto
Winner Hill

Modica, progetto educativo “Affettività è/e Vita”

MODICA (di Elisa Montagno) -Il Club Inner Wheel Ragusa Contea di Modica ha proposto per l’anno sociale 2018/19 un progetto educativo, dal titolo ”Affettività è/e Vita”. L’ iniziativa si proponeva lo sviluppo di un dialogo formativo sulla natura e la gestione della sfera emotiva, sulla relazione con l’altro e sull’affettività amorosa al fine di prevenire, ridurre, scongiurare, tanta sofferenza e tanti destini fallimentari. Gli incontri, sviluppati dal Laura Pisana, hanno coinvolto gli studenti delle classi quarte dell’istituto di istruzione superiore “Verga” di Modica nei mesi di Ottobre e Novembre.
Leggi tutto
guido cicero

Guido Cicero al centro del V Appuntamento del Caffè Letterario Quasimodo

MODICA (di Elisa Montagno) – Sarà dedicato all’arte contemporanea il prossimo sabato letterario del Caffè Quasimodo di Modica, che si terrà sabato 1° dicembre, alle ore 17,30, nell’Auditorium del Palazzo della Cultura.
Al centro della serata l’artista modicano Guido Cicero fra trasfigurazione e dinamismo, le cui opere saranno illustrate dal critico d’arte Carmelo Arezzo, e da Gioia Cativa, storico e critico d’arte, i quali metteranno a fuoco temi e tecniche della pittura di Cicero, che “con la tavolozza e i pennelli tramuta il colore in emozione”, come afferma il critico d’arte Giorgio Gregorio Grasso.
All’incontro, che sarà introdotto dal Presidente del Caffè Letterario Quasimodo, Domenico Pisana, porteranno il loro saluto il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, e l’assessore alla cultura Maria Monisteri.
“Dedichiamo questo appuntamento a Guido Cicero, afferma Domenico Pisana, perché la sua arte ha avuto, rispetto alle sue esperienze pittoriche precedenti, una dinamica evoluzione ed un crescendo ove l’armonia e la creatività innovativa risaltano in modo evidente, costruendo sulla tavolozza un mondo di colori e di figure che fanno vibrare l’anima dell’osservatore. La sua recente partecipazione a “Lo stato dell’arte” alla 57^ Biennale di Venezia presso il Padiglione Armenia Palazzo Zenobio, ha del resto confermato questa sua ascesa progressiva verso una pittura visionaria e ricca di movimento e immaginazione creativa”.
Il Trio Musicale composto da Georges Cannizzaro , Lino Gatto e Carmelo Melilli arricchirà la serata con intermezzi musicali.
Leggi tutto
Uccio Barone

Uccio Barone è il nuovo direttore onorario della biblioteca comunale

MODICA (di Elisa Montagno) – La Biblioteca Comunale “Salvatore Quasimodo” di Modica ha un nuovo Direttore Onorario. A ricoprire questa importante carca sarà il professore Uccio Barone, stimato studioso ed intellettuale, profondo conoscitore della storia cittadina ed autore di numerosi saggi custoditi all’interno della biblioteca stessa. “L’Amministrazione – dichiara il Sindaco – ha ritenuto che la biblioteca civica, per la sua nuova veste, dimensione e ruolo, necessiti di una gestione non solo burocratica, incentrata principalmente sugli aspetti gestionali, ma anche di una direzione tecnico-scientifica mediante la figura di un Direttore scientifico con il compito di promuovere per la Biblioteca civica un ruolo di protagonista e punto di riferimento nel ricco panorama culturale modicano, caratterizzato da forte fermento e dalla presenza di numerose associazioni culturali che chiedono all’Ente interlocuzione, promozione e coordinamento delle molteplici iniziative; a lui il compito di curare al meglio l’implementazione del patrimonio librario e la promozione del Fondo Antico, che vanta molti testi antichi e preziosi di cui vanno studiati termini e modalità di fruizione e divulgazione. Sicuro dell’ottima scelta fatta, come dimostrano sia la gestione della Fondazione Grimaldi a lui affidata già da diversi anni sia il suo lungo curriculum, voglio fare i migliori auguri di un buon lavoro al prof. Barone per questa sua nuova sfida professionale”.
Leggi tutto
indovinelli racconti

Indovinelli, tradizioni, racconti, per il sabato letterario del Caffè Quasimodo

MODICA (di Elisa Montagno) – Un ottimo intervento sulle tradizioni popolari, il dialetto, gli indovinelli, i racconti, i modi di dire e i proverbi a cura di Grazia Dormiente, poetessa ed entnoantropologa , ha fatto da cornice allo scorso sabato letterario del Caffè Quasimodo , che ha messo in risalto il valore del dialetto e della cultura popolare degli Iblei, attraverso una lettura di opere di autori locali: Gino Armenia, Peppino Burgio, Giovanni Ragusa e Astrid Ragusa, e Giovanni Stracquadanio.
Non è certo una letteratura minore quella che si è voluto mettere al centro della serata, atteso che – come ben ha evidenziato la Dormiente – il 17 ottobre del 2013 la Conferenza Generale dell’Unesco ha approvato la convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, per la tutela della cultura tradizionale e del folclore del nostro pianeta.
Il pericolo di una estinzione sarebbe davvero una perdita, ecco perché dando spazio a questi autori si è voluto lanciare il messaggio che occorre continuare a “tenere vivi , come affermato da Grazia Dormiente, i tratti linguistici da cui promana ancora l’arguzia, la creatività e la sonorità della tradizione orale”.
Un pubblico attento e coinvolto ha ascoltato le declamazioni di poesie, proverbi, aforismi, filastrocche, indovinelli fatte dagli stessi autori dei volumi al centro della serata, e anche da due poeti del Caffè Quasimodo, Gianni Di Giorgio e Carmelo Di Stefano.
Ai ‘nniminagghi(indovinelli) del modicano Gino Armenia, “contrassegnati da versi facili e a volte rimati, evocanti il gioco allusivo e traslato nel doppio senso”, si sono alternati gli aforismi del monterossano Peppino Burgio, i quali – ha evidenziato Grazia Dormiente – “si soffermano sul bene e sul male , su verità e menzogna, su potere e politica”. Incisivi anche i racconti del modicano Giovanni Ragusa(detto Nanninu), letti dalla figlia Astrid, racconti accompagnati da una serie di ricette della nostra tradizione in parte sconosciute, come pure affabulanti sono stati i testi poetici e proverbiali e le filastrocche di Giovanni Stracquadanio, la cui raccolta “ è meritoria – ha concluso Grazia Dormiente – poiché attesta la persistenza di modi di dire, sottratti alla smemoratezza dei più”.
“ Abbiamo voluto dedicare una serata dei nostri appuntamenti – ha affermato Domenico Pisana, Presidente del Caffè Quasimodo, – ad alcuni cultori ed appassionati delle nostre tradizioni iblee, al fine di far risaltare come dentro questo mondo siano presenti realtà valoriali che non vanno perdute nel tempo, e per non cancellare quella memoria storica che spesso si conserva proprio in questi detti popolari, nei miti, nelle leggende e nei racconti degli anziani, che rappresentano certamente delle fonti orali di umana sapienza da non consegnare all’oblio ma da valorizzare”
La serata, coordinata dalla poetessa Antonella Monaca, è stata arricchita dal Duo Coppola, composto da Enza Strazzulla alla chitarra e Giuseppe Coppola alle percussioni, che ha appassionato gli intervenuti con canti popolari molto belli, ricchi di passionalità e molto in sintonia con le opere presentate.
Leggi tutto
Rotary pozzallo ispica

Inaugurata la sede del Rotary Club Pozzallo-Ispica

ISPICA (di Elisa Montagno) – È stata inaugurata ad Ispica, alla Madonna delle Grazie, la sede del Rotary club Pozzallo-Ispica.
Un salone messo a disposizione da Don Salvo Bella.
Alla presenza del Sindaco di Ispica, Pierenzo Muraglie, del Presidente Rino Galfo, dello stesso Don Salvo, dell’assistente del governatore Giorgio Lo Magno e dei soci del club, è stata svelata la targa con la successiva cerimonia di consegna.
Leggi tutto
euroform

Euroform Modica apre le celebrazioni della giornata mondiale contro la violenza sulle donne

MODICA (di Elisa Montagno) – Una significativa cerimonia ha dato il via alle celebrazione e alle iniziative che si susseguiranno nei prossimi giorni per ricordare degnamente la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne. Protagonisti di questa “anteprima” gli studenti della Scuola Euroform che, sotto il coordinamento dei docenti Dalila D’Amico, Vanessa Sortino, Valentina Occhipinti, Federica Gisana e Giuseppe Ragona, hanno realizzato tantissimi lavori che sono riusciti a catturare l’attenzione della vasta platea che ha assistito. Dopo il saluto iniziale del Direttore, Rosario Salamone, si sono susseguiti gli autorevoli interventi del Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, dell’Assessore all’Istruzione, Maria Monisteri e del Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Modica, Capitano Francesco Ferrante. Quest’ultimo si è mostrato molto sensibile all’argomento ed ha illustrato ai ragazzi le metodologie di intervento dei Militari in situazioni al limite portando anche una toccante testimonianza legata ad una sua precedente esperienza lavorativa. E’ stata quindi la volta dello sportello antiviolenza “Fuori dall’Ombra” che da cinque anni rappresenta un punto di riferimento sul territorio per tutte quelle donne che devono fronteggiare giornalmente episodi di violenza. A rappresentare lo sportello l’avvocata Giusi Conti e le assistenti sociali Laura Galota e Silvana Tasca. É stata spiegata l’importanza dello Sportello e l’iter che si segue dal primo approccio alla soluzione del problema, il tutto in maniera totalmente gratuita e soprattutto anonima. Dopo gli interventi dei relatori è stata la volta dei ragazzi che già nei giorni precedenti avevano realizzato cartelli e scarpe rosse in polistirolo (simoblo universale della lotta alla violenza sulle donne) per addobbare la sala conferenze dell’Istituto di Istruzione superiore che festeggia in questi giorni il terzo anno di attività a Modica. Otto ragazze di varie classi hanno letto prima alcuni monologhi tratti dal libro “Ferite a morte” di Serena Dandini nei quali le donne vittime, uccise dall’uomo si raccontano e raccontano le loro storie in un immaginario al di là. Quindi le letture delle poesie tratte dal Cantico dei Cantici, dalla Vita Nova di Dante e dall’opera di Alda Merini. La mattinata si è conclusa con la proiezione di un cortometraggio a tema girato, interpretato e montato dagli stessi studenti Euroform. “Voglio complimentarmi con tutti gli studenti – commenta il Direttore Salamone – e con i docenti che li hanno seguiti in questo periodo. A loro voglio girare anche le belle parole che hanno rivolto verso il nostro Istituto le autorità che oggi ci hanno onorato della loro presenza e che hanno voluto portare la loro testimonianza. Il tema è stato trattato con molta eleganza e profondità e negli occhi dei ragazzi ho letto una sincera attenzione ed estrema sensibilità”.
Leggi tutto
oli vegetali esausti

Modica, a breve il conferimento anche degli oli vegetali esausti

MODICA (di Elisa Montagno) – Incontro molto partecipato quello di ieri pomeriggio organizzato dalla CNA a Palazzo di Cultura di Modica, per illustrare il servizio di raccolta differenziata adottato dal comune di Modica. A relazionare sullo stato del servizio, oltre al Primo Cittadino, l’Assessore all’Ecologia Pietro Lorefice, la P.O. Enza Di Rosa, il DEC Dario Modica ed il rappresentante SRR ATO Giuseppe Sammito. Nel corso dell’incontro è stato sottoscritto il protocollo di intesa che disciplina il recupero gli oli vegetali esausti tra il Comune di Modica ed il responsabile della Sicil Grassi, azienda leader nel settore dello smaltimento di questa particolare tipologia di rifiuto. In tutto il territorio verranno installate apposite stazioni fisse per raccogliere gli oli vegetali di frittura che dovranno essere messi in una bottiglia e conferiti in questi contenitori che saranno sparsi in tutta Modica. Per dare la possibilità immediata di conferire, nelle more dell’installazione delle stazoni, da qui a pochi giorni sarà possibile conferire gli oli esausti direttamente al CCR Mobile. L’incontro del PalaCultura si è focalizzato anche sullo smaltimento dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) grazie all’intervento dell’avvocato Emma Schembari che ha illustrato tutto il percorso che il rifiuto elettrico percorre fino al suo riutilizzo. A tal proposito il Comune ha predisposto una campagna di informazione che partirà a fine novembre e durerà fino a giugno che coinvolgerà anche i rivenditori per il corretto conferimento di queste apparecchiature. A margine dell’incontro è stato comunicato il dato circa la percentuale della raccolta differenziata a Modica che ha raggiunto il 40% rispetto al 37% del mese precedente.

 

Leggi tutto
Comune Scicli

Scicli, Presto entrerà in funzione l’Osservatorio sulle barriere architettoniche

SCICLI  (Giulia Di Martino)- A Scicli compiuto un ulteriore passo avanti  verso l’eliminazione delle barriere architettoniche per una migliore mobilità cittadina. Propositi che l’amministrazione comunale intende portare a compimento grazie all’Osservatorio civico sulle barriere architettoniche. Si tratta di un organismo consultivo, istituito dal Comune di Scicli con l’associazione ‘Oltre l’Ostacolo’ e la cooperativa sociale ‘Esistere’, composto da associazioni e soggetti giuridici che si occupano del mondo della disabilità. L’Osservatorio avrà il compito di suggerire buone prassi nella progettazione e manutenzione di opere pubbliche che incidono sulla mobilità, favorendo i sopralluoghi con persone disabili, rilevando le barriere da abbattere, promuovendo forme di cofinanziamento privato per l’eliminazione degli ostacoli a una mobilità democratica.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica