L’economia in ripresa in Sicilia?

Questa possibilità nasce dalla consapevolezza che Sicilia e Malta, essendo geograficamente due isole, sono facilmente controllabili

MALTA (di Elisa Montagno) – Ripresa economica della Sicilia? Un “corridoio protetto” Sicilia-Malta e viceversa potrebbe essere la giusta risposta. Rilanciando il settore turistico, nel pieno rispetto delle regole anti Covid-19 e con l’obiettivo primario della salute collettiva, si potrebbe favorire la ripresa economica delle due isole.
Questa possibilità nasce dalla consapevolezza che Sicilia e Malta, essendo geograficamente due isole, sono facilmente controllabili e, non a caso, in queste settimane cruciali hanno fatto registrare il numero più contenuto di contagi e di persone decedute rispetto alle altre regioni d’Italia e anche su scala globale.

Per il cosiddetto “corridoio protetto” gli operatori turistici adotterebbero tutti gli specifici accorgimenti in termini di sicurezza, come già fatto in queste settimane di ”lockdown”. In tal modo si potrebbe contribuire ad una maggiore ripresa di più settori in vista della bella stagione, con ripercussioni positive anche in territorio ibleo, a cominciare da città come  Pozzallo, dal cui porto partono periodicamente nel rispetto delle norme di sicurezza i catamarani verso l’Isola di Malta. Il catamarano da Pozzallo, infatti, è uno tra i più grandi al mondo e per tale ragione si può garantire la distanza di sicurezza tra i  passeggeri, potendo viaggiare anche in assoluta comodità sul ponte esterno. L’ultima parola spetterà ovviamente alle autorità locali, che stanno già vagliando la proposta atta a sostenere l’economia delle due isole.

Leggi tutto

Manodopera agricola e sicurezza lavoratori al vaglio della Prefettura

RAGUSA (di Elisa Montagno) – In relazione al Protocollo di intesa sottoscritto in data 3 dicembre 2019 ed in attuazione delle azioni indicate nel Protocollo nazionale “Cura, Legalità, Uscita dal ghetto”, diverse sono le iniziative avviate dalla Prefettura allo scopo di prevenire i fenomeni di sfruttamento lavorativo dei migranti ed il caporalato.

Leggi tutto

Lavori pubblici dal Quartiere Dente alla Sorda

MODICA (di Elisa Montagno) – La Città di Modica è interessata in questi giorni da diversi lavori pubblici che riguardano lo storico quartiere di Cartellone, la Sorda, le contrade Musebbi, Quartarella e Zappulla. Sono stati avviati i lavori urgenti di riqualificazione e di messa in sicurezza del tratto pedonale in Vico Guglio nel cuore del quartiere Cartellone

Leggi tutto

La Sicilia riparte. Prossime tappe benessere e turismo

MODICA (di Elisa Montagno) – “Accogliamo con favore l’avvio della “graduale riapertura” che il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, aveva preannunciato nei giorni scorsi. L’ordinanza, firmata il 30 aprile e in vigore dal 4 al 17 maggio”. Lo afferma il Sindaco di Modica Ignazio Abbate. Il Governatore si muove all’interno delle linee guida fissate da Roma, seppur discostandosi in qualche punto.

Leggi tutto

Malta è il paese meno colpito d’Europa

  • E esattamente 50 giorni dalla scoperta del primo caso, Malta ha passato le prime 24 ore senza nuovi contagi da coronavirus e con ulteriori 19 guariti. Il totale dei casi attivi al momento è ridotto a 162. A Malta, inoltre, sono stati effettuati un numero elevatissimo di tamponi: ben 27.981, che in rapporto alla popolazione significa tre volte quanto quelli dell’Italia e oltre quattro volte quelli degli USa
Leggi tutto

Pozzallo: sono arrivati all’hot spot, a bordo di pullman, i cento migranti sbarcati a Lampedusa

Provenivano da Porto Empedocle

POZZALLO – Sono arrivati questa mattina da Porto Empedocle a Pozzallo, a bordo di pullman, i cento migranti (49 uomini, 44 donne e 7 bambini) sbarcati nei giorni scorsi a Lampedusa. I migranti sono stati accolti nell’hot spot che, nel frattempo si era svuotato dei 50 migranti che erano stati sottoposti a tampone. Il trasferimento  a Pozzallo è stato necessario in quanto gli hot spot di Lampedusa e Porto Empedocle erano pieni. Il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, ha preteso che ci fossero dei controlli sanitari molto rigidi. La certificazione medica è abbastanza completa e questo ha rassicurato il primo cittadino.

A tutti gli arrivati sono state controllate le temperature  e non sembra esserci nessuna criticità. Nel gruppo ci sono anche delle donne in gravidanza che sono state controllate direttamente nell’hot spot.  In questo momento la situazione sanitaria-assicura il sindaco Ammatuna- è sotto controllo.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica