Esplosione fabbrica di fuochi, cinque i morti

I nomi delle vittime

MESSINA – Sono cinque i morti, trovati dopo ore di estenuanti ricerche tra i detriti, vittime dell’esplosione che si è sentita ieri nei quattro comuni del circondario, Barcellona, Merì, Milazzo e Terme Vigliatore, mentre le fiamme distruggevano il vecchio casolare che ospitava l’industria di articoli pirotecnici di prima, seconda e terza categoria.

Leggi tutto

Esplosione in una fabbrica di fuochi, ci sono almeno tre morti

La tragedia nel pomeriggio a Barcellona Pozzo di Gotto

MESSINA – Intorno alle 17  una forte esplosione si è verificata per causa ancora da accertare in una fabbrica di fuochi d’artificio e polveri piriche a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina della ditta Costa. L’incidente è avvenuto in località ‘Femmina Morta’ e ci sono tre morti accertati: due uomini di una ditta esterna e una donna, la moglie del proprietario.  Venera Mazzeo di  71 anni.  Sarebbero morti sul colpo dopo due esplosioni avvenute  presumibilmente per cause accidentali.

Leggi tutto

Circuiva anziani per soldi, arrestata insegnante religione

Accusata di circonvenzione di incapace, nata a Reggio abita a Messina e ha la disponibilita’ di diversi immobili in Calabria e in Sicilia

MESSINA – Circuiva persone deboli, anziane e incapaci, con riti esoterici per impadronirsi dei loro beni. Per questo motivo, un’insegnante di religione di una scuola pubblica del messinese, di 59 anni, e’ stata arrestata dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria.

Leggi tutto

Sbarco Ocean Viking, arrestati 2 presunti scafisti

Indicati da alcuni naufraghi, incastrati anche da video telefoni

MESSINA – Polizia e Guardia di Finanza hanno arrestato a Messina due egiziani, Mohammed Youssef Ali’ di 42 anni, e Atito Salama Soliman di 24 anni, perché accusati di tratta di esseri umani. I due sarebbero i presunti scafisti giunti con la nave Ocean Viking, con a bordo in totale 182 migranti.

Leggi tutto

Immigrati picchiati e torturati, tre arresti. VIDEO

Le vittime hanno raccontato di essere state sottoposte ad atroci violenze fisiche o sessuali

MESSINA – Scoperta una orribile  storia di tratta di esseri umani. Lasciati morire, torturati, violentati, ricattati, violentati ricattati in un centro  di detenzioone  della polizia libica. Una brutta, bruttisma storia, un condensato di orrori.  La Dda di Palermo,  dopo  l’inchiesta partita da Agrigento, ha disposto il fermo di tre  persone  accusate di sequestro di persona, tratta di esseri umani e tortura. Avrebbero trattenuto in un campo di prigionia libico decine di profughi pronti a partire per l’Italia: i migranti hanno raccontato di essere stati torturati e picchiati. Al momento del fermo i 3 si trovavano nell’hot-spot di Messina.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica