A Palazzolo Acreide brusco calo delle temperature .

Palazzolo Acreide (Di Enzo Albaiso) – La città  si è svegliata stamattina con una nevicata straordinaria ed inaspettata.
 Temperature sotto zero, piogge continue e costanti che hanno creato non poco problemi alla viabilità, soprattutto per il fatto che il tutto è avvenuto durante  l’ orario dell’ apertura delle scuole.
L’ amministrazione comunale ha immediatamente attivato la Protezione Civile locale e gli uffici preposti al fine di agevolare ed alleviare le varie problematiche  per la viabilità cittadina.
Si sono riscontrati invece notevoli disagi e problemi nelle campagne circostanti degli iblei, dove la pioggia costante ed impetuosa, ha trasportato fango e detriti che hanno invaso la sede stradale , causando rallentamenti e disagi alla circolazione.
Come ha dichiarato il Sindaco di Palazzolo Acreide, Salvatore Gallo, fino a quando ci sarà l’ allerta meteo, tutti gli uffici comunali saranno operativi per possibili interventi di emergenza al fine di alleviare disagi ; ed ha aggiunto che il sistema idrico di scoloe deflusso  delle acque piovane in città , ha perfettamente funzionato, in quanto sono stati predisposti i lavori di pulizia di canali e tombini, gia durante la  scorsa estate.
Da valutare i danni sia alle campagne , per le coltivazioni, che alle abitazioni per le abbondandi e continue piogge.
Leggi tutto

Noto: minorenni picchiano una ragazzina e pestano pure la mamma

NOTO- Brutta storia di gelosia per un fidanzatino ‘conteso’, scoperta dalla polizia a Noto. Denunciate due ragazzine di 16 e 14 anni, entrambe netine, che dovranno rispondere davanti ai giudici del Tribunale dei Minori, di lesioni personali dolose aggravate dalla premeditazione, minacce, atti persecutori continuati contro una 15enne, anche lei di Noto. Il 18 settembre, la ragazzina, studentessa di una scuola superiore della città e compagna di classe di una delle due ‘belle’, è stata avvicinata dalle due all’uscita di scuola. L’hanno invitata a seguirle dietro l’edificio per chiarire qualcosa ma quando si sono allontanante dalla confuzione, la 16enne ha cominciato ad insultarla e minacciarla, picchiandola, strappandole i capelli e strattonandola fino a farla cadere in terra. L’altra amica, appena 14enne, partecipava in prima persona al pestaggio, colpendo la vittima con pugni alla testa mentre attorno, uno sparuto gruppo di ragazze, invece di soccorrere la vittima, attorniava le tre, sghignazzando di fronte a quello che stava succedendo. C’è voluto un po’ per la 15enne vittima dell’aggressione, per riuscire a scappare sino a casa dove ha raccontato alla madre quanto le era successo, prima di farsi accompagnare in ospedale. E proprio mentre andavano al ‘Trigona’ in macchina, mamma e figlia incrociavano le due ragazzine protagoniste dell’aggressione. La donna, scendeva dalla macchina per chiedere spiegazioni ma veniva a sua volta aggredita, afferrata per i capelli e stretta in una morsa senza possibilità di scampo. A quel punto, seppure dolorante, la figlia andava in soccorso della madre, avendo ancora la peggio, ricevendo altre percosse prima che le due ragazzine terribili, si allontanassero. In ospedale, i medici riscontravano ad entrambe trauma alla guancia, al cuoio capelluto per i capelli strappati, graffi ed ecchimosi con una prognosi rispettivamente di 10 giorni per la figlia e 7 per la mamma. Non paghe di quello che avevano già fatto, le due ‘bullette’, andavano a casa delle vittime, colpendo a calci e pugni l’auto della ragazzina. Immediato l’avvio delle indagini della polizia che, dopo avere sentito testimonianze ed acquisito i referti medici, ricostruivano il movente della gelosia per un ragazzino ‘conteso’ e deferivano le due ‘baby picchiatrici’ per i gravi reati in concorso

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica