I funerali di Loris tra tanta gente, tanto silenzio e tanta commozione

Una città, Santa Croce Camerina, triste, silente e stretta attorno alla famiglia del bambino

SANTA CROCE CAMERINA – Il feretro bianco del piccolo Loris, il bimbo di otto anni ucciso il 29 novembre scorso, è giunto poco dopo le 14.30 in piazza Vittorio Emanuele, a Santa Croce Camerina  e ha fatto il suo ingresso nella chiesa di San Giovanni Battista, dove sono celebrati i funerali dal vescovo di Ragusa Paolo Urso. La bara è stata portata da quattro persone, tra le quali il padre del bimbo, Davide ed è stata fatta entrare in chiesa da un ingresso laterale. La piazza è transennata e presidiata dalle forze dell’ordine. Sono poche le corone di fiori davanti alla chiesa San Giovanni Battista. Qualcuno si è avvicinato per sistemarle vicino alle porte blindatissime della chiesa. La città è stretta al dolore della famiglia Stival e partecipa come può. Dentro un bar proprio di fronte alla piazza, ci sono palloncini azzurri e bianchi da far volare alla fine della cerimonia. Presente il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè: “Sono qui per manifestare il mio profondo cordoglio personale e delle istituzioni che rappresento. Confido nell’impegno della Procura affinché sia fatta piena luce su questo tragico caso e a questo proposito auspico che sia rispettato il lavoro degli inquirenti e possa essere assicurata la necessaria collaborazione da parte di coloro i quali possano dare aiuto agli inquirenti per le indagini“. Un corteo silenzioso formato dai compagni di scuola di Loris, le maestre e la preside è partito da piazza degli studi per raggiungere la chiesa. In testa la classe di Loris; i più piccoli sono accompagnati dai genitori. Dietro, altre classi delle elementari e delle medie. I bambini tengono in mano un palloncino bianco con la foto di Loris. Anche i ragazzini della scuola di arti marziali frequentata da Loris, sono arrivati in piazza San Giovanni Battista. Alcuni tengono uno striscione con su scritto: “Ciao Loris, adesso vai in cielo e insegna agli angeli a calciare

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica