Omicidio Loris: slitta a dopo l’Epifania l’incontro in Procura sulle indagini

La Procura di Ragusa ritiene ancora aperte le indagini. Tre gli scenari possibili: ha ucciso da sola, con un complice oppure qualcuno l’ha solo aiutata a nascondere il cadavere

RAGUSA (ANSA) – Si terrà dopo l’Epifania l’incontro in Procura di Ragusa sulle indagini per la morte di Loris Stival, il bambino di 8 anni per il cui omicidio e’ accusata la madre, Veronica Panarello, di 26 anni. La donna resta in carcere a Agrigento dopo che due giorni fa il Tribunale del riesame di Catania ha convalidato l’ordinanza di arresto emessa il 12 dicembre scorso dal Gip Claudio Maggioni. La Procura di Ragusa ritiene ancora aperte le indagini, affidate a polizia, squadra mobile e carabinieri, soprattutto sugli ‘scenari’ in cui e’ maturato il delitto. E prima di procedere a una chiusura dell’inchiesta vuole che siano eseguite, dove necessario, ulteriori verifiche su prove gia’ acquisite o la ricerca di nuove. E’ stato lo stesso procuratore Carmelo Petralia, titolare dell’inchiesta assieme al sostituto Marco Rota, nelle scorse settimane a delineare quali sono le piste, “non alternative, ma complementari” che si seguono: “La prima ipotesi e’ quella che vede la mamma responsabile del delitto e della fase di occultamento del cadavere; la seconda vede la figura di un complice nella fase di occultamento del cadavere; nella terza s’ipotizza una cooperazione anche nel delitto“. Al momento pero’ l’unica persona accusata materialmente del delitto e’ Veronica Panarello, indagata per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica