Il ‘Pio La Torre’ è di interesse nazionale. Lo dice anche la conferenza Stato-Regioni

Un’altra conferma, l’ennesima, per lo scalo ibleo. Ormai manca solo la firma di Mattarella per dire che l’aeroporto è pronto a sfide cruciali

COMISO – Un’altra conferma che l’aeroporto ‘Pio La Torre’ di Comiso, è nella lista degli aeroporti di interesse nazionale. Arriva dalla Conferenza Stato-Regioni e parlano di “gioia e orgoglio” all’unisono, il presidente Rosario Dibennardo e l’ad Enzo Taverniti.  “Sicuramente – dicono i vertici SoACo – è stato apprezzato il grande lavoro profuso dal management per la crescita dell’aeroporto ma è acclarato come ormai le istituzioni nazionali, a cominciare dal ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi, credono nello scalo casmeneo, destinato a divenire parte compiuta di un sistema aeroportuale integrato Catania-Comiso, attrattivo per turisti e investitori”. Fatto duqnue, un ulteriore passo per quello che Dibennardo e Taverniti definiscono “un futuro di sereno progresso dello scalo”. Adesso infatti, manca solo la firma del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo di che il ‘Pio La Torre’ si potrà considerare davvero pronto per le sfide cruciali dei prossimi anni

 

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica