‘Malformazione congenita’. L’ASP spiega così la morte del piccolo di due mesi

L’azienda sanitaria si difende e si mette a disposizione della magistratura. Il quadro deve ancora essere delineato

RAGUSA (di Sergio Randazzo) – Il neonato di due mesi morto il 29 giugno scorso nell’ospedale ‘Maria Paternò Arezzo’ aveva una “malformazione cardiaca congenita“. Sono le parole di una nota ufficiale della Asp di Ragusa sulla vicenda del neonato morto nell’ospedale ‘Maria Paternò Arezzo’ di Ragusa, dove era stato ricoverato dopo la somministrazione di un vaccino obbligatorio. “All’atto del ricovero – scrive l’Asp 7 di Ragusa – il piccolo presentava condizioni gravi, con diagnosi precedente di ‘malformazione cardiaca congenita’. Approntate, immediatamente, le cure del caso il bambino è stato trasferito nella divisione di neonatologia e Unità terapia intensiva neonatale dove alle 6,45 si registrava il decesso“. Un comunicato con non combacia con le versione dei genitori. Sulla scorta della denuncia, la Procura ha aperto un’inchiesta e iscritto, come atto dovuto, dieci persone nel registro degli indagati. Gli avvisi di garanzia, firmati dal Pm Valentina Botti, sono stati notificati da carabinieri di Ragusa per consentire ai due componenti tecnici di effettuare l’autopsia nel tardo pomeriggio. I due medici dovranno accertare se effettivamente il bambino soffrisse di malformazione cardiaca congenita, o se le cause del decesso potrebbero essere altre. Il neonato è deceduto, lunedì scorso nell’ospedale dove era stato ricoverato dopo la somministrazione del vaccino. In seguito alla denuncia dei genitori, sono state avviate le indagini dei carabinieri. I militari dell’Arma hanno acquisito la cartella clinica del neonato. L’inchiesta della Procura e le indagini dei carabinieri sono mirate a stabilire con certezza le cause della morte del bimbo, al fine di far luce su eventuali responsabilità di colpa medica da parte dello staff dell’ospedale o del personale dell’Asp di Ragusa.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica