Verso Catania-Andria, tra speranze e tensione

allenamenti ct moriero ok

Ai rossazzurri non basterà battere l’Andria   

CATANIA – La matematica ancora non ha emesso la condanna ma è molto probabile che il Catania, a quota 36 in classifica, per salvarsi dovrà disputare i play out. Per evitarli dovrebbe intanto vincere al Massimino sabato prossimo alle 16 nell’ultimo turno con l’Andria che tra l’altro, a quota 44, cerca l’ultimo punto per la qualificazione alla Tim Cup. Le concorrenti nella lotta per la salvezza, Catanzaro e Monopoli che di punti ne hanno 38, si troveranno di fronte due sfidanti senza alcun obiettivo. Il Catanzaro ospiterà il Melfi, già sicuro di disputare i play out. Il Monopoli è atteso a Matera. Il Catania la spunterebbe anche solo se una delle due avversarie perdesse o pareggiasse. A parità di punteggio gli scontri diretti favorirebbero infatti la squadra rossazzurra. Nessuno avrebbe immaginato di ritrovarsi in questa situazione a fine stagione. Troppe le occasioni ed i punti persi per strada senza contare il pessimo rendimento esterno. Per quanto attiene la formazione non ci sarà per squalifica Pelagatti e per infortunio Musacci. Da monitorare le condizioni di Garufo, Parisi e Falcone. Non è escluso che Moriero in mediana rispolveri dall’inizio Agazzi oppure si affidi al giovane Pessina tenendo presente che il rendimento di Castiglia dopo l’infortunio è stato al di sotto delle aspettative. Diverse le soluzioni in attacco, Molto dipenderà anche dalla disponibilità o meno di Falcone.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica