Il Catania batte l’Andria ed è salvo grazie al Matera

Calil ct

Al Massimino finisce 2-1

CATANIA – Il miracolo è avvenuto. Il Catania batte 2-1 la Fidelis Andria, ma deve ringraziare il Matera che ha fermato in casa 1-1 il Monopoli permettendo alla squadra di Moriero di salvarsi senza l’ausilio dei play out. Nell’altro incontro che interessava Russotto e soci il Catanzaro si è sbarazzato del Melfi con il punteggio di 1-0. In classifica il Catania approda a quota 39 insieme al Monopoli ma in virtù del vantaggio negli scontri diretti sono i pugliesi a dovere giocare i play out. In uno stadio Massimino con pochi spettatori i rossazzurri scendono in campo con il solito 4-2-3-1 con la novità Di Cecco sulla corsia destra per via delle precarie condizioni di Garufo e con Calil punto di riferimento in avanti. Per Plasmati solo panchina iniziale. Il Catania passa in vantaggio nel primo tempo al 22° con Bergamelli che fulmina il portiere Cilli con un destro potente. Poco prima della pausa il pareggio dell’Andria con un euro gol di Strambelli che manda il pallone all’incrocio dei pali. A firmare la vittoria al 50° ci pensa Russotto che al volo non lascia scampo al portiere ospite. A quel punto solo poche occasioni per chiudere la gara con la difesa rossazzurra che riesce a scongiurare ogni pericolo. Alla fine si esulta in virtù come detto delle buone notizie provenienti da Matera per una salvezza arrivata comunque solo all’ultima giornata. Da domani per la società sarà il tempo di analizzare attentamente quanto accaduto quest’anno al culmine di una stagione che per poco non portava alla terza retrocessione consecutiva.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica