Veronica Panarello vuole il ‘faccia a faccia’ con il suocero

Il  nonno di Loris si è sempre  dichiarato innocente

RAGUSA-Veronica Panarello vuole un confronto all’americana con Andrea Stival. Un ‘confronto all’americana’ davanti ai giudici. Perché lei, ha detto al suo avvocato che vuole vedere se il suocero ha il coraggio di negare la loro relazione e di avere ucciso Loris.Veronica Panarello, è in carcere da 17 mesi dall’8 dicembre del 2014, come unica imputata per l’omicidio del piccolo Loris. Dopo varie versioni, a gennaio ha confidato ad una psicologa nel carcere di Agrigento, che sarebbe stato il suocero, Andrea Stival, ad uccidere Loris, perché il bambino aveva scoperto la loro relazione sentimentale. L’avvocato  della donna, Francesco Villardita, ha depositato lo scorso lunedì la richiesta di ‘confronto’ al sostituto procuratore Marco Rota che, ovviamente, si è riservato di valutare l’istanza della difesa per poi decidere se autorizzare o meno il confronto. Se mai dovesse essere autorizzato, il confronto potrebbe anche avvenire prima del 20 giugno data della prossima udienza del processo, con rito abbreviato, davanti al gup DEL tribunale di Ragusa, Andrea Reale Intanto il legale di Andrea Stival, Francesco Biazzo, precisa di non aver ricevuto alcuna notifica né altro notizia ufficiale sul deposito della richiesta. Il nonno del piccolo Loris, si è sempre difeso dicendo di essere innocente non si vuole sottrarre al confronto

 

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica