Allevatore ucciso a fucilate nelle campagne di Vizzini

Indagano i carabinieri

CATANIA – Lo hanno freddato mentre si trovava in campagna. Tre colpi di fucile calibro 12 che non hanno dato scampo a Sebastiano Cantale, 50 anni, allevatore di Vizzini, nel catanese, con vecchi precedenti penali per pascolo abusivo. Il cadavere è stato ritrovato stamani al confine tra i territori di Vizzini e Licodia Eubea. Poco distante la sua auto, una Mitsubishi Pajero, con lo sportello ancora aperto. Ad esplodere i colpi da distanza ravvicinata, secondo i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania e della Compagnia di Caltagirone coordinati dalla Procura calatina, sono stati uno o più sicari che si sono materializzati nelle vicinanze di un terreno dove l’uomo accudiva i propri capi di bestiame. Il grave fatto di sangue è avvenuto con ogni probabilità nella serata di ieri. Sono stati i fratelli dell’uomo a scoprire stamattina il corpo senza vita al culmine delle ricerche scattate non appena la moglie non vedendolo rientrare ha denunciato la scomparsa. Diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti che stanno passando al setaccio la vita dell’uomo e le sue frequentazioni. La pista privilegiata è quella di un regolamento di conti legato a questioni inerenti il pascolo dei bovini.

 

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica