Cara Mineo, 5 a giudizio per ‘campagna acquisti’

Il Gup di Caltagirone Salvatore Ettore Cavallaro ha rinviato a giudizio…

MINEO – Il Gup di Caltagirone Salvatore Ettore Cavallaro ha rinviato a giudizio i cinque imputati nell’inchiesta su una presunta ‘Campagna acquisti’ per sostenere la maggioranza consiliare al Comune di Mineo, in cambio di posti di lavoro o di un assessorato. Il procuratore Giuseppe Verzera aveva sollecitato il processo per l’ex presidente del consorzio Sol Calatino, Paolo Ragusa, il sindaco Anna Aloisio, l’ex sindaco Giuseppe Mario Mirata, e gli ex assessori Maurizio Gulizia e Luana Mandrà. I reati ipotizzati a vario titolo sono corruzione in atti d’ufficio e induzione alla corruzione. Due gli episodi contesati: un posto di lavoro nel Cara rifiutato dalla fidanzata di un consigliere, e la proposta di un posto da assessore a un oppositore per sostenere la maggioranza. I difensori avevano chiesto il non luogo a procedere per l’estraneità dei fatti contestati a tutti gli imputati. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 27 settembre davanti al Tribunale di Caltagirone.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica