Emergenza rifiuti in tutta la Sicilia

c

PALERMO – Autocompattatori carichi di immondizia sotto Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. E’ la protesta organizzata da alcuni sindaci esasperati per l’emergenza rifiuti in Sicilia. A promuoverla è stato il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque (M5s). Gli amministratori comunali sono esasperati. E lamentano anche le condizione di allarme igienico sanitarie che i cumuli di spazzatura possono provocare.

“La discarica di Bellolampo ed i suoi impianti sono dal 2012 a servizio del territorio e dal 2012 l’Amministrazione comunale di Palermo si è impegnata perché l’impianto tornasse ad essere efficiente e rispettoso di tutte le norme. Oggi la discarica continua ad essere a disposizione del territorio e di tutti i territori e tanto il Comune quanto la Rap sono impegnati affinché continui ad esserlo nel rispetto del suo spirito pubblico e di tutte le normative europee e nazionali”. Leoluca Orlando interviene nuovamente sulla polemica con il presidente della Regione Rosario Crocetta, che ieri aveva denunciato l’atteggiamento della Rap e del sindaco di Palermo “che da un lato organizza le proteste e dall’altro ostacola la soluzione del problema”. “Crocetta e il suo magistrato-assessore Contraffatto – aggiunge Orlando – continuano ad avere un atteggiamento doubleface. Infatti, da un lato esplicitamente invitano le Amministrazioni comunali e i cittadini a violare la legge, proponendo un sovraconferimento a Bellolampo ed il ricorso a soggetti privati individuati al di fuori delle norme e dall’altro minacciano denunce contro chi viola la legge”. “Non posso che ribadire – prosegue il sindaco di Palermo – che Bellolampo può accogliere, proprio perché ben gestita e con un Tmb in piena efficienza, i rifiuti provenienti da diversi comuni, purché questo avvenga nei limiti e nel rispetto di tutte le normative”. “Per affrontare in modo organico questa ennesima emergenza regionale – conclude Orlando – non può che essere convocato un tavolo nazionale che metta insieme tutte le istituzioni interessate dal livello nazionale fino a quello locale”.

Nelle isole Eolie, come nel resto della Sicilia, è emergenza rifiuti con gli auto compattatori costretti a fare lunghe code in attesa di potere conferire nel catanese la spazzatura proveniente dalle isole dell’arcipelago. I camion si imbarcano sul traghetto per Milazzo, da dove raggiungono poi la discarica di san Giorgio. La giunta comunale di Lipari, guidata dal sindaco Marco Giorgianni, ha lanciato un appello alla Regione, al prefetto e ai cittadini. Una situazione che si aggraverà mercoledi’ e giovedi’ a causa dello sciopero degli operatori ecologici che curano la raccolta. Intanto una ditta privata proprietaria di alcuni mezzi meccanici ha avviato, a sue spese, una operazione straordinaria di pulizia sulla spiaggia di Marina Lunga, in vista della festa della Madonna di Porto Salvo che si svolgerà domenica prossima.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica