Colpo ai Cappello-Bonaccorsi, 30 arresti

Il clan aveva interessi su droga, energie rinnovabili e rifiuti

CATANIA – Estorsioni, droga, appalti ed investimenti per avviare nuove attività imprenditoriali. Erano variegati gli interessi del Clan Cappello-Bonaccorsi di Catania colpito da una maxi operazione della Squadra Mobile della Questura e dallo Sco con il coordinamento della Dda etnea. 30 gli arresti con le accuse a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso e finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e intestazione fittizia di beni. Un’altra persona colpita dal provvedimento risulta ancora irreperibile. Sequestrate attività commeciali, fabbricati e rapporti bancari per diversi milioni di euro. Le indagini, che coprono il periodo compreso tra il 2012 e il 2014 hanno evidenziato come al vertice dell’organizzazione vi erano Santo Strano, 50 anni, Giovanni Catanzaro di 51, Salvatore Giuseppe Lombardo di 49, Massimiliano Salvatore Salvo di 34 e Giuseppe Calogero Balsamo di 46. Salvo in particolare era “responsabile per Catania” mentre Balsamo per i Paesi, vale a dire l’hinterland e il calatino. Emerso anche il ruolo operativo e decisionale di Maria Rosaria Campagna di 37 storica compagna del capoclan Salvatore Cappello e anello di congiunzione tra ques’ultimo che sta scontando l’ergastolo ed i vertici operativi di Catania. Emersi interessi della cosca per le energie rinnovabili specie negli impianti fotovoltaici. Il clan gestiva le piazze dello spaccio catanesi di San Cristoforo e Librino. Trafficava droga ed investiva capitali anche a Siracusa, Enna e Caltanissetta grazie all’appoggio di imprenditori. Tra questi emerge la figura di Giuseppe Guglielmino, 43 anni, operante nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti attraverso aziende a lui riconducibili. Gli inquirenti gli hanno contestato l’appartenenza all’associazione mafiosa.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica