C’è un efferato omicidio per la morte di Angelo Partenza?

ANGELO PARTENZA

Domani esame autoptico
MODICA- Si tinge di giallo la morte di Angelo Partenza, 64enne di Modica, trovato morto in casa sua il 3 febbraio, nella zona di Santa Maria di Betlem. Domani, ci sarà l’autopsia per chiarire le cause del decesso mentre ci sono due ragazzini di 15 e 16 anni, indagati per omicidio preterintenzionale. L’esame autoptico, è stato disposto dalla Procura di Catania e deve capire se la morte si è determinata per i postumi di un pestaggio subito da Partenza, il 19 gennaio, ad opera dei due ragazzi giovanissimi oppure per altre cause. Partenza, Venne trovato morto, riverso sul pavimento di casa sua dove abitava da solo, il 3 febbraio. A dare l’allarme, era stata la sorella, che non lo sentiva da un paio di giorni. Era stato lui stesso, a raccontare ai carabinieri dell’aggressione subita 15 giorni prima, presentando querela e spiegando di essere, da tempo, nel mirino di un 15enne che abita in zona e di un gruppetto di suoi amici, tutti di Modica. lo infastidivano, lo prendevano in giro e lo ingiuriavano a tutte le ore. L’uomo, impaurito, usciva di casa solo quando i ragazzini non erano in giro. Il 19 gennaio, a mezzogiorno, il 64enne incrociò il 15enne assieme ad altri due amici, nella piazzetta della chiesa di Santa Maria. Un accenno di rimprovero da parte dell’uomo, sarebbe bastato per scatenare l’ira dei ragazzi e, in particolare, secondo quanto raccontò Partenza ai carabinieri, di un 16enne che lo gettò per terra, dopo averlo strattonato, facendogli sbattere la testa e continuando a colpirlo con calci e pugni in faccia finché alcuni passanti, tra cui quattro operatori ecologici, intervennero in sua difesa. In pronto soccorso, gli fu riscontrata la frattura della mascella destra, con una prognosi di trenta giorni. E’ stata la sorella a chieder ad un ufficio legale veneto, di andare avanti nelle indagini per verificare se la morte di Partenza sia stata provocata da quell’aggressione o da altra causa. La Procura di Ragusa, ha iscritto nel registro degli indagati per omicidio preterintenzionale, il 15enne e l’amico 16enne e ha trasmesso il fascicolo al Tribunale dei Minorenni di Catania. Adesso, il sostituto procuratore Silvia Vassallo, ha disposto l’esame autoptico sulla salma, ancora nell’obitorio dell’ospedale di Modica. Il conferimento dell’incarico avverrà appunto domani, alle 12, al tribunale dei Minori di Catania, e subito dopo sarà effettuata l’autopsia

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica