L’Arena di Giletti e del modicano Caccamo contro la città

Modica

Polemiche sulla trasmissione della Tv di Stato

MODICA- (di Giulia Di Martino)Un ‘fuoco di fila’ in una ridda di accuse che ha trasformato la trasmissione ‘L’Arena’ di Massimo Giletti, in un processo sommario. Contro Modica, il comune di Modica, gli assenteisti e la città. Perché poco è importato al conduttore della trasmissione, che dei 104 dipendenti di Palazzo San Domenico, finiti sotto inchiesta nella vicenda raccontata ieri, 22 vennero prosciolti, 77 assolti perché il fatto non sussiste e solo in 4 condannati per truffa aggravata ed uno col patteggiamento. Ieri, l’occasione era troppo ghiotta per il conduttore e gli autori della trasmissione di RAI 1, per scatenarsi contro la Sicilia e i Siciliani (cosa che avviene con periodicità) e contro Modica nella fattispecie. Al punto che Giletti s’è messo a leggere solo i capi d’accusa di quella stessa procura che poi, a conclusione del dibattimento chiese l’assoluzione per 76 imputati, ignorando invece il dispositivo di sentenza che condannava meno del 5% dei dipendenti comunali coinvolti. Cosa che gli ha fatto giustamente notare l’avvocato Fabio Borrometi che ha difeso 6 di quei dipendenti assolti. Ma Giletti, è ormai il ‘grande accusatore’ del malcostume siciliano, e ha fatto spallucce, continuando il suo ‘j’accuse’ e mettendo alla berlina Modica e i suoi dipendenti comunali. Che non saranno da premiare con lo ‘Stakanov 2017’ ma che certamente non sono quei fannulloni che ha dipinto la trasmissione di ieri di RAI 1, con un conduttore pagato anche dalla gente di Modica. Una trasmissione che, peraltro, si fregia della regia di un modicano, Giovanni Caccamo, solo omonimo del cantante che vinse a Sanremo nel 2016. Oggi, nel manifestare l suo dissenso per la ‘crociata’ anti Modica messa in atto ieri nella trasmissione di Giletti, il sindaco Ignazio Abbate, ho sottolineato con amarezza il fatto che la trasmissione abbia come regista un Modicano, scrivendo che proprio Giovanni Caccamo avrebbe potuto “far ‘scontornare’ meglio – scrive Abbatei confini dell’accusa contro Modica”, contro cui “la mano – scrive ancora Abbates’è calcata ben al di là degli oggettivi ‘demeriti’”. “Ha dato ‘una mano’ a dipingere ciò che Modica non è – scrive il sindaco – facendola diventare ‘zimbello’ al pari e peggio di altre realtà oltre la linea ‘gotica’ fiorentina cui il signor Giletti è devoto e che bellamente ignora per lanciare i suoi strali contro il Sud, la Sicilia in particolare e la nostra Città

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica