Violenza sessuale, i carabinieri arrestano un 48enne

Aveva preso di mira la figlia minorenne di coppia di amici

CATANIA – Avrebbe palpeggiato nella parti intime la figlia 13enne di una coppia di amici in garage con la scusa di vedere il cane. E’ un 48enne di Aci Castello, nel catanese, l’uomo arrestato dai carabinieri di San Gregorio in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania. Tutto è partito dalla denuncia della madre della vittima che, lo scorso Natale, aveva percepito un certo disagio psicologico nella figlia e si era fatta raccontare cosa la turbasse. La ragazzina ha confidato di avere subito abusi sessuali da parte dell’amico di famiglia, abituale frequentatore di casa che dopo averla approcciata in più occasioni con carezze morbose, velate da una falsa dimostrazione di affetto, qualche giorno prima della festività con una banale scusa ha iniziato a palpeggiarla inequivocabilmente nelle parti intime. A quel punto la madre sgomenta ha chiesto aiuto ai carabinieri che acquisita la denuncia hanno informato la Procura avviando le indagini. Queste si sono avvalse soprattutto della testimonianza chiave di 3 minorenni che hanno confermato di avere ricevuto delle confidenze dall’amica, complete di ogni particolare, tutte convergenti su quell’uomo che aveva violato la sua innocenza. L’uomo, accusato di violenza sessuale, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica