“Corso Sicilia è il regno dell’illegalità”

Casapound ct ok

Blitz al Consiglio Comunale di Casapond che diffonde video

CATANIA – “Un bazar abusivo a cielo aperto dove regna l’illegalità ma anche latrina e ricovero per alcolisti che creano paura e disagio”. Così Casapound nel definire a Catania Corso Sicilia, arteria in pieno centro cittadino a due passi da via Etnea a piazza Stesicoro. I militanti martedì scorso, armati di uno striscione, hanno fatto irruzione in Cosiglio Comunale chiedendo, a nome di 20 commercianti della zona, che l’amministrazione comunale con i fatti intervenga. Casapound ha diffuso anche un video prodotto in parte grazie anche a quanto fornito dai commercianti che armati di smarthphone hanno documentato il livello di degrado con persone che vivono davanti agli spazi dei negozi chiusi ed altri che sotto l’effetto dell’alcool ed armati di coltelli e spranghe, rappresentano un pericolo per chi si trova a passare. Lo scorso sabato mattina – ha affermato Giovanni Coppola responsabile di Casapound Catania – siamo andati a fare una fare una passeggiata in questo regno dell’illegalità e abbiamo visto con i nostri occhi che portici e marciapiedi sono totalmente in mano agli abusivi. Borse, scarpe cinture e merce di ogni tipo, contraffatta e illegale, sono alla luce del sole e sotto il naso dell’amministrazione che non tutela i commercianti che pagano affitti salati e tasse inutili per tenere le saracinesche aperte a dispetto di una crisi economica senza precedenti”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica