Protesta dei migranti del Cara

Bloccata Statale Catania-Gela

MINEO (Ct) – Tensione e disagi oggi nella zona intorno al Cara di Mineo dove diverse centinaia di migranti hanno inscenato una protesta e bloccato la strada statale Catania-Gela presidiata dalla forze dell’ordine che per motivi di sicurezza hanno deviato il traffico nelle vecchie arterie parallele. Nel mirino le condizioni di vita presenti al centro di accoglienza richiedenti asilo più grande d’Europa che al momento ospita oltre 3 mila persone ed in particolare le restrizioni adottate dopo una recente riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato dalla Prefettura di Catania che ha disposto tra l’altro il divieto di cucinare negli alloggi o la vendita di merce nella stessa struttura. Ascoltando i migranti, che a lungo sono rimasti nel piazzale d’ingresso del Cara da dove non hanno fatto passare nessuno, sono emersi altri problemi già emersi nel corso di altre proteste: per esempio la qualità del cibo ed il tempo di attesa per il dibrigo delle pratiche per ottenere lo status di rifugiato. Sulla protesta dei migranti si registra il commento del leader della Lega Matteo Salvini che più volte ha visitato il Cara dove ha anche dormito. Salvini sottolinea come già i migranti abbiano tutti i confort compresa l’aria condizionata negli alloggi. “Spero che non sia, come dice qualche residente – ha aggiunto – perchè c’è troppo caldo e vogliono pass gratis per entrare nelle piscine e nei lidi della zona”. A rincarare la dose il segretario nazionale di Noi con Salvini Angelo Attaguile secondo il quale il Cara di Mineo “va chiuso subito”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica