Ucciso sparato in testa

Nicola La Porta non era un delinquente, era stato coinvolto in un’indagine dei carabinieri

Non era considerato un malavitoso di spicco, Nicola La Porta, disoccupato trovato cadavere ieri pomeriggio in un terreno nelle vicinanze del cimitero di Floridia, in provincia di Siracusa. In passato, La Porta era rimasto coinvolto in un’indagine dei carabinieri su un giro di furti in un residence a Fontane Bianche, una delle zone balneari più popolose di Siracusa, soprattutto nel periodo estivo. Il 45enne è stato trovato da un passante che ha avvertito i carabinieri che hanno subito isolato il luogo del ritrovamento del cadavere avviando le prime indagini. I militari dell’Arma dovranno partire dal foro sul capo di La Porta, provocato da un colpo d’arma da fuoco sparato da distanza ravvicinata. Maggiori dettagli emergeranno anche dall’autopsia che il dottor Francesco Coco, farà sul corpo dell’uomo, su disposizione del sostituto procuratore di Siracusa, Tommaso Pagano, che verrà eseguita nel pomeriggio. L’uomo era scomparso da casa due giorni fa. I suoi familiari avevano denunciato l’altro ieri il suo mancato ritorno a casa. La vittima è stata assassinata come dicevamo, con almeno un colpo di pistola alla testa, che, a una prima ispezione del medico legale, presenta soltanto un foro d’ingresso. Dato che fa ritenere che il proiettile sia stato ritenuto e non sia di grosso calibro.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica