Fatture false, Gdf sequestra beni per 7 milioni

guardia-di-finanza

9 le persone indagate

CATANIA – Beni immobili e conti correnti per circa 7 milioni di euro di proprietà di 9 persone indagate per utilizzo ed emissione di fatture false che hanno consentito un’evasione fiscale milionaria, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Catania su richiesta della Procura. Tra gli indagati Barbara Prezzavento, 53 anni e Consolato Pellegrino di 62 amministratori di imprese che gestivano un supermercato Eurospin, marchio estraneo alla vicenda,  destinatari di un provvedimento di sequestro di oltre due milioni di euro pari alle imposte evase. Ed ancora Stefano Compagnini, di 65 ex dipendente del Comune di Catania, risultato essere il reale amministratore di una serie di imprese intestate a prestanomi che hanno emesso fatture per operazioni inesistenti nell’ambito di servizi di pulizia e disinfestazione. A Compagnini sono stati sequestrati oltre due milioni e mezzo di euro. Altre imprese avevano beneficiato delle fatture emesse dal reticolo di società a lui riconducibili, tra le quali l’azienda di stoccaggio di rifiuti Sicula Trasporti, che utilizzava fatture false per oltre un milione e duecentomila euro, evadendo imposte per 730.000 euro. Il legale rappresentante Giuseppe Leonardi di 86 è destinatario di un sequestro di importo pari a quello delle imposte evase. Le indagini hanno portato alla luce un sofisticato sistema di evasione basato sulla produzione di documentazione giustificativa di oneri totalmente falsa.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica