Vigile urbano aggredito

Oggi l’interrogatorio di garanzia

CATANIA – E’ durato pochi minuti in carcere a Catania l’interrogatorio di garanzia del Gip Daniela Monaco Crea al 22enne fermato per il tentato di omicidio dell’ispettore della polizia municipale, Luigi Licari, aggredito sabato scorso dal giovane dopo avergli impedito di passare con uno scooter in via del Rotolo, strada che era temporaneamente chiusa al traffico. Il giovane, difeso dagli avvocati Ignazio Danzuso e Giorgio Antoci, ha confermato quanto dichiarato in sede di interrogatorio, ammettendo di avere colpito “con una manata” l’ispettore al culmine di una lite e di non essersi accorto della gravità del suo gesto, di cui si dice pentito. Nell’inchiesta, coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro, con deleghe all’aggiunto Ignazio Fonzo e al sostituto Santo Distefano, è l’unico indagato, ma nella ricostruzione della squadra mobile della Questura sull’aggressione si parla di diverse altre persone, comprese delle donne, presenti con il 22enne al momento dell’aggressione. Si attende a questo punto la decisione del Gip prevista entro il prossimo lunedì. Agli atti del fascicolo di cui è titolare il procuratore Carmelo Zuccaro con deleghe all’aggiunto Ignazio Fonzo e al sostituto Santo Di Stefano c’è anche la relazione medico legale secondo cui Licari sarebbe stato colpito prima con un oggetto contundente liscio, come il casco di una moto che il giovane sarebbe andato a prendere quando si è allontanato e poi avrebbe riportato altri danni nel momento dell’impatto con la strada. Nel frattempo restano gravi ma stabili le condizioni della vittima. Dal reparto di Rianimazione dell’ospedale Cannizzaro confermano che anche oggi non ci sono novità di rilievo. Persiste quindi lo stato di coma dopo quello indotto farmacologicamente subito dopo il ricovero. La Tac cui è stato sottoposto ha confermato la presenza di focolai contusivi intracerebrali dovuti ai colpi subiti. La prognosi resta ovviamente riservata.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica