Dia confisca beni per 1,5 mln di euro

DIA

Ad imprenditore

CATANIA – Beni per 1,5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia di Catania perchè riconducibili all’imprenditore Vincenzo Salvatore Rapisarda di 29 anni arrestato nel 2015 nell’ambito dell’inchiesta “En plein” della Dda della Procura etnea perchè ritenuto vicino ad un gruppo criminale di Paternò. Nel gennaio del 2016 è stato destinatario di un’altra ordinanza di custodia cautelare nel contesto dell’operazione Vicerè dei carabinieri che ha sgominato un gruppo criminale catanese. Il provvedimento di confisca riguarda una società e quote di partecipazione di aziende che lavorano nel settore dell’autotrasporto e rapporti bancari e finanziari. Le indagini hanno accertato una notevole sproporzione tra i beni dichiarati ed il patrimonio posseduto da Rapisarda che successivamente all’arresto ha ceduto a parenti le quote di due società presenti nel settore dell’autotrasporto allo scopo di eludere eventuali misure patrimoniali nei suoi confronti. Gli atti di cessione sono stati poi ritenuti nulli dal Tribunale che ha esteso la confisca anche alle relative quote sociali.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica