Il Catania batte il Siracusa al De Simone

Serie C logo nuovo

Il Trapani perde a Fondi

CATANIA – Il Catania fa suo il derby con il Siracusa al De Simone al termine di una gara dai toni accesi in campo e sugli spalti e si porta ad un punto dalla capolista Lecce. La squadra rossazzurra non ha brillato sul piano del gioco ma ha dimostrato ancora una volta tanta personalità al cospetto di un avversario ben messo in campo. La gara è stata decisa al 18° della ripresa da Mazzarani che batte Tomei con una girata al centro dell’area dopo una combinazione Lodi-Russotto. Al 23° Pisseri, anche sabato sera tra i migliori in campo, viene colpito da un oggetto sotto la curva occupata dai tifosi aretusei e si accascia. Il gioco resta fermo 5 minuti. Al 35° Mazzarani viene atterrato in area da Magnani. L’arbitro D’Apice assegna il rigore battuto da Lodi che manda sul palo per poi insaccare di testa sulla ribattuta. Il gol è giustamente da annullare ma l’arbitro ci mette diversi minuti per capirlo. Il Catania resiste e dopo 8 minuti di recupero porta a casa 3 punti preziosi. C’è amarezza in casa Trapani per la sconfitta contro il fanalino di coda Fondi maturata dopo una gara giocata ben al di sotto delle aspettative. Il gol di Nolè al 42° del primo tempo è frutto di un errore della difesa granata che ha lasciato solo il giocatore ma questa volta, a differenza di altre situazioni simili in trasferta, non c’è stata la necessaria reazione favorendo il gioco degli avversari che hanno lentamente addormentato la gara. Mastica amaro anche la Sicula Leonzio che al Massimino si è dovuta accontentare dello 0-0 contro la Juve Stabia. A fare arrabbiare il presidente Leonardi ed i tifosi il rigore sprecato da Bollino che invece di tirare ha servito Arcidiacono che ha trafitto il portiere campano. L’arbitro Paterna di Teramo avrebbe dovuto far ribattere il penalty ma l’assistente ha segnalato un fuorigioco. Può gioire l’Akragas riuscito a fermare (0-0) in trasferta la corazzata Lecce. La squadra di Di Napoli ha giocato a viso aperto rischiando addirittura di segnare in un paio di occasioni.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica