Il Catania pensa alla gara di Matera

Serie C logo nuovo

Il punto sulle siciliane

CATANIA – Dimenticare Trapani e pensare esclusivamente alla gara con il Matera in programma domenica al Massimino alle 20,30. E’ iniziata una settimana importante per il Catania che a quota 34 in classifica non può permettersi di compiere ulteriori passi falsi anche perchè la capolista Lecce sfiderà in trasferta la Paganese, avversario sulla carta abbordabile. Lucarelli dovrà valutare le condizioni di Russotto che al Provinciale è entrato solo a partita in corso. Probabile che in attacco torni dall’inizio Di Grazia. Dovrebbe essere ormai sulla via del recupero il difensore Blondett. Il Trapani, anch’esso al secondo posto in graduatoria, è proiettato alla sfida in trasferta con il Monopoli. Calori non potrà contare sul difensore Silvestri oltre che sugli infortunati di lungo corso Aloi e Ferretti. Lavora con il gruppo invece Minelli. Il Siracusa prepara la gara casalinga contro la Juve Stabia con l’obiettivo di consolidare la quarta posizione. In casa Sicula Leonzio avrà un compito non facile il nuovo tecnico Aimo Diana (per lui l’ufficialità è arrivata oggi) che dovrà risollevare una squadra a secco di vittorie da diversi turni. C’è tempo ovviamente per rimediare e dal mercato di gennaio arriveranno i puntelli giusti per rafforzare la rosa. Diana dovrebbe giocare con il 4-3-3, modulo inizialmente utilizzato da Rigoli che poi era passato al 3-5-2. I bianconeri domenica giocheranno in trasferta contro la Reggina. E’ tornata parzialmente la serenità in casa Akragas dopo la vittoria conseguita a spese della Reggina. La squadra di Di Napoli è proiettata alla trasferta contro il Fondi. Nel frattempo si attendono novità concrete sul fronte societario.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica