Emergenza casa, oltre 6 mila in attesa

Sindacati: “Programmare per aumentare l’offerta”

CATANIA – E’ uno dei problemi più annosi e sentiti a Catania sebbene non siano mai state trovate soluzioni adeguate. Parliamo dell’emergenza casa. 6 mila le persone presenti nelle varie graduatorie senza contare gli sfratti che di anno in anno aumentano le necessità di chi ha bisogno. La mancanza di un alloggio figura per esempio tra i motivi dell’occupazione in Cattedrale da parte di una 20ina di famiglie che va avanti ormai da due mesi. Una parziale soluzione potrebbe arrivare dall’utilizzo dei beni confiscati alla mafia. Esiste infatti un patrimonio di 50 immobili tra il centro e i quartieri periferici di Catania. Il Pon legalità dà poi la possibilità di ristrutturare alloggi in chiave sociale. Sunia, Sicet e Uniat da tempo dicono che manca una programmazione adeguata che aumenti l’offerta. Proprio ieri al Comune si è costituito un tavolo per l’emergenza abitativa che tornerà e riunirsi l’8 febbraio. Il giorno prima è in programma un’altra riunione sull’utilizzo dei fondi comunitari per finalità sociali.

 

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica