Leonzio-Catania finisce 0-0

Serie C logo nuovo

Il Trapani aggancia i rossazzurri

CATANIA – Il Catania pareggia 0-0 contro la Sicula Leonzio e perde una grande opportunità di dimezzare le distanze dal Lecce bloccato in casa sullo 0-0 dal Matera. Come se non bastasse la squadra rossazzurra viene agganciata al secondo posto dal Trapani vittorioso, 2-1, a Catanzaro e momentaneamente in vantaggio negli scontri diretti proprio con il Catania. Poche le emozioni all’Angelino Nobile che si presenta con il nuovo impianto di illuminazione ma anche con un manto erboso in condizioni assai precarie che condiziona entrambe le squadre soprattutto quando si tratta di costruire il gioco. Le occasioni migliori, soprattutto di marca etnea, capitano nella ripresa ma Narciso ci mette una pezza risultando così il migliore in campo. Al triplice fischio l’espulsione di Lodi per proteste.  Soffre il Trapani a Catanzaro ma alla fine porta via 3 punti pesanti. I granata passano in vantaggio nel primo tempo al 40° con Polidori che su calcio d’angolo battuto da Corapi, si fa trovare pronto e batte Nordi. Nella ripresa al 6° Silvestri commette fallo su Onescu. Dal dischetto si presenta Infantino che pareggia. Sei minuti dopo Evacuo di punta conclude un’azione confusa e riporta in vantaggio i suoi. Lo stesso attaccante si fa espellere per doppia ammonizione ma il Trapani resiste in inferiorità numerica per oltre mezz’ora. Un brutto Siracusa perde in casa 1-0 contro la Casertana. Il gol decisivo al 31° del primo tempo è di Turchetta che sfrutta uno scontro tra Daffara e Giordano, s’invola da centrocampo ed a tu per tu con Tomei gonfia la rete. Un Akragas mentalmente ormai rassegnato alla retrocessione subisce 7 gol senza segnarne alcuno in trasferta contro la Juve Stabia. La clamorosa goleada inizia al 21°: rimessa lunga di Crialese, Canotto dal fondo crossa in mezzo, la difesa agrigentina resta ferma e Mastalli può colpire agevolmente. Le Vespe raddoppiano al minuto 29: Strefezza crossa dalla destra, un rimpallo favorisce Canotto il quale appoggia a Paponi che insacca. Al 39° arriva il 3-0: Paponi appoggia a Strefezza che da sinistra si accentra e calcia sul secondo palo.  Il poker al 43° è di Canotto che , servito da Strefezza, supera Vono con un colpo sotto. Nella ripresa si scatena Simeri autore di una tripletta tra il 54° e il 76°. Nella ripresa Di Napoli manda in campo alcuni giovani ma la musica non cambia. Protagonista diventa Simeri con una tripletta. Al 55° con un diagonale batte Vono. Due minuti dopo è il più lesto ad intervenire dopo una traversa colpita da Crialese. Al 76° la chiusura dei conti ancora con una conclusione che gonfia la rete senza una reale opposizione avversaria. Per l’Akragas è notte fonda. La penultima in classifica, la Fidelis Andria, dista ben 13 punti. La serie D è dietro l’angolo.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica