Il Catania è proiettato al derby con l’Akragas

Al De Simone non ci saranno tifosi rossazzurri

CATANIA – Archiviato il pareggio con la Juve Stabia, il Catania ha ripreso la preparazione in vista del derby con il già retrocesso l’Akragas in programma domenica a Siracusa alle 14,30. Lucarelli non potrà disporre di Bogdan, squalificato per un turno dal giudice sportivo. Al suo posto dovrebbe giocare Tedeschi che a sua volta ha scontato il turno di stop. Al De Simone non ci saranno tifosi rossazzurri per motivi di ordine pubblico. Ancora presto per parlare di formazione. Probabile che Lucarelli apporti qualche modifica tra centrocampo ed attacco. Il mezzo passo falso con i campani ha favorito il Lecce ma l’andamento del campionato induce a pensare che i giochi siano ancora aperti in vetta a 4 giornate dal termine. Il Lecce riceverà in casa il Fondi. Il tecnico degli agrigentini Criaco registra le precarie condizioni di Gjuci, Petrucci e Carrotta. Per i giovani che verranno impiegati si tratterà di una vetrina importante al culmine di una stagione da dimenticare sotto vari profili. Il Trapani prepara la gara con l’Andria. Problemi in difesa per Calori che dovrà rinunciare allo squalificato Silvestri ed all’infortunato Visconti. Da valutare le condizioni di Pagliarulo, Drudi, Campagnacci e Minelli. Ha recuperato invece Corapi. Anche i granata sperano ancora di raggiungere la vetta sebbene la sconfitta con il Francavilla abbia complicato il cammino. Al lavoro anche il Siracusa che dopo avere osservato un turno di riposo  è proiettato alla trasferta di Catanzaro. Gli aretusei hanno la necessità di conquistare punti per migliorare il piazzamento play off. Traguardo che spera di raggiungere anche la Sicula Leonzio che domenica all’Angelino Nobile riceverà il Cosenza.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica