Pubbliservizi, sospesi 5 dipendenti furbetti

Utilizzavano auto per scopi privati

CATANIA – Utilizzavano per fini privati sia durante che al di fuori dell’orario di lavoro gli autoveicoli che avevano in affidamento in ragione del servizio che svolgevano. Dovranno rispondere di peculato 5 dipendenti della Pubbliservizi, società partecipata della Città Metropolitana di Catania, peraltro da tempo in difficoltà economiche, che sono stati sospesi dal servizio su ordinanza del Gip del Tribunale etneo, eseguita dalla Polizia. L’indagine condotta dalla Squadra Mobile si riferisce al periodo compreso tra luglio e settembre 2017 e si è avvalsa anche dei sistemi di localizzazione satellitare Gps installati sui mezzi. I dipendenti, con funzione di coordinamento e autonomia decisionale sulle attività di altri lavoratori, parcheggiavano solitamente i veicoli nel loro domicilio o nelle residenze estive. Era qui che si recavano due di loro spingendosi fino alla provincia di Siracusa. Altri, sia durante l’orario di lavoro che nei periodi di ferie, raggiungevano con le auto della Pubbliservizi, supermercati e negozi da dove ripartivano riempendo il bagagliaio di merce. Le auto venivano utilizzate anche presso agenzie di scommesse. Le indagini hanno fatto emergere come i dipendenti segnalavano in appositi moduli false prestazioni lavorative per le quali venivano retribuiti procurando un danno economico alla Città Metropolitana. Per due dipendenti la sospensione dal servizio è di 6 ed 8 mesi. Per gli altri 3 si protrarrà per 10 mesi.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica