Arsenale nascosto sotto il letto

La polizia arresta un pregiudicato

CATANIA – C’era anche la famigerata “penna pistola” tra le armi sequestrate dalla Squadra Mobile della Questura di Catania all’interno dell’abitazione di Francesco Giuffrida, 57enne con alle spalle vecchi precedenti per furto. E’ stata una “soffiata” a portare gli agenti dritti alla fatiscente abitazione dell’uomo trasformata in un vero e proprio arsenale. Le armi erano nascoste sotto il letto e in un armadio della camera da letto: un fucile calibro 12, 1 pistola revolver calibro 38 ed un’altra dello stesso tipo calibro 44, 2 pistole semiautomatiche rispettivamente calibro 9 e 45, 1 penna pistola di fattura artigianale calibro 22 e 1031 munizioni di vario calibro. L’uomo, che non ha saputo dare spiegazioni in merito alle armi, è stato arrestato ed ora si trova nel carcere di piazza Lanza. A catalizzare maggiormente l’attenzione degli inquirenti è stata la penna pistola, inventata negli anni ‘60 proprio a Catania da Guglielmo Ponari. Ufficialmente apprendista idraulico, prese spunto da uno dei primi film imperniati sullo 007 James Bond. Lavorando su un cilindro in alluminio riuscì a realizzare un’arma micidiale capace di espellere un proiettile. Nel tempo la penna pistola è stata perfezionata e la criminalità catanese e non, evidentemente ancora l’utilizza.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica