Operazione “En Plein 2”, 19 arresti

carabinieri2

Il boss comandava dal carcere

CATANIA – Riusciva a comandare anche dal carcere il boss Salvatore Rapisarda, tra i 19 destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione “En Plein 2” dei carabinieri che, coordinati dalla Dda di Catania, hanno sostanzialmente azzerato il cosiddetto “gruppo di Paternò” legato a sua volta ad un gruppo criminale di Catania. Le accuse a vario titolo sono di associazione mafiosa nonché finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, porto e detenzione illegale di armi. Le indagini, sulla scia dell’operazione En Plein del 2015,  hanno permesso di ricostruire l’organigramma del gruppo, ritenuto tra i più pericolosi del catanese. Rapisarda riusciva ad impartire le direttive grazie a Vanessa Mazzaglia moglie del suo fedelissimo Alessandro Farina anche lui detenuto.  L’uomo si avvaleva poi della collaborazione del suocero di Farina Antonino Mazzaglia e del nipote Lucio Farina.  Determinanti anche le dichiarazioni di due pentiti: Franco Musumarra e Orazio Farina. Dalle indagini è emerso che Rapisarda aveva affidato il ruolo di capo operativo di Paternò al nipote Vincenzo Marano. A lui spettava la gestione delle piazze di spaccio e della cassa del clan. Il gruppo aveva una grande facilità di conquistare nuove leve da impiegare per i traffici illeciti. Il traffico di cocaina e marijuana inoltre si sarebbe sviluppato non solo a Paternò ma anche nella vicina Santa Maria Di Licodia. I carabinieri sono riusciti a fare luce anche su una tentata rapina a mano armata ai danni di un benzinaio di piazza Purgatorio a Paternò che si è consumata il 30 dicembre 2017. In quell’occasione i due malviventi poi arrestati nonostante la mancata collaborazione del gestore, spararono anche un colpo di pistola a scopo intimidatorio.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica