L’Arcivescovo Gristina indagato per peculato in concorso

Nell’ambito di un’inchiesta sulla gestione dell’Oda

CATANIA – Ha destato scalpore a Catania la notizia dell’accusa di peculato in concorso mossa nei confronti dell’arcivescovo Mons. Salvatore Gristina, indagato nelle vesti di presidente del Cda dell’Opera diocesana catanese per il culto e la religione nell’ambito di un’inchiesta della Guardia di Finanza coordinata dalla Procura sulla gestione dell’opera diocesana di assistenza, fondazione controllata dalla Curia etnea. Gristina è indagato insieme a Mons. Alfio Russo, ex presidente del Cda dell’Oda per la questione di un contratto di locazione tra Oda ed Opera diocesana catanese per il culto e la religione stipulato, secondo l’accusa, solo per simulare l’affitto. In realtà i soldi sarebbero serviti a pagare le rate di un mutuo contratto dall’Opera catanese per il culto e la religione con un istituto di credito. In ballo ci sarebbero 260 mila euro. Gli altri 2 indagati sono Alberto Marsella, presidente del Cda dell’Oda, poi rimosso dall’arcivescovo e la dipendente della fondazione Daniela Stefania Iacobacci. Entrambi sono accusati di appropriazione indebita aggravata in concorso di alcune rette mensili versate dagli utenti di una casa di riposo all’Oda, di un contributo a titolo di rimborso spese e per l’uso di carte di credito prepagate ricaricate con addebito sui conti dell’Oda. Il tutto per un totale di 40 mila euro.  Da tempo l’Oda naviga in cattive acque. Il fallimento è stato scongiurato ma restano i debiti accumulati negli anni scorsi che hanno portato anche a difficoltà nel pagamento degli stipendi dei dipendenti che hanno più volte protestato. In questo contesto negli ultimi mesi c’erano state denunce ed esposti alla Procura. L’appropriazione sarebbe stata scoperta nel 2016 dopo un’ispezione di un componente inviato dalla commissione pontificia che segnalò le anomalie a Gristina che rimosse Marsella sostituito nel marzo del 2017 dall’attuale commissario Adolfo Landi.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica