Catania, per la B si spera in un intervento della politica

La squadra riprende la preparazione

CATANIA – Il Catania si vede costretto a rivedere i suoi piani, la frittata ormai è fatta, ma la società rossazzurra non ha alcuna intenzione di mollare ed è pronta ad andare avanti con la battaglia legale, pur consapevole del fatto che i mancati ripescaggi in serie B con il nuovo format a 19 squadre sono stati realizzati alla vigilia di Ferragosto ed i tempi per tentare di cambiare lo stato delle cose si assottigliano sempre di più. Il 25 agosto si svolgerà la prima giornata in cadetteria. Il 22 agosto ci sarà il sorteggio dei calendari di C. Tra l’altro il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto i ricorsi presentati d’urgenza da Ternana e Pro Vercelli contro le delibere della lega di B per il blocco dei ripescaggi. Il 7 settembre ci sarà l’udienza di merito. Le speranze vengono riposte nel Tar ma anche in un intervento della politica. Martedì scorso il Ministro dell’Interno Salvini durante la sua visita a Palazzo degli Elefanti, ha ammesso distorsioni a livello dei vertici. Per questo ha investito della questione serie B il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giorgetti che ha la delega allo sport.  Il Catania ha pronto anche un esposto alla procura della Repubblica per abuso d’ufficio che sarebbe stato compiuto da Figc e Lega di B. La squadra di Sottil intanto, dopo la meritata vittoria sul Verona che ha portato alla qualificazione al quarto turno di Coppa Italia, è tornata oggi a lavorare a Torre del Grifo. Sabato amichevole a Paternò.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica