Notte di paura per una forte scossa di terremoto

Epicentro a Santa Maria di Licodia

CATANIA – Notte di paura a Santa Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano e Paternò per una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.8 registrata dai sismografi dall’Ingv alle 2,34 con epicentro a Santa Maria di Licodia ad una profondità di 8,6 km. Il sisma, avvertito anche a Catania e nelle province di Siracusa, Ragusa e Messina, è stato preceduto da altre due scosse di più bassa entità nella zona di Bronte. Poi, alle 2,59 ancora una scossa a Biancavilla di magnitudo 2.5.  A Santa Maria di Licodia, cui si riferiscono le immagini, è crollato un cornicione dallo storico Palazzo Ardizzone, un paio di vecchie case disabitate sono parzialmente crollate. Danni anche sulla facciata del municipio dove sono visibili alcune crepe. Cornicioni e calcinacci si sono staccati da diverse case. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Una 60ina le richieste di intervento giunte alla sala operativa. La paura è stata notevole. La gente si è riversata per strada oppure si è allontanata dal paese. Danni anche a Biancavilla. Nella sede del vecchio ospedale ora adibita a farmacia e laboratorio analisi è caduto un cornicione. Problemi anche nelle chiese. A Santa Maria dell’Idria sono venuti giù pezzi della facciata mentre nella chiesa madre sono comparse lesioni interne che hanno spinto la sovrintendenza e la protezione civile regionale a vietare l’ingresso a chiunque in attesa di controlli più approfonditi. Nel complesso non ci sono stati fortunatamente feriti gravi. Qualcuno per lo shock o per ferite lievi dovute a cadute è stato ricoverato in ospedale ma è stato già dimesso.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica