Catania, rabbia dopo la decisione del Tar

Calcio ct logo

Sabato la Casertana  

CATANIA – Perplessità, rabbia ma anche voglia di andare avanti in casa Catania dopo la sentenza di ieri del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso della società rossazzurra, adducendo, tra lo stupore generale che il club etneo non ha mai impugnato la decisione assunta dal tribunale federale nazionale del 28 settembre con riferimento al format del campionato di serie B. In realtà, precisano gli avvocati etnei, l’impugnazione era stata fatta il 5 ottobre con la presentazione di tutti i documenti relativi. Sembra incredibile ma il Tar potrebbe avere scambiato la posizione del Catania con quella del Siena che presentava un altro ricorso, anch’esso bocciato. Il Catania per tutelarsi ha subito deciso di presentare ricorso al Consiglio di Stato. Per il ripescaggio le speranze sono ormai assai ridotte visto che i campionati di B e C sono ampiamente iniziati ma si punta almeno ad ottenere un congruo risarcimento. Nel frattempo la squadra agli ordini di Sottil prosegue la preparazione a Torre del Grifo in vista della gara in trasferta contro la Casertana in programma sabato alle 18,30.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica