Il Catania batte la Casertana

Calcio ct logo

Pareggiano Trapani e Leonzio

CATANIA – Nella giornata in cui la Juve Stabia osserva un turno di riposo, il Catania al Massimino batte la Casertana 3-0, risultato rotondo che fa morale e serve a dimezzare la distanze dal Trapani che pareggia. La squadra rossazzurra, schierata con il 4-3-1-2 con Lodi alle spalle di Marotta e Di Piazza e Curiale e Manneh inizialmente in panchina, gioca un primo tempo al di sotto delle aspettative tanto che al ritorno negli spogliatoi piovono fischi dagli spalti seguiti da 20 minuti di sciopero del tifo della curva nord. Nella ripresa cambia l’atteggiamento ed i risultati si vedono già all’8°: Marotta ruba palla a sinistra e serve Di Piazza, appoggio a Lodi che imbuca per Carriero il quale mette la firma sul classico gol dell’ex. Il raddoppio al 61°: lancio lungo di Lodi che innesca Di Piazza il quale a sua volta serve Marotta che non sbaglia. All’82° il Catania realizza il terzo gol: Manneh sfonda a destra e serve in area Curiale bravo a vincere il duello fisico con un avversario ed a battere il portiere campano. La squadra rossazzurra è adesso proiettata al turno infrasettimanale in trasferta a Trapani. Sempre mercoledì si gioca Juve Stabia-Catanzaro. Il Bisceglie riesce nell’impresa di bloccare sullo 0-0 il Trapani che crea poco nel contesto di una gara con scarse emozioni. Solo nella ripresa i granata provano in maniera più decisa a farsi vedere dalle parti del portiere pugliese ma il risultato non cambia. La Sicula Leonzio torna con un pareggio, 0-0, da Rieti. La squadra di Torrente recrimina per alcune buone occasioni non sfruttate e per la mancata concessione di un rigore. La giornata verrà chiusa dal Siracusa che alle 20,45 riceve la Reggina.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica