Operazione “Città blindata”

16 arresti

CATANIA- Sono 16 le persone arrestate da carabinieri e polizia, 10 comunque si trovavano già in carcere, su richiesta della Dda di Catania, nell’ambito dell’operazione “Città Blindata” in quanto ritenute vicine ad un gruppo criminale di Biancavilla. Le accuse contemplano anche l’associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di droga e il porto e la detenzione illegale di armi. L’operazione costituisce l’esito di 3 distinte indagini poi confluite in un’unica richiesta cautelare che ha voluto contrastare un’escalation di violenza che ha visto al centro Biancavilla e l’intento di comando del gruppo capeggiato dai fratelli Giuseppe e Vito Amoroso e, nell’ultimo periodo da Alfio Ambrogio Monforte. Tutto è iniziato dagli omicidi nel 2014 a Biancavilla di Agatino Bivona e Nicola Gioco. Dalle indagini emergeva che Giuseppe Amoroso dopo la concessione degli arresti domiciliari iniziava a ricevere le visite di due stretti collaboratori ai quali impartiva disposizioni per sancire il predominio del suo gruppo. Da lì a poco, a Giuseppe Amoroso si aggiungeva, una volta scarcerato, il fratello Vito.  Il rientro in gioco di quest’ultimo preoccupava un altro gruppo che decideva di ucciderlo che non riusciva nell’intento grazie all’intervento della Polizia. Nel frattempo venivano sequestrati cocaina e numerose munizioni di fucile e pistola. Le indagini dei carabinieri proseguivano nel 2016 a partire dal tentato omicidio di Giuseppe Amoroso. E’ in questo contesto che viene ritrovato un arsenale tra mitragliette, pistole e munizioni. Il 19 settembre 2016 l’arresto di Giuseppe Amoroso e Gregorio Ganci per estorsione aggravata. Il 5 dicembre dello stesso anno l’operazione Onda d’Urto con l’arresto di 12 persone sempre per estorsione ai danni dei titolari di una ditta di pompe funebri. Tra gli arrestati figura anche un ex sindaco di Biancavilla, Marcello Merlo. Determinante ai fini delle indagini la collaborazione di alcuni pentiti.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica