Pronto soccorso Policlinico, aggredita ausiliaria socio-sanitaria

policlinico ct

Da paziente che è finito agli arresti domiciliari

CATANIA – Pretendeva di farsi curare subito nonostante gli fosse stato assegnato un codice verde e per questo ha pensato di aggredire un’ausiliaria sociosanitaria 50enne che per i prossimi 10 giorni sarà costretta a restare a casa per i postumi dei traumi riportati. L’ennesima aggressione a Catania si è registrata per la prima volta da quando è stato aperto, dopo esserci andati vicini in qualche occasione, al pronto soccorso del Policlinico di Catania. La donna era in servizio quando si è presentato il 44enne Gaetano Filippo Di Mauro, che manifestava dolori all’epigastrio. E’ stato sottoposto a un tracciato da cui non è emerso nulla di rilevante. A quel punto gli è stata data una compressa ed invitato a recarsi in sala d’attesa con codice verde. Dopo alcuni minuti ha iniziato ad aprire e chiudere le porte scorrevoli dell’ambulatorio chiedendo con insistenza un altro farmaco. Non essendoci il medico gli è stato chiesto di aspettare ma lui ha continuato a sbattere le porte  mentre erano in corso altre visite. L’ausiliaria ha chiesto con gentilezza di evitare di comportarsi in quel modo e l’uomo per tutta risposta l’ha spinta con forza. I colleghi hanno chiamato l’agente di turno nel posto di polizia che è intervenuto appena in tempo. La vittima ha riportato contusioni a una mano e ad un gomito ed un bernoccolo in testa. L’uomo è stato arrestato e poi gli sono stati concessi i domiciliari. “Quanto accaduto al policlinico è una vergogna”, afferma Calogero Coniglio, segretario regionale dell’Fsi Usae che ha per primo ha reso noto quanto accaduto e che chiede interventi urgenti per garantire la sicurezza: “Grazie alle nostre denunce al questore dell’epoca Marcello Cardona, eravamo riusciti a far installare un bottone collegato dal pronto soccorso alla questura che permetteva di far arrivare la pattuglia della polizia senza passare dal centralino e quindi guadagnando tempo – dice Coniglio –  Ebbene, nel nuovo pronto soccorso del policlinico questo sistema non è stato installato”.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica