Pestati per non avere fatto prostituire donna incinta

polizia9

Polizia arresta 5 kosovari per tentato omicidio

CATANIA – Il rifiuto di far prostituire la convivente in avanzato stato di gravidanza scatena a Catania una feroce rappresaglia contro un uomo e il fratello, entrambi del Kosovo, massacrati da cinque connazionali che la Squadra Mobile della Questura è riuscita a identificare e arrestare. Tre sono finiti in carcere, altri 2 ai domiciliari. Sono accusati di tentato omicidio e lesioni personali  aggravate nel corso di una rissa avvenuta la sera dell’11 febbraio scorso nel centro storico della città. I due fratelli sono stati colpiti rispettivamente uno in testa con una spranga di ferro e l’altro in bocca con il calcio di una pistola, subendo la rottura degli incisivi e dei canini superiori e inferiori. Per entrambi è scattato il ricovero negli ospedali Cannizzaro e Garibaldi Centro con vistose ferite alla testa e al volto. Due degli aggressori erano armati di pistola. La polizia ha trovato anche un manico di stecca da biliardo spezzato, una chiave da lavoro, una mazza in legno da baseball e un tubo in ferro con tracce di sangue.

 

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica