“Interventi per giovani ‘menti’ e le imprese che le assumono”

Lo chiede il deputato nazionale Nino Minardo

MODICA – Accorciare il divario tra Nord e Sud, aiutando le menti migliori a stare da queste parti –soprattutto quelle che vivono in famiglie non particolarmente facoltose– e le aziende del Mezzogiorno ad investire su di esse. Partendo dal riconoscere un credito di qualificazione e specializzazione alle imprese, per almeno due anni, che assumono neolaureati nelle regioni meridionali, appartenenti a famiglie con un reddito complessivo inferiore a 25 mila euro. Lo ha chiesto al governo di Roma, Nino Minardo.

Minardo, fonda la sua richiesta sui “numeri scoraggianti – scrive – riguardo lo spopolamento nelle regioni del Mezzogiorno dove è in corso una rivoluzione demografica che, entro il 2070, determinerà la perdita di 5 milioni di abitanti, con il ridimensionamento di giovani generazioni e che farà del sud, la zona più vecchia d’Italia e tra le più anziane d’Europa”. Negli ultimi 20 anni, infatti, hanno lasciato il Mezzogiorno 1 milione e 883 mila persone e la metà, aveva età tra i 15 e i 34 anni. Un quinto, è laureato; 800 mila non sono più tornati. Un problema che scaturisce anche dal divario Nord-Sud. Qui, spiega il parlamentare di Forza Italia, “si registra, rispetto al centronord, una diffusione ai più alti livelli d’Europa, di famiglie in difficoltà economica, con l’aumento di nuclei familiari in povertà assoluta, più disoccupazione, più perdita di posti lavoro”. Tutti gli indicatori di qualità, segnalano un divario crescente nei servizi, con riferimenti marcati al socio-sanitario, cura, vivibilità, sicurezza e istruzione primaria, sia nei grandi che nei piccoli centri, rispetto al centronord. Fattori che determinano decrescita e sottosviluppo. Minardo, propone, nelle regioni meridionali, investimenti da parte dello Stato e di varare un piano speciale triennale per dotare il Sud di standard e servizi in media con il resto dell’Italia

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica