Riflessioni di un ragazzo sulla sua città. VIDEO

“Manca il confronto”

SCICLI – Non è abitudine che un ragazzo che si affaccia in politica e non riesce ad entrare in consiglio comunale, continui il suo impegno come se nulla fosse. Solitamente, delusione mista ad aspettative non esaudite, porta al disincanto ed al disinteresse. Succede ovunque. Non a Scicli e non a Cristian Catera.

“A Scicli si è votato nel novembre del 2016 – posta Catera sui social – Sono passati poco più di due anni e mezzo e la situazione politica ha visto cambiare i numeri in consiglio, arrivando a un punto di perfetta parità tra maggioranza e opposizione”.  E’ l’incipit della sua riflessione, che trasuda di voglia democratica di partecipazione anche da fuori il palazzo, di conoscenza delle cose della politica –richiama all’elezione di metà mandato negli USA per sincerare la bontà di un governo- e dove evidenzia le cose fatte e le cose non fatte dall’amministrazione, compresi i finanziamenti avuti e quelli persi. Catera, sostanzia cose importanti, rileva che “oggi si sta vivendo un punto di snodo fondamentale per l’economia sciclitana”, richiamando come,“nel giro di poco tempo, molte attività sono nate in centro e molte altre stanno nascendo a Jungi” ma concentra anche la sua analisi sulla chiusura del centro storico, senza dimenticare l’accortezza di confrontarsi con gli operatori che hanno investito per creare lavoro, tanto in centro quanto nelle zone più nuove.  Insomma, una visione globale delle cose della città, di un ragazzo che, per nulla vinto dalla mancata elezione in consiglio, continua ad essere pungolo, sfruttando i social . “Metà mandato è scaduto – conclude Catera – ne resta un altro po’. Non siamo in America, ma almeno un’opinione la possiamo esprimere, per fare meglio, per fare di più”. Ed anche questa ‘chiosa’, conferma di uno che vuole vivere la città, non in modo passivo ma attivo e costruttivo. Insomma, la politica che non si subisce ma che ti invita al protagonismo, qualunque ruolo si occupi.

VIDEO: https://youtu.be/6MhRVBoVPRg

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica