Rg-Ct, tanti i dubbi che affliggono i sindaci

Musumeci attende risultati concreti dal prossimo Cipe

CATANIA – Tanti i dubbi dei sindaci dei territori interessati alla realizzazione della Catania-Ragusa, emersi soprattutto, nel corso di un vertice, sabato scorso, a Lentini e tutti sulla scorta di quanto deciso durante l’ultima riunione al Cipe, giovedì primo agosto, da cui è venuto fuori che l’opera verrà realizzata interamente con capitali pubblici, facendo fuori il concessionario del project financing.

I primi cittadini non tollerano il fatto che c’era un percorso ‘pubblico-privato’ già ben avviato e che adesso, subisce un tratto di scolorina e viene cancellato. E non tollerano anche che non c’è stata la reazione che ci doveva essere da parte della Regione. Sono critici verso il governatore, Nello Musumeci, che ha accettato questa soluzione ritenuta invece una beffa che non farà altro che allungare i tempi dovendo ripartire praticamente da zero. Manca un crono programma, nessuno dice dove si prenderanno i soldi pubblici necessari a fare la strada e quelli per pagare la penale alla ditta concessionaria, esautorata dal project financing. Il fatto poi di pretendere che sia assegnata a Ragusa la sede legale della società che sarà chiamata a costruire l’autostrada, non migliora lo stato d’animo di chi attende da decenni un’opera ritenuta fondamentale per il Sud-Est della Sicilia. Ma c’è un’altra questione che preoccupa e che oggi il quotidiano La Sicilia mette in evidenza. Il Ministro delle Infrastrutture Toninelli avrebbe intenzione di non creare una società di scopo con la Regione ma piuttosto di esautorare il Cas dal progetto della nuova superstrada in favore dell’Anas. E qui, anche Musumeci non vede di buon occhio quest’ultima eventuale soluzione che farebbe perdere ulteriori anni. Il Governatore punta invece far presto ed a portare risultati positivi dal Cipe del prossimo 5 settembre.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica